Sacchi: “Il calcio da sempre è uno sport inclusivo, la Superlega lo trasforma in un circo”

SACCHI INTERVISTA SUPERLEGA – Arrigo Sacchi, storico ex allenatore di Milan e Nazionale Italiana, ha rilasciato un’intervista a La Gazzetta dello Sport in cui ha raccontato tutte le sue perplessità sul progetto Superlega. Ecco le sue parole.

L’intervista ad Arrigo Sacchi

“La visione elitaria è un concetto diametralmente opposto a quello dello sport, che è inclusivo e non esclusivo. È evidente quindi che la Superlega vada contro lo sport e contro il calcio. Può diventare un circo“.

Sacchi, qual è stato il suo primo pensiero alla notizia della nascita della Superlega?
“La Superlega non mi piace perché il calcio è così bello per la sua universalità. Dobbiamo avere la lucidità di analizzare in profondità la situazione per capire come siamo arrivati a questo. Il calcio è popolare perché tutti lo possono praticare, anche con spese minime rispetto ad altri sport. Il calcio fa parte della razza umana: possono giocare alti e bassi; ragazzi dal fisico imponente e mingherlini. Difficile trovare un altro sport così universale. Però il calcio ha tre grandi avversari: il divismo, il business e i bilanci in rosso. Sono tre elementi che trasformano tutto. Le istituzioni sono state poco severe verso i bilanci in rosso. Chi governa il calcio deve accorgersi che, pur di aumentare i profitti a discapito dello spettacolo, è cresciuto esponenzialmente il numero delle partite ed è diminuito drasticamente il tempo dedicato agli allenamenti“.

È preoccupato per il futuro del calcio?
“No, perché mi auguro che il progetto della Superlega venga accantonato. E perché spero che si apra una discussione generale sulla situazione del calcio. Bisogna sfruttare l’occasione per ripartire da altre basi. Tutti hanno chiuso gli occhi davanti alle distorsioni del sistema attualmente in vigore“.

Leggi anche:
FLORENTINO PEREZ SPIEGA LA SUPERLEGA: “SALVERA’ IL CALCIO”

L'articolo Sacchi: “Il calcio da sempre è uno sport inclusivo, la Superlega lo trasforma in un circo” sembra essere il primo su Romanews.

Mayoral: “Dovevamo fare più gol nel primo tempo. Sconfitta difficile da digerire”

TORINO ROMA MAYORAL – Tutte le dichiarazioni di Borja Mayoral in occasione di Torino-Roma, match valido per la 31a giornata di Serie A.

Borja Mayoral a Sky Sport

Cosa è successo alla Roma?
“Penso che abbiamo iniziato bene la partita, c’erano tanti spazi. Abbiamo segnato ma non abbiamo sfruttato le occasioni, dopo loro hanno fatto gol”.

Una sconfitta nell’atteggiamento?
“No, una sconfitta difficile da assimilare ma dobbiamo pensare alla prossima partita”.

Leggi anche
Vizi e virtù (poche) della desolante Roma di campionato

Pensi possa essere sconfitta pesante per l’Europa?
“La verità è che abbiamo giocato tante partite. Penso che oggi potevamo fare molto di più, soprattutto nel primo tempo. Nella ripresa abbiamo perso”.

Fonseca parlava di concentrazione, è tutto qui?
“No, penso che le nostre occasioni sono state più chiare che le loro, ma non possiamo pensare di più e andare avanti”.

L'articolo Mayoral: “Dovevamo fare più gol nel primo tempo. Sconfitta difficile da digerire” sembra essere il primo su Romanews.

Torino, Nicola: “Eccellenti sotto tutti i punti di vista. Contro le big come la Roma bisogna restare sul pezzo”

TORINO ROMA INTERVISTE – Tutte le dichiarazioni del tecnico granata Davide Nicola in occasione di Torino-Roma, match valido per la 31a giornata di Serie A.

Nicola a Sky Sport

C’erano tutte le condizioni per andare in difficoltà, ma la squadra è rimasta solida mentalmente e ha fatto male alla Roma già dal primo tempo. E’ un percorso virtuoso, è d’accordo?
“Sì, sono felice per i ragazzi. Oggi hanno messo tutto quello su cui stiamo lavorando. La prestazione è stata eccellente sotto tutti i punti di vista anche se paradossalmente, pur avendo la convinzione di star facendo una buona partita, abbiamo dovuto mantenere l’equilibrio”.

Sul gruppo…
Credo la qualità e l’entusiasmo che il gruppo sta mettendo nel giocare. Sono soddisfatto perché stanno crescendo. Sono contento per Zaza che è entrato, ma anche Belotti, Verdi, Nkoulou, bravi loro. Incontriamo squadre qualitative al pari della Roma e bisogna essere sul pezzo.

Risultato figlio di un percorso?
Sì, ci siamo sempre concentrati sul percorso. E’ l’unica cosa che puoi controllare. Già con l’Inter abbiamo fatto un’ottima prestazione, con la Juve prestazione importante e oggi forse è la prima vittoria con una grande. Ma la strada è lunga.

Verdi la odia? Da centrocampista deve correre di più…
Non credo, un giorno si renderà conto che è quello che pensiamo tutti e la sua collazione migliore per le sue caratteristiche.

Cosa ha detto alla squadra?
Già prima della partita abbiamo parlato di poter fare una prestazione con un livello di energia notevole per tutta la partita. Non sempre ci siamo riusciti, oggi sì. Per me è importante che acquisiscano il senso di autoefficacia, hanno qualità. Oggi siamo andati in svantaggio, forse non siamo partita in maniera decisa ma poi ci siamo avvicinati all’idea che vogliamo per la squadra e per le sue caratteristiche.

L'articolo Torino, Nicola: “Eccellenti sotto tutti i punti di vista. Contro le big come la Roma bisogna restare sul pezzo” sembra essere il primo su Romanews.

Fonseca: “Mi assumo le colpe di un campionato deludente. Quarto posto? Devo essere onesto, è difficile”

TORINO ROMA INTERVISTE FONSECA – Tutte le dichiarazioni del tecnico giallorosso Paulo Fonseca in occasione di Torino-Roma, match valido per la 31a giornata di Serie A.

Fonseca a Sky Sport

Magari inconsciamente la squadra toglie le energie al campionato in favore dell’Europa League, la vede così?
“Magari non deve essere cosi, la verità è che abbiamo giocato 2 giorni fa e abbiamo cambiato molto. Abbiamo problemi con terzini e difensori, abbiamo poche possibilità. Se la squadra sta pensando più all’Europa League credo che dovevamo pensare di più al campionato e non l’abbiamo fatto”.

Eppure le condizioni per fare bene c’erano. La ripresa?
“Abbiamo fatto il primo gol, abbiamo avuto le occasioni per chiudere il match e non l’abbiamo fatto, il Torino ha fatto meglio, è stato più aggressivo e ha meritato”.

Sugli errori individuali, in campionato si abbassa la concentrazione…
“E’ quello che è mancato a questa squadra. E’ una questione di concentrazione, in Europa League la squadra è più concentrata. La squadra ha fatto tanti errori”.

Campionato fortemente negativo, sente di aver sbagliato?
“E’ vero, devo assumermi le mie responsabilità. E’ difficile, in campionato abbiamo sbagliato di più”.

Compromesso l’obiettivo quarto posto?
“Devo essere onesto, è difficile. C’è la matematica possibilità ma è difficile”.

Ci sono giocatori indispensabili? Spinazzola?
“Ci sono giocatori che sono stati più importanti durante la stagione per la squadra, Spinazzola è uno di quelli che ha fatto una grande stagione. Oggi non abbiamo avuto Calafiori che era stanco, anche Mancini che ha giocato tutte le partite. Quando non si hanno giocatori poi succede questo”.

Leggi anche
Vizi e virtù (poche) della desolante Roma di campionato

Fonseca a Roma Tv

Possono esserci tanti rimpianti, eravate andati in vantaggio…
“E’ vero, nel primo tempo abbiamo avuto tante possibilità di chiudere la partita e nel secondo tempo il Torino ha giocato meglio, sono stati più lunghi, devo dire che nel secondo tempo ha vinto bene”.

Ha cambiato diversi giocatori da giovedì, ha pesato nel complesso del gruppo o nella stanchezza di qualcuno?
“Penso che quando si cambia può succedere. Oggi non abbiamo avuto la possibilità di giocare con Spinazzola, Calafiori, Karsdorp, Mancini… Non deve succedere ma non è la stessa cosa”.

La Roma è più lontana dal quarto posto, come si gestisce il gruppo?
“Dobbiamo continuare. E’ più difficile adesso ma matematicamente è possibile. Abbiamo una competizione importante come l’Europa League ma dobbiamo pensare partita per partita”.

L’Atalanta può essere uno stimolo in più?
“Sì può essere ma sarà una partita difficile, vediamo quale giocatore possiamo recuperare per la partita”.

L'articolo Fonseca: “Mi assumo le colpe di un campionato deludente. Quarto posto? Devo essere onesto, è difficile” sembra essere il primo su Romanews.

Torino, Zaza: “Battuta una grande squadra. E’ tornato lo spirito Toro”

TORINO ROMA ZAZA – Tutte le dichiarazioni del giocatore granata in occasione di Torino-Roma, match valido per la 31a giornata di Serie A.

Zaza a Sky Sport

Sei entrato e hai segnato, come ti sei sentito?
È stato un gol importante per rimontare la partita. Abbiamo vinto contro una squadra forte. Dobbiamo continuare con questo entusiasmo.

Cosa c’è stato dentro questa vittoria?
Dovevamo giocare con più coraggio e lo sapevamo e lo abbiamo fatto contro una squadra offensiva. Sono molto contento.

In cosa è cresciuto questo toro?
Dalla consapevolezza di sapere che siamo forti e ora lo stiamo dimostrando. Lo spirito Toro finalmente è tornato.

Leggi anche
Vizi e virtù (poche) della desolante Roma di campionato

L'articolo Torino, Zaza: “Battuta una grande squadra. E’ tornato lo spirito Toro” sembra essere il primo su Romanews.

Ibanez: “Abbiamo iniziato bene e poi siamo stati bravi a non subire gol. Ora bisogna rientrare in campo allo stesso modo”

TORINO ROMA INTERVISTE – Tutte le dichiarazioni del giallorosso in occasione di Torino-Roma, match valido per la 31a giornata di Serie A.

Ibanez a Sky

Il commento sul primo tempo.
“Abbiamo iniziato bene, marcando alto, poi il Torino ha risposto bene. Abbiamo gestito bene, non abbiamo preso gol e dobbiamo rientrare in campo bene nel secondo tempo”.

Sei uno di quelli che è sempre in campo e non riposa mai, non ti stanchi?
“Ci stanchiamo, ma dobbiamo lottare sempre”.

L'articolo Ibanez: “Abbiamo iniziato bene e poi siamo stati bravi a non subire gol. Ora bisogna rientrare in campo allo stesso modo” sembra essere il primo su Romanews.

Mirante: “Abbiamo bisogno di tante vittorie, a partire da oggi”

TORINO ROMA INTERVISTE – Tutte le dichiarazioni del giallorosso in occasione di Torino-Roma, match valido per la 31a giornata di Serie A.

Mirante a Roma Tv

“Dobbiamo pensare a noi stessi. Sarà importante fare tante vittorie”.

Il Torino ha bisogno di punti…
“Tutti hanno bisogno di vincere, da entrambe le parti vogliamo la vittoria e i tre punti, sia noi che il Torino

L'articolo Mirante: “Abbiamo bisogno di tante vittorie, a partire da oggi” sembra essere il primo su Romanews.

Mirante: “Abbiamo bisogno di tante vittorie, a partire da oggi”

TORINO ROMA INTERVISTE – Tutte le dichiarazioni del giallorosso in occasione di Torino-Roma, match valido per la 31a giornata di Serie A.

Mirante a Roma Tv

“Dobbiamo pensare a noi stessi. Sarà importante fare tante vittorie”.

Il Torino ha bisogno di punti…
“Tutti hanno bisogno di vincere, da entrambe le parti vogliamo la vittoria e i tre punti, sia noi che il Torino

L'articolo Mirante: “Abbiamo bisogno di tante vittorie, a partire da oggi” sembra essere il primo su Romanews.

Manchester United, Pogba avvisa la Roma: “Dobbiamo e vogliamo vincere qualcosa, non sono bravo a perdere”

MANCHESTER UNITED POGBA ROMA INTERVISTA – Il Manchester United sarà il prossimo avversario della Roma nelle semifinali di Europa League (andata 29 aprile, ritorno 6 maggio). Il giocatore dei ‘Red Devils’ Paul Pogba ha rilasciato una lunga intervista a Sky Sports, nella quale ha parlato di alcuni compagni di squadra, ma anche degli obiettivi stagionali. Ecco alcune delle sue parole:

Leggi anche:
Roma, una semifinale per tentare la rivincita: ecco il Manchester United di Pogba e Bruno Fernandes

Pogba a Sky Sports

“Voglio solamente vincere qualcosa; non mi piace giocare e non vincere. Non sono bravo a perdere, e non lo sarò mai, perciò ogni volta che gioco, voglio vincere. Personalmente, lo vogliamo davvero tanto. Penso che ci stiamo avvicinando; vedo dei miglioramenti. Siamo ancora in Europa League, abbiamo ancora qualcosa da giocarci. E per quanto riguarda il campionato, fino a che il Manchester City non avrà il trofeo in mano, noi continueremo a fare il nostro e a lavorare. Abbiamo ancora la possibilità di vincere qualcosa, perciò perchè no?

L'articolo Manchester United, Pogba avvisa la Roma: “Dobbiamo e vogliamo vincere qualcosa, non sono bravo a perdere” sembra essere il primo su Romanews.

Veretout: “Mi hanno contattato tanti club, ma ho voluto la Roma. Non escludo un ritorno in Francia”

ROMA VERETOUT INTERVISTA – Jordan Veretout è senza dubbio uno dei giocatori più importanti della Roma di Fonseca. Con ben 11 gol all’attivo, il francese è uno dei trascinatori della rosa giallorossa ma, nonostante questo, non è riuscito ancora a trovare la convocazione della sua Nazionale. A pochi mesi dall’Europeo, è lo stesso Veretout che prova a mandare un messaggio al ct della Francia dai microfoni della radio ‘RTL’: “Indossare la maglia della nazionale è un sogno per me. Sono arrivato all’Under 18, con una grande generazione, abbiamo vinto il Mondiale Under 20. Indossare questa maglia è sicuramente un sogno”.

Leggi anche:
Veretout festeggia il passaggio del turno in Europa League con una torta speciale (FOTO)

Prima di scegliere la Roma e diventare uno degli elementi imprescindibili, però, la carriera di Veretout poteva prendere altre strade: “È un club storico, ma anche la città e la vita che avrebbe avuto la mia famiglia hanno pesato nella scelta. Mi avevano contattato diversi club, ma alla fine ho voluto la Roma”. A Trigoria ormai il francese è diventato il re dei calci di rigore, che gli hanno permesso anche di raggiungere il record di Platini per gol in una stagione di Serie A: “Mi rende fiero questo fatto. Quando giocatori del calibro di Dzeko e Kolarov ti dicono di calciarli inevitabilmente ti dà tanta fiducia. Il giocatore che mi ha impressionato di più in Serie A? Nainggolan quando era alla Roma”. Infine, non esclude un ritorno in patria: “Perché no?”.

L'articolo Veretout: “Mi hanno contattato tanti club, ma ho voluto la Roma. Non escludo un ritorno in Francia” sembra essere il primo su Romanews.