Roma, ‘A Scuola di Tifo’: Mirante risponde alle domande degli studenti dell’Istituto Ormea

ROMA A SCUOLA DI TIFO – Il progetto ‘A Scuola di Tifo‘ di Roma Cares non si ferma nemmeno davanti alla pandemia. Il protagonista dell’ultimo appuntamento dell’iniziativa benefica del club giallorosso è stato Antonio Mirante. Questo il comunicato della società:

Antonio Mirante è stato il nuovo protagonista di A Scuola di Tifo – Willy Monteiro, il progetto di Roma Cares che, da quando è scoppiata la pandemia di Coronavirus, sta proseguendo online.

Il portiere giallorosso si è intrattenuto con gli studenti dell’Istituto Ormea: nel rispondere alle curiosità dei ragazzi, Mirante si è soffermato sui temi della violenza, del bullismo e dell’integrazione.

“Una squadra di calcio è un po’ come una classe: ci sono tanti ragazzi che vengono da altri Paesi, che professano altre religioni, che parlano lingue diverse. Sta anche a noi compagni aiutarli nel processo di integrazione – ha affermato Mirante -. Anche nel calcio ci sono stati in passato episodi di bullismo, ma credo che il movimento sia cresciuto e che i calciatori avvertano la responsabilità di essere sotto i riflettori. Se un nostro compagno assume atteggiamenti sbagliati verso un avversario noi sentiamo la necessità di fermarlo”.

All’iniziativa ha preso parte la presidente del XIII Municipio Giuseppina Castagnetta.

Da diversi mesi, il progetto A Scuola di Tifo è intitolato a Willy Monteiro, il 21enne di origini capoverdiane ucciso il 6 settembre a Colleferro, in provincia di Roma.

Al fine di agevolare la didattica a distanza, Roma Cares donerà una serie di tablet agli istituti coinvolti nel progetto”.

L'articolo Roma, ‘A Scuola di Tifo’: Mirante risponde alle domande degli studenti dell’Istituto Ormea sembra essere il primo su Romanews.

Roma, ‘A Scuola di Tifo’: Mirante risponde alle domande degli studenti dell’Istituto Ormea

ROMA A SCUOLA DI TIFO – Il progetto ‘A Scuola di Tifo‘ di Roma Cares non si ferma nemmeno davanti alla pandemia. Il protagonista dell’ultimo appuntamento dell’iniziativa benefica del club giallorosso è stato Antonio Mirante. Questo il comunicato della società:

Antonio Mirante è stato il nuovo protagonista di A Scuola di Tifo – Willy Monteiro, il progetto di Roma Cares che, da quando è scoppiata la pandemia di Coronavirus, sta proseguendo online.

Il portiere giallorosso si è intrattenuto con gli studenti dell’Istituto Ormea: nel rispondere alle curiosità dei ragazzi, Mirante si è soffermato sui temi della violenza, del bullismo e dell’integrazione.

“Una squadra di calcio è un po’ come una classe: ci sono tanti ragazzi che vengono da altri Paesi, che professano altre religioni, che parlano lingue diverse. Sta anche a noi compagni aiutarli nel processo di integrazione – ha affermato Mirante -. Anche nel calcio ci sono stati in passato episodi di bullismo, ma credo che il movimento sia cresciuto e che i calciatori avvertano la responsabilità di essere sotto i riflettori. Se un nostro compagno assume atteggiamenti sbagliati verso un avversario noi sentiamo la necessità di fermarlo”.

All’iniziativa ha preso parte la presidente del XIII Municipio Giuseppina Castagnetta.

Da diversi mesi, il progetto A Scuola di Tifo è intitolato a Willy Monteiro, il 21enne di origini capoverdiane ucciso il 6 settembre a Colleferro, in provincia di Roma.

Al fine di agevolare la didattica a distanza, Roma Cares donerà una serie di tablet agli istituti coinvolti nel progetto”.

L'articolo Roma, ‘A Scuola di Tifo’: Mirante risponde alle domande degli studenti dell’Istituto Ormea sembra essere il primo su Romanews.

Mirante, il rinnovo si complica: a fine stagione potrebbe andare al Milan

CALCIOMERCATO ROMA MIRANTE – La stagione è ancora lunga, ma la Roma sta già pensando al futuro della sua rosa. A breve tanti giocatori rinnoveranno, altri invece resteranno legati al club fino a giugno e poi faranno le valigie.

Calciomercato Roma, niente accordo per il rinnovo di Mirante: a giugno al Milan?

L’avventura di Mirante alla Roma potrebbe concludersi al termine della stagione. Fino a pochi mesi fa il suo rinnovo sembrava scontato, ma ora la questione si è complicata. Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, con ogni probabilità a giugno partirà da svincolato. A lui sarebbe interessato il Milan, a caccia di un secondo portiere che rappresenti una valida alternativa a Donnarumma. L’intesa tra il procuratore Giuffrida e il club della capitale al momento non c’è. L’impasse riguardante il contratto sembra aver avuto effetti anche sul campo, dove Pau Lopez ha recuperato il suo posto da titolare, nonostante un rendimento ancora piuttosto altalenante. A complicare la questione sono stati anche i tanti infortuni che hanno fermato Mirante in questa stagione. Per sostituirlo la Roma potrebbe puntare su Silvestri o Musso.

L'articolo Mirante, il rinnovo si complica: a fine stagione potrebbe andare al Milan sembra essere il primo su Romanews.

Roma, il punto sugli infortunati: recuperato Mirante, Mkhitaryan punta il Verona

ROMA INFORTUNATI – I nervi sono ancora tesi a Trigoria a causa della grave frattura tra il capitano Dzeko e il mister Fonseca. Dopo la vittoria in extremis contro lo Spezia, però, per la Roma non sono ammesse distrazioni. L’obiettivo è mettere al sicuro il terzo posto e per farlo bisognerà conquistare i tre punti anche domenica.

Roma, ecco come stanno gli infortunati: ok Mirante, ancora individuale per Mkhitaryan e Pedro

Fonseca tiene d’occhio gli infortunati in vista del match di campionato contro il Verona, in programma domenica alle 20.45. Come riportato da Il Messaggero, ci sono delle buone notizie: Mirante è tornato ad allenarsi con il resto della squadra e sarà quindi a disposizione per la gara. Ancora individuale invece per Mkhitaryan e Pedro, anche loro out sabato scorso contro lo Spezia. L’armeno potrebbe però avere il tempo necessario per recuperare ed essere tra i convocati per la sfida contro la squadra di Juric. Zaniolo invece, una volta guarito dal Coronavirus, potrà finalmente tornare a correre sul campo.

L'articolo Roma, il punto sugli infortunati: recuperato Mirante, Mkhitaryan punta il Verona sembra essere il primo su Romanews.

Roma, il punto sugli infortunati: recuperato Mirante, Mkhitaryan punta il Verona

ROMA INFORTUNATI – I nervi sono ancora tesi a Trigoria a causa della grave frattura tra il capitano Dzeko e il mister Fonseca. Dopo la vittoria in extremis contro lo Spezia, però, per la Roma non sono ammesse distrazioni. L’obiettivo è mettere al sicuro il terzo posto e per farlo bisognerà conquistare i tre punti anche domenica.

Roma, ecco come stanno gli infortunati: ok Mirante, ancora individuale per Mkhitaryan e Pedro

Fonseca tiene d’occhio gli infortunati in vista del match di campionato contro il Verona, in programma domenica alle 20.45. Come riportato da Il Messaggero, ci sono delle buone notizie: Mirante è tornato ad allenarsi con il resto della squadra e sarà quindi a disposizione per la gara. Ancora individuale invece per Mkhitaryan e Pedro, anche loro out sabato scorso contro lo Spezia. L’armeno potrebbe però avere il tempo necessario per recuperare ed essere tra i convocati per la sfida contro la squadra di Juric. Zaniolo invece, una volta guarito dal Coronavirus, potrà finalmente tornare a correre sul campo.

L'articolo Roma, il punto sugli infortunati: recuperato Mirante, Mkhitaryan punta il Verona sembra essere il primo su Romanews.

Roma-Cagliari, problemi muscolari per Mirante: lascia il posto a Pau Lopez

ROMA CAGLIARI MIRANTE INFORTUNIO – Antonio Mirante deve ancora fare i conti con dei problemi muscolari. Il portiere giallorosso è stato costretto ad uscire al 73′ e a lasciare il suo posto a Pau Lopez contro il Cagliari. Un fastidio al flessore della coscia destra gli ha impedito di rimanere in campo per 90 minuti. Le sue condizioni verranno valutate nelle prossime ore.

L'articolo Roma-Cagliari, problemi muscolari per Mirante: lascia il posto a Pau Lopez sembra essere il primo su Romanews.

Roma-Cagliari, problemi muscolari per Mirante: lascia il posto a Pau Lopez

ROMA CAGLIARI MIRANTE INFORTUNIO – Antonio Mirante deve ancora fare i conti con dei problemi muscolari. Il portiere giallorosso è stato costretto ad uscire al 73′ e a lasciare il suo posto a Pau Lopez contro il Cagliari. Un fastidio al flessore della coscia destra gli ha impedito di rimanere in campo per 90 minuti. Le sue condizioni verranno valutate nelle prossime ore.

L'articolo Roma-Cagliari, problemi muscolari per Mirante: lascia il posto a Pau Lopez sembra essere il primo su Romanews.

Mirante vs Cragno, possibili compagni nel prossimo anno? Il rossoblù vuole sfatare il tabù giallorosso

PARTITA ROMA CAGLIARI MIRANTE CRAGNO – Dopo la brutta sconfitta di domenica contro l’Atalanta, dove la Roma è uscita dal Gewiss Stadium con un passivo di 4 reti, i giallorossi hanno un solo imperativo: riscattarsi. I capitolini ritroveranno all’Olimpico il passato, perché sulla panchina del Cagliari ora siede l’ex Eusebio Di Francesco, autore della storica semifinale di Champions League. Si scende in campo per l’ultima volta in questo 2020: la quattordicesima giornata di Serie A è infatti l’ultima di questo anno nefasto, che era iniziato nel modo peggiore anche per la Roma con la sconfitta contro il Torino.

Roma, Antonio Mirante

Per mesi Mirante è stato esaltato, chiedendosi a cosa sono serviti tutti quei milioni spesi per Pau Lopez quando in rosa avevi un portiere affidabile. E così, complice anche un momento no dello spagnolo, protagonista anche di alcune papere, l’estremo difensore 37enne è diventato il titolare della Roma in campionato, lasciando al compagno di reparto i pali dell’Europa League. Mirante è stato una sicurezza per molte partite, mostrandosi sempre pronto e dedito alla causa. La prima giornata no del numero 83 è stata contro il Napoli, quando con i suoi errori (ma non solo) la Roma ha incassato ben 4 gol dai partenopei. La seconda, a poche giornate di distanza dalla precedente, è stata contro l’Atalanta e anche qui il passivo è stato di 4 reti. Negli occhi di tutti sicuramente è rimasto l’errore più grave, ossia l’uscita totalmente sbagliata in occasione del colpo di testa di Gosens, che ha ribaltato l’iniziale vantaggio giallorosso. In questa stagione in classe ’83 è partito dal 1′ in 10 occasioni su 13, le restanti è rimasto in panchina. E’ riuscito a mantenere la porta inviolata per 4 volte, subendo però nelle altre gare 15 gol. Il passivo si è inasprito nelle ultime giornate dove, come detto sopra, solo nelle due partite contro Napoli e Atalanta, ha incassato 8 gol. Mirante ha affrontato il Cagliari 19 volte, sia in campionato che in Coppa Italia. Il totale è di 6 vittorie, 7 pareggi e 6 sconfitte, con 16 gol incassati e 8 clean sheet. Il portiere ha affrontato i rossoblù difendendo i pali delle seguenti squadre: Siena, Sampdoria, Parma, Bologna e quindi Roma. Mirante è quindi ora chiamato a riscattarsi, perché nella Capitale già si vocifera di voler acquistare un portiere a gennaio. Per il campano è comunque pronto un rinnovo annuale, ossia fino al 2022, ma in questo caso -vista anche l’età- rimarrebbe come secondo portiere, così come prima degli errori di Pau Lopez era destinato anche per questi anni. In caso di cessione (la soluzione più verosimile è il prestito) dell’ex Real Betis, i Friedkin stanno valutando diversi profili. Nelle ultime indiscrezioni di gazzetta.it, i nomi in questione sono quelli di Gollini, Cragno e Silvestri, anche se il più fattibile nella finestra invernale sarebbe Sirigu, in rottura con il Torino.

Cagliari, Alessio Cragno

Come detto poco sopra, il portiere del Cagliari sarebbe nel mirino della Roma ma non per la prima volta. E’ infatti da quando Robin Olsen difendeva i pali giallorossi che i capitolini monitorano il classe ’94. Il toscano infatti, nonostante la giovane età è riuscito da tempo a garantirsi un posto tra i titolari della formazione rossoblù e grazie alle belle prestazioni ora si è messo sotto i riflettori, attirando spasimanti in tutta Italia. Non solo la Roma; anche l’Inter sarebbe interessata al portiere del Cagliari. Il club di Giulini potrebbe utilizzarlo come pedina di scambio per riavere il tanto desiderato Nainggolan, anche se comunque Cragno è uno dei pilastri della squadra quindi l’operazione non è del tutto scontata. Dall’altra parte Conte stima molto il portiere, che potrebbe prendere l’eredità di Handanovic. Proprio l’allenatore dei nerazzurri al termine della partita tra le due squadre ha fatto i complimenti all’estremo difensore definendolo come il migliore in campo. Ma passiamo ai numeri, perché in questa stagione Cragno è sceso in campo sempre da titolare. In 13 partite di campionato ha subito 24 gol e mantenuto la rete inviolata per 2 volte: nella partita contro la Sampdoria e in quella contro il Parma. Il classe ’94 ha giocato 5 volte contro la Roma. Ogni volta che Cragno ha difeso i pali del Cagliari contro i giallorossi, la sua squadra non ha mai vinto. Un pareggio e 4 sconfitte, questo il bottino del portiere, che in totale ha subito 9 reti dai capitolini.

Claudia Belli

L'articolo Mirante vs Cragno, possibili compagni nel prossimo anno? Il rossoblù vuole sfatare il tabù giallorosso sembra essere il primo su Romanews.

Mirante vs Cragno, possibili compagni nel prossimo anno? Il rossoblù vuole sfatare il tabù giallorosso

PARTITA ROMA CAGLIARI MIRANTE CRAGNO – Dopo la brutta sconfitta di domenica contro l’Atalanta, dove la Roma è uscita dal Gewiss Stadium con un passivo di 4 reti, i giallorossi hanno un solo imperativo: riscattarsi. I capitolini ritroveranno all’Olimpico il passato, perché sulla panchina del Cagliari ora siede l’ex Eusebio Di Francesco, autore della storica semifinale di Champions League. Si scende in campo per l’ultima volta in questo 2020: la quattordicesima giornata di Serie A è infatti l’ultima di questo anno nefasto, che era iniziato nel modo peggiore anche per la Roma con la sconfitta contro il Torino.

Roma, Antonio Mirante

Per mesi Mirante è stato esaltato, chiedendosi a cosa sono serviti tutti quei milioni spesi per Pau Lopez quando in rosa avevi un portiere affidabile. E così, complice anche un momento no dello spagnolo, protagonista anche di alcune papere, l’estremo difensore 37enne è diventato il titolare della Roma in campionato, lasciando al compagno di reparto i pali dell’Europa League. Mirante è stato una sicurezza per molte partite, mostrandosi sempre pronto e dedito alla causa. La prima giornata no del numero 83 è stata contro il Napoli, quando con i suoi errori (ma non solo) la Roma ha incassato ben 4 gol dai partenopei. La seconda, a poche giornate di distanza dalla precedente, è stata contro l’Atalanta e anche qui il passivo è stato di 4 reti. Negli occhi di tutti sicuramente è rimasto l’errore più grave, ossia l’uscita totalmente sbagliata in occasione del colpo di testa di Gosens, che ha ribaltato l’iniziale vantaggio giallorosso. In questa stagione in classe ’83 è partito dal 1′ in 10 occasioni su 13, le restanti è rimasto in panchina. E’ riuscito a mantenere la porta inviolata per 4 volte, subendo però nelle altre gare 15 gol. Il passivo si è inasprito nelle ultime giornate dove, come detto sopra, solo nelle due partite contro Napoli e Atalanta, ha incassato 8 gol. Mirante ha affrontato il Cagliari 19 volte, sia in campionato che in Coppa Italia. Il totale è di 6 vittorie, 7 pareggi e 6 sconfitte, con 16 gol incassati e 8 clean sheet. Il portiere ha affrontato i rossoblù difendendo i pali delle seguenti squadre: Siena, Sampdoria, Parma, Bologna e quindi Roma. Mirante è quindi ora chiamato a riscattarsi, perché nella Capitale già si vocifera di voler acquistare un portiere a gennaio. Per il campano è comunque pronto un rinnovo annuale, ossia fino al 2022, ma in questo caso -vista anche l’età- rimarrebbe come secondo portiere, così come prima degli errori di Pau Lopez era destinato anche per questi anni. In caso di cessione (la soluzione più verosimile è il prestito) dell’ex Real Betis, i Friedkin stanno valutando diversi profili. Nelle ultime indiscrezioni di gazzetta.it, i nomi in questione sono quelli di Gollini, Cragno e Silvestri, anche se il più fattibile nella finestra invernale sarebbe Sirigu, in rottura con il Torino.

Cagliari, Alessio Cragno

Come detto poco sopra, il portiere del Cagliari sarebbe nel mirino della Roma ma non per la prima volta. E’ infatti da quando Robin Olsen difendeva i pali giallorossi che i capitolini monitorano il classe ’94. Il toscano infatti, nonostante la giovane età è riuscito da tempo a garantirsi un posto tra i titolari della formazione rossoblù e grazie alle belle prestazioni ora si è messo sotto i riflettori, attirando spasimanti in tutta Italia. Non solo la Roma; anche l’Inter sarebbe interessata al portiere del Cagliari. Il club di Giulini potrebbe utilizzarlo come pedina di scambio per riavere il tanto desiderato Nainggolan, anche se comunque Cragno è uno dei pilastri della squadra quindi l’operazione non è del tutto scontata. Dall’altra parte Conte stima molto il portiere, che potrebbe prendere l’eredità di Handanovic. Proprio l’allenatore dei nerazzurri al termine della partita tra le due squadre ha fatto i complimenti all’estremo difensore definendolo come il migliore in campo. Ma passiamo ai numeri, perché in questa stagione Cragno è sceso in campo sempre da titolare. In 13 partite di campionato ha subito 24 gol e mantenuto la rete inviolata per 2 volte: nella partita contro la Sampdoria e in quella contro il Parma. Il classe ’94 ha giocato 5 volte contro la Roma. Ogni volta che Cragno ha difeso i pali del Cagliari contro i giallorossi, la sua squadra non ha mai vinto. Un pareggio e 4 sconfitte, questo il bottino del portiere, che in totale ha subito 9 reti dai capitolini.

Claudia Belli

L'articolo Mirante vs Cragno, possibili compagni nel prossimo anno? Il rossoblù vuole sfatare il tabù giallorosso sembra essere il primo su Romanews.

Roma porte aperte. Se a gennaio parte Lopez, ipotesi Sirigu

CALCIOMERCATO ROMA PORTIERE – Pau Lopez è stato il portiere più costoso che la Roma ha acquistato, ma tra i pali in Serie A scende da titolare Mirante. L’estremo difensore 37enne ha superato il compagno spagnolo in estate, quando quest’ultimo dopo una serie di errori era entrato in un vortice negativo. Mirante ha offerto sin da inizio stagione molta sicurezza tra i pali e garanzie, anche se nelle ultime partite sembrano essere svanite.

Ipotesi Sirigu

Come scrive gazzetta.it, il portiere è in procinto di rinnovare fino al 2022 ma i problemi fisici che affliggono Mirante lo porterebbero a rimanere non da titolare. E così se a gennaio i giallorossi trovassero una nuova squadra per Pau Lopez (più probabile in prestito), si libererebbe uno slot per un acquisto. Nel mirino, secondo la rosea, ci sarebbero Gollini, Silvestri e Cragno, ma a stagione in corso il trasferimento è pressoché impossibile. Per questo si fa avanti l’ipotesi Sirigu, che è in rottura col Torino. L’ex PSG è già stato cercato nelle ultime sessioni di mercato e un cambiamento potrebbe essere utile per trovare la convocazione per l’Europeo.

L'articolo Roma porte aperte. Se a gennaio parte Lopez, ipotesi Sirigu sembra essere il primo su Romanews.