Pedro fa i complimenti al Chelsea per la Champions League: “Vinciamo ancora”

PEDRO CHAMPIONS LEAGUE – L’attaccante giallorosso Pedro fa i complimenti al Chelsea per la vittoria della Champions League per 1-0 sul Manchester City. Il trequartista spagnolo ha giocato con la maglia dei Blues per 5 stagioni dal 2015 al 2020. Con una stories su Instagram ha voluto complimentarsi con la squadra londinese per il grande risultato raggiunto.

Leggi anche:
Rudiger: “Sempre forza Roma”

L'articolo Pedro fa i complimenti al Chelsea per la Champions League: “Vinciamo ancora” sembra essere il primo su Roma news.

Rudiger dopo la vittoria della Champions League: “Forza Roma sempre!”

ROMA RUDIGER CHAMPIONS LEAGUE – Il Chelsea ha vinto la sua seconda Champions League sconfiggendo per 1-0 il Manchester City grazie al gol Kai Haverts dopo 41 minuti. Protagonista del match anche Antonio Ruediger che ha giocato nella difesa a 3 di Tuchel. Il difensore tedesco al termine del match, durante i festeggiamenti, ha esultato ringraziando anche la Roma con la quale ha giocato per due stagioni: “Forza Roma sempre!” queste le sue parole. Il numero 2 è anche stato accostato ai giallorossi per un ritorno nella capitale nel prossimo mercato estivo. Ecco il video:

Leggi anche:
Champions League, il Chelsea batte il Manchester City

L'articolo Rudiger dopo la vittoria della Champions League: “Forza Roma sempre!” sembra essere il primo su Roma news.

Totti in Israele per la finale di Champions, polemiche sul web con Chef Rubio

TOTTI CHAMPIONS LEAGUE ISRAELE – L’ex calciatore e icona della Roma e del calcio italiano Francesco Totti sta per volare in Israele per seguire la finale di Champions League, prevista per domenica, e in rete impazzano le polemiche, per lo più a suon di tweet a sostengo della causa palestinese. Il ‘Capitano’ si recherà nella capitale israeliana Tel Aviv già da domani nell’ambito di un’iniziativa promossa dal principale sponsor della manifestazione sportiva, la multinazionale della birra olandese Heineken, come reso noto nei giorni scorso dal magazine della comunità ebraica di Roma, Shalom, e rilanciato ieri dalla pagina Facebook ‘Calcio israeliano’. L’ex stella della Roma, campione del mondo con la Nazionale nel 2006, verrà raggiunto nella capitale israeliana da quattro ‘amici’ sorteggiati che seguiranno con lui lo scontro finale della Champions League, tutto britannico, tra Chelsea e Manchester City. La presenza di Totti giunge in un momento delicato, nel pieno del cessate il fuoco raggiunto tra Israele e il movimento nazionalista palestinese Hamas dopo giorni di ostilità e oltre 200 morti, per la stragrande maggioranza cittadini palestinesi della Striscia di Gaza. Su Twitter non è mancato chi ha comunicato al ‘Capitano’ il disappunto, a partire dallo chef e conduttore televisivo Rubio che, come riporta Dire, rilanciando il video con il quale Totti ha annunciato la sua partenza per Israele, lo ha definito “servo dei sionisti”. Il post è stato rilanciato più volte e alcuni hanno fatto notare la differenza di scelte tra l’ex capitano della Roma e la star del Manchester City, Raheem Sterling, giamaicano naturalizzato britannico. Il calciatore, che disputerà la finale domenica, ha rifiutato un contratto da circa 100 milioni di euro con l’azienda di abbigliamento Puma, dopo una campagna dei movimenti che accusano la multinazionale di operare nei territori palestinesi occupati da Israele.

Leggi anche:
UEFA PRONTA AD ABOLIRE LA REGOLA DEI GOL IN TRASFERTA

L'articolo Totti in Israele per la finale di Champions, polemiche sul web con Chef Rubio sembra essere il primo su Roma news.

Champions League, la finale tra Chelsea e Manchester City trasloca a Porto

CHAMPIONS LEAGUE FINALE PORTO – La finale di Champions League era inizialmente prevista allo Stadio Olimpico Atatürk di Istanbul. Ma è sorto un problema, dal momento in cui il Regno Unito ha inserito la Turchia nella lista rossa delle destinazioni di viaggio Covid. Per questo motivo, come apprende l’ANSA, il big match tra Manchester City e Chelsea avrà luogo all’Estádio do Dragão di Porto il 29 maggio 2021.

Leggi anche:
Champions League, presto può nascere un nuovo format

L'articolo Champions League, la finale tra Chelsea e Manchester City trasloca a Porto sembra essere il primo su Roma news.

Champions League, tempo di verdetti: Mahrez porta avanti il City con il PSG

CHAMPIONS LEAGUE RISULTATI – Una due giorni che ci dirà quali le due squadre che si giocheranno ad Istanbul la prossima Champions League. Si apre dall’Etihad Stadium con il match fra Manchester City e PSG. Mercoledì sarà il turno di Chelsea-Real Madrid.

Martedì

Man City-PSG 0-0*

Mercoledì

Chelsea-Real Madrid

*in corso

L'articolo Champions League, tempo di verdetti: Mahrez porta avanti il City con il PSG sembra essere il primo su Roma news.

Champions League, tempo di verdetti: iniziata la seconda semifinale Chelsea-Real Madrid

CHAMPIONS LEAGUE RISULTATI – Una due giorni che ci dirà quali le due squadre che si giocheranno ad Istanbul la prossima Champions League. Si apre dall’Etihad Stadium con il match fra Manchester City e PSG. Mercoledì sarà il turno di Chelsea-Real Madrid.

Martedì

Man City-PSG 2-0 (11′, 63′ Mahrez)

Mercoledì

Chelsea-Real Madrid 0-0*

in corso *

L'articolo Champions League, tempo di verdetti: iniziata la seconda semifinale Chelsea-Real Madrid sembra essere il primo su Roma news.

Liverpool, Klopp contro la nuova Champions: “Non mi piace, troppe partite”

LIVERPOOL KLOPP CHAMPIONS LEAGUE – “Non puoi semplicemente introdurre gare sempre nuove. Quindi, sì, la Super League è fuori dal tavolo: bene, molto bene. Ma la nuova Champions League ora non è che pensi, ‘oh, fantastico”. Lo dice il tecnico del Liverpool, Jurgen Klopp, oggi in conferenza stampa. “Mi hanno mostrato l’idea e ho detto ‘non mi piace’ perché ci sono 10 partite nella fase a gironi invece di sei. Non ho idea di dove le metteremo”. “Le uniche persone che non vengono mai interpellate sono gli allenatori, i giocatori e i tifosi – dice inoltre Klopp riferendosi alle decisioni degli organismi sportivi -. Siamo già al limite, e quando tutti gli allenatori pensano lo stesso vuol dire che è un po’ troppo”.

Leggi anche:
Superlega, l’Esecutivo Uefa ha deciso: per ora nessuna sanzione per i club

L'articolo Liverpool, Klopp contro la nuova Champions: “Non mi piace, troppe partite” sembra essere il primo su Romanews.

Liverpool, Klopp contro la nuova Champions: “Non mi piace, troppe partite”

LIVERPOOL KLOPP CHAMPIONS LEAGUE – “Non puoi semplicemente introdurre gare sempre nuove. Quindi, sì, la Super League è fuori dal tavolo: bene, molto bene. Ma la nuova Champions League ora non è che pensi, ‘oh, fantastico”. Lo dice il tecnico del Liverpool, Jurgen Klopp, oggi in conferenza stampa. “Mi hanno mostrato l’idea e ho detto ‘non mi piace’ perché ci sono 10 partite nella fase a gironi invece di sei. Non ho idea di dove le metteremo”. “Le uniche persone che non vengono mai interpellate sono gli allenatori, i giocatori e i tifosi – dice inoltre Klopp riferendosi alle decisioni degli organismi sportivi -. Siamo già al limite, e quando tutti gli allenatori pensano lo stesso vuol dire che è un po’ troppo”.

Leggi anche:
Superlega, l’Esecutivo Uefa ha deciso: per ora nessuna sanzione per i club

L'articolo Liverpool, Klopp contro la nuova Champions: “Non mi piace, troppe partite” sembra essere il primo su Romanews.

Niente Superlega ma la ‘nuova Champions’ è lontana tre anni: il piano dell’UEFA per anticiparla

UEFA CHAMPIONS SUPERLEGA – Dai costi da contenere all’anticipo della Champions 2024. Dalla distribuzione delle risorse al rapporto con l’Ue. Oggi, nell’esecutivo straordinario, si comincia: in agenda le sedi dell’Europeo e un primo punto sul post-Superlega.

La ‘nuova Champions’ fa gola

Come riporta l’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport, a Juventus e Real Madrid non sarà sbarrata la strada delle prossime coppe. Ma a Nyon non vogliono più ripetere settimane così. Sarà dura accettare la “vecchia” Champions per i prossimi tre anni. Non che non sia bella, ma la presentazione della nuova (a 36) e l’utopia Superlega hanno distratto l’attenzione. L’Uefa sta pensando a un anticipo. I contratti fino al 2024 sono già firmati, ma si possono aggiornare. Il problema è il calendario. Il Mondiale a novembre/dicembre 2022 limita le date. Le soluzioni però non mancano, l’obiettivo sarebbe il via nel 2022-23. Non è ipotizzabile una nuova distribuzione dei ricavi Champions. Il ciclo 2018-21 prevede un fatturato annuo di 3,2 miliardi. Ai club dei tornei va il 78% (2,5 miliardi). Il restante 22% si compone di solidarietà per gli altri club (7%), costi organizzativi (9%) e investimenti Uefa per calcio femminile, giovani etc (6%). I club saranno più liberi di investire, ma le spese non dovranno più essere sprechi.

Leggi anche:
VOLLER: “SUPERLEGA? SONO CONTENTO CHE I FRIEDKIN ABBIANO DECLINATO”

L'articolo Niente Superlega ma la ‘nuova Champions’ è lontana tre anni: il piano dell’UEFA per anticiparla sembra essere il primo su Romanews.

Superlega, come cambierebbe la classifica della Serie A: Roma e Lazio in Champions. Sassuolo e Verona in Europa League

SUPERLEGA SERIE A – La Superlega può diventare realtà. E’ la notizia del momento: 12 squadre sono pronte a separarsi dal format classico delle competizioni europee per competere in un nuovo torneo, a partire già dalla prossima stagione. Ecco come cambierebbe la classifica della Serie A, tenendo conto delle adesioni alla Superlega di Juventus, Inter e Milan.

Leggi anche:
ECCO LA SUPERLEGA: LA NUOVA IDEA DELLE BIG D’EUROPA

Come cambia la classifica in Serie A

Con le tre big del calcio italiano out dalla Champions, il loro posto sarebbe preso da Napoli, Atalanta, Roma e Lazio. In Europa League invece andrebbero Sassuolo e Verona, attualmente all’ottavo e nono posto. A giocare la Conference League, a cui è ‘condannata’ la Roma allo stato attuale, sarebbe invece la Sampdoria, decima in campionato.

L'articolo Superlega, come cambierebbe la classifica della Serie A: Roma e Lazio in Champions. Sassuolo e Verona in Europa League sembra essere il primo su Romanews.