Dzeko out per due settimane: verso il forfait anche contro lo Shakhtar

DZEKO INFORTUNIO TEMPI – La Roma si prepara ad affrontare un altro periodo denso di impegni e dovrà farlo senza poter contare su Dzeko. Il bosniaco è andato ko dopo la sfida contro il Braga e dovrà rimanere ai box per un po’.

Dzeko, infortunio: ecco i tempi di recupero e quali sfide dovrà saltare

Ieri è arrivato il verdetto dell’urna di Nyon: la Roma affronterà lo Shakhtar agli ottavi di finale di Europa League. I giallorossi dovranno giocare contro un’altra ex di Fonseca, ma senza Dzeko. Come riportato dal Corriere della Sera, con ogni probabilità il bosniaco salterà il match d’andata contro la squadra di Castro, in programma l’11 marzo alle 21.00. La lesione di primo grado all’adduttore della gamba sinistra lo terrà infatti lontano dal campo per circa due settimane. Non ci sarà quindi in campionato contro Milan, Fiorentina e Genoa. Difficile anche pensare di recuperarlo per la prima sfida contro il club ucraino.

L'articolo Dzeko out per due settimane: verso il forfait anche contro lo Shakhtar sembra essere il primo su Romanews.

Tegola Dzeko: lesione all’adduttore, sarà valutato giorno per giorno

DZEKO INFORTUNIO – Arriva il responso dei test su Dzeko dopo l’infortunio contro il Braga: stop di due settimane per il centravanti della Roma. L’esito degli esami a cui s’è sottoposto questa mattina il centravanti bosniaco hanno evidenziato una lesione di primo grado dell’adduttore sinistro. Dzeko salterà certamente il big match col Milan e le sfide contro Fiorentina, Genoa oltre all’andata degli ottavi di finale di Europa League contro lo Shakhtar Donetsk. Da capire nei prossimi giorni se riuscirà a recuperare per il match del 14 marzo contro il Parma e per il ritorno degli ottavi contro lo Shakhtar. Il club giallorosso ha fatto sapere che la lesione all’adduttore della coscia sinistra rimediata dal bosniaco sarà valutata giorno per giorno.

L'articolo Tegola Dzeko: lesione all’adduttore, sarà valutato giorno per giorno sembra essere il primo su Romanews.

Infortunio all’adduttore per Dzeko, ora il Milan è più lontano

INFORTUNIO DZEKO – Gioia e dolori per Edin Dzeko. Dolore è sicuramente quello che al 67′ lo ha costretto ad alzare bandiera bianca e a lasciare il campo. Il bosniaco, autore del primo gol giallorosso, nel secondo tempo della gara di Europa League con il Braga, durante un allungo ha sentito un fastidio all’inguine. Lui stesso ha incrociato lo sguardo di Paulo Fonseca per chiedergli di anticipare la staffetta con Borja Mayoral già prevista. Sentimenti contrapposti per il bomber che ha prima regalato il vantaggio alla Roma e poi ha subito l’ infortunio muscorale che ora gli fa vedere il Milan un po’ più lontanto.

Le condizioni di Dzeko

Nel post partita di Roma-Braga, lo staff giallorosso ha confermato il fastidio all’adduttore sinistro per Edin Dzeko. Le condizioni del calciatore sono da valutare. Intanto la squadra di Paulo Fonseca si ritroverà domani alle 11:00 a Trigoria per prepare il big match di domenica con i rossoneri.

L'articolo Infortunio all’adduttore per Dzeko, ora il Milan è più lontano sembra essere il primo su Romanews.

Dzeko il “castiga Braga” supera anche Totti: adesso è il romanista con più gol nelle coppe europee

DZEKO BRAGA GOL – Con la seconda rete segnata al Braga nei due match del turno, Edin Dzeko merita a pieno titolo l’appellattivo di azionista di maggiornaza della sfida. Il bosniaco non solo ha aperte le marcature in gara 1, la scorsa settimana in Portogallo, a dare il la allo 0-2 completato da Borja Mayoral. Ha messo lo zampino anche in gara 2. Sul prato dell’Olimpico ha nuovamente sbloccato il risultato con un preciso destro diagonale che ha regalato l’1-0 ai giallorossi. Dzeko non andava a segno per tre presenze consecutive in Europa League da 13 anni, precisamente dal dicembre 2008 con la maglia del Wolfsburg.

Dzeko gol e record nelle competizioni europee

Con questa rete inoltre il numero 9 ha raggiunto la doppia cifra di gol tra campionato e coppe in ciascuna delle sei stagioni disputate con la maglia della Roma. La marcatura al Braga fa poi diventare Dzeko il giocatore della Roma ad aver segnato più gol nelle competizioni europee (escluse le qualificazioni): 29 reti, superando Francesco Totti (28).

L'articolo Dzeko il “castiga Braga” supera anche Totti: adesso è il romanista con più gol nelle coppe europee sembra essere il primo su Romanews.

Roma, continua la staffetta in attacco: Dzeko pronto a tornare titolare contro il Braga

ROMA BRAGA DZEKO TITOLARE – Questa sera alle 21.00 la Roma scenderà in campo per affrontare il Braga, nel match valido per il ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League. Dzeko, partito dalla panchina contro il Benevento, si prepara a tornare titolare.

Roma, contro il Braga Dzeko torna titolare e con il Milan…

In conferenza Fonseca non dà mai troppe indicazioni riguardo alla sua formazione titolare, ma è facile immaginare che questa sera Dzeko torni titolare. Come riportato da Il Messaggero, durante gli ultimi allenamenti infatti è stato provato in attacco insieme ad El Shaarawy e Pedro. Prove che sembrano preannunciare una staffetta in attacco, per poi magari far tornare il bosniaco dal primo minuto anche contro il Milan. Il numero 9 ha infatti bisogno di ritrovare il ritmo giusto. Nell’ultimo mese ha giocato solo 152 dei 540 minuti in cui la Roma è stata in campo. Sulla trequarti il Faraone e l’ex Chelsea sembrano essere una garanzia, mentre in difesa prosegue l’emergenza infortuni. Spinazzola non è al top, ma con Fazio e Jesus fuori dalla lista UEFA, Fonseca non ha alternative.

L'articolo Roma, continua la staffetta in attacco: Dzeko pronto a tornare titolare contro il Braga sembra essere il primo su Romanews.

Roma, ti serve il miglior Dzeko: Fonseca pensa a lui per il Milan

ROMA ATTACCO BIG – Alla Roma serve qualcosa in più in attacco. Negli scontri diretti, c’è bisogno dell’acuto del centravanti. Conte lo ha con Lukaku (17 reti in campionato, delle quali 4 a Lazio, Napoli e nei due derby), Pioli con Ibrahimovic (14 centri, di cui 2 al Napoli, 2 alla Roma e 2 all’Inter), Inzaghi grazie a Immobile (14 segnando a Milan e Roma), Gasperini addirittura ha l’imbarazzo della scelta tra Zapata (9 centri di cui 3 a Milan, Roma e Napoli) e Muriel (14 marcature con vittime illustri Roma e Napoli).

Il magro bottino di Dzeko e Mayoral: serve di più

Il bottino di Dzeko e Mayoral è ben più magro: 13 reti in due che, a conti fatti, arrivano a mala pena alla metà dei gol segnati singolarmente dai loro rivali. Fonseca, come scrive Il Messaggero, è riuscito parzialmente ad aggirare il problema con centrocampisti e trequartisti. Il tandem VeretoutMkhitaryan in campionato ha già segnato 18 reti (9 e 9), Pellegrini e Pedro (a lungo assente) 4 ciascuno. E ora, l’innesto di El Shaarawy promette altre segnature. Il problema però sussiste. Perché nei grandi match, è il centravanti che spesso e volentieri fa la differenza. Sinora a Edin è riuscito a Bergamo, in una gara poi persa, e nella partita d’andata contro il Milan, sfruttando una papera di Tatarusanu. Rendimento insufficiente soprattutto per come il bosniaco aveva abituato in passato e per andare in Champions League. Per ritornare nell’Europa che conta servirà il miglior Dzeko da oggi a fine campionato. Tra domani e domenica, intanto, Fonseca sembra orientato a ripristinare le gerarchie: Mayoral titolare con il Braga, il bosniaco con il Milan. Se così non accadesse, sarebbe difficile spiegare la scelta, che rischierebbe di venir etichettata come un risentimento personale visto che va in controtendenza con l’impiego del bosniaco sino al 19 gennaio.

L'articolo Roma, ti serve il miglior Dzeko: Fonseca pensa a lui per il Milan sembra essere il primo su Romanews.

Roma, ti serve il miglior Dzeko: Fonseca pensa a lui per il Milan

ROMA ATTACCO BIG – Alla Roma serve qualcosa in più in attacco. Negli scontri diretti, c’è bisogno dell’acuto del centravanti. Conte lo ha con Lukaku (17 reti in campionato, delle quali 4 a Lazio, Napoli e nei due derby), Pioli con Ibrahimovic (14 centri, di cui 2 al Napoli, 2 alla Roma e 2 all’Inter), Inzaghi grazie a Immobile (14 segnando a Milan e Roma), Gasperini addirittura ha l’imbarazzo della scelta tra Zapata (9 centri di cui 3 a Milan, Roma e Napoli) e Muriel (14 marcature con vittime illustri Roma e Napoli).

Il magro bottino di Dzeko e Mayoral: serve di più

Il bottino di Dzeko e Mayoral è ben più magro: 13 reti in due che, a conti fatti, arrivano a mala pena alla metà dei gol segnati singolarmente dai loro rivali. Fonseca, come scrive Il Messaggero, è riuscito parzialmente ad aggirare il problema con centrocampisti e trequartisti. Il tandem VeretoutMkhitaryan in campionato ha già segnato 18 reti (9 e 9), Pellegrini e Pedro (a lungo assente) 4 ciascuno. E ora, l’innesto di El Shaarawy promette altre segnature. Il problema però sussiste. Perché nei grandi match, è il centravanti che spesso e volentieri fa la differenza. Sinora a Edin è riuscito a Bergamo, in una gara poi persa, e nella partita d’andata contro il Milan, sfruttando una papera di Tatarusanu. Rendimento insufficiente soprattutto per come il bosniaco aveva abituato in passato e per andare in Champions League. Per ritornare nell’Europa che conta servirà il miglior Dzeko da oggi a fine campionato. Tra domani e domenica, intanto, Fonseca sembra orientato a ripristinare le gerarchie: Mayoral titolare con il Braga, il bosniaco con il Milan. Se così non accadesse, sarebbe difficile spiegare la scelta, che rischierebbe di venir etichettata come un risentimento personale visto che va in controtendenza con l’impiego del bosniaco sino al 19 gennaio.

L'articolo Roma, ti serve il miglior Dzeko: Fonseca pensa a lui per il Milan sembra essere il primo su Romanews.

Roma, Volpato rinnova fino al 2024: “Incredibile allenarsi con Dzeko, Mkhitaryan e Pedro”

ROMA VOLPATO RINNOVO – Cristian Volpato, centrocampista della Roma Under 18 assistito dall’agenzia di Francesco Totti, ha rinnovato il suo contratto fino al 2024. E’ stato proprio lui ad annunciarlo durante un’intervista a The World Game. Queste le sue parole: “È tutto perfetto. Anche se non abbiamo giocato molte partite, mi hanno detto che avrebbero aspettato fino a giugno per farmi firmare il nuovo contratto, per vedermi giocare più partite. Ma ho giocato in alcune partite di allenamento, anche contro la prima squadra, e loro credevano che fossi stato all’altezza, quindi me l’hanno offerto. Il momento clou è stato sicuramente giocare contro la prima squadra. Mi sono allenato con loro. Anzi, in realtà abbiamo fatto una piccola partita, e io marcavo Pedro. Quella è stata la migliore esperienza della mia vita. Vedendo Dzeko, Mkhitaryan… Wow”. Ha aggiunto: “Quando ho fatto il mio debutto per la prima volta, l’anno scorso, c’era proprio una grande differenza. Il modo in cui muovono la palla, quanto sono veloci e forti, è proprio livello successivo. Mi sto ancora abituando. Ma più partite faccio, più mi abituerò. Tutto quello che voglio fare è rendere fiero mio nonno. È stata la prima persona con cui ho preso a calci un pallone quando avevo quattro, cinque anni. Sarebbe più facile giocare con l’Italia in quanto è più facile con i viaggi. Ed è l’Europa, qui è dove vuoi essere. Ma in Australia sono nato, quindi non posso escluderla. Sono aperto a entrambe le soluzioni”.

L'articolo Roma, Volpato rinnova fino al 2024: “Incredibile allenarsi con Dzeko, Mkhitaryan e Pedro” sembra essere il primo su Romanews.

Roma, Volpato rinnova fino al 2024: “Incredibile allenarsi con Dzeko, Mkhitaryan e Pedro”

ROMA VOLPATO RINNOVO – Cristian Volpato, centrocampista della Roma Under 18 assistito dall’agenzia di Francesco Totti, ha rinnovato il suo contratto fino al 2024. E’ stato proprio lui ad annunciarlo durante un’intervista a The World Game. Queste le sue parole: “È tutto perfetto. Anche se non abbiamo giocato molte partite, mi hanno detto che avrebbero aspettato fino a giugno per farmi firmare il nuovo contratto, per vedermi giocare più partite. Ma ho giocato in alcune partite di allenamento, anche contro la prima squadra, e loro credevano che fossi stato all’altezza, quindi me l’hanno offerto. Il momento clou è stato sicuramente giocare contro la prima squadra. Mi sono allenato con loro. Anzi, in realtà abbiamo fatto una piccola partita, e io marcavo Pedro. Quella è stata la migliore esperienza della mia vita. Vedendo Dzeko, Mkhitaryan… Wow”. Ha aggiunto: “Quando ho fatto il mio debutto per la prima volta, l’anno scorso, c’era proprio una grande differenza. Il modo in cui muovono la palla, quanto sono veloci e forti, è proprio livello successivo. Mi sto ancora abituando. Ma più partite faccio, più mi abituerò. Tutto quello che voglio fare è rendere fiero mio nonno. È stata la prima persona con cui ho preso a calci un pallone quando avevo quattro, cinque anni. Sarebbe più facile giocare con l’Italia in quanto è più facile con i viaggi. Ed è l’Europa, qui è dove vuoi essere. Ma in Australia sono nato, quindi non posso escluderla. Sono aperto a entrambe le soluzioni”.

L'articolo Roma, Volpato rinnova fino al 2024: “Incredibile allenarsi con Dzeko, Mkhitaryan e Pedro” sembra essere il primo su Romanews.

Dzeko a caccia del gol numero 10 contro il Benevento, ma il titolare è Mayoral

BENEVENTO ROMA DZEKO MAYORAL – Roma-Benevento, match valido per il 23° turno di Serie A, andrà in scena oggi alle 20.45 allo Stadio Ciro Vigorito. I giallorossi devono fare i conti con una difesa decimata, ma allo stesso tempo possono fare affidamento su un attacco sempre affamato di gol.

Roma: Dzeko vuole la doppia cifra, ma è Mayoral il titolare contro il Benevento

La Roma ha dimostrato di essere una vera cooperativa del gol. Non a caso, come riportato da La Gazzetta dello Sport, è l’unica squadra ad avere ben tre giocatori già in doppia cifra. Uno di questi è Borja Mayoral, che con ogni probabilità sarà in campo dal primo minuto oggi contro il Benevento. Lo spagnolo ha raggiunto quota 10 gol (4 in Europa League e 6 in Serie A) prima e con meno minuti in campo del compagno di reparto Edin Dzeko, attualmente fermo a 9 (7 in campionato e 2 nella competizione europea). Al bosniaco manca quindi poco e forse potrebbe andare in doppia cifra già questa sera contro la squadra di Inzaghi. L’alternanza tra i due continua e probabilmente Fonseca andrà avanti così ancora a lungo. Un’indicazione importante arriverà sicuramente contro il Milan, quando si capirà se le gerarchie in attacco sono state definitivamente e irreversibilmente ribaltate.

L'articolo Dzeko a caccia del gol numero 10 contro il Benevento, ma il titolare è Mayoral sembra essere il primo su Romanews.