Superlega, Roma e Lazio fuori: la classifica può essere stravolta

SUPERLEGA ROMA SERIE A CALCIO – E’ scoppiato il caos Superlega, la nuova competizione che rischia di cambiare per sempre il calcio. Tra le 12 squadre fondatrici non ci sono le squadre romane. Roma e Lazio si sono tirate fuori ma seguono con attenzione gli sviluppi. L’aspetto positivo è che dopo anni, sarebbe molto più facile lottare per il tricolore. Tuttavia l’esclusione di Milan, Inter e Juventus dal campionato italiano sarebbe un problema enorme, e sicuramente uno Scudetto senza batterle non avrebbe di sicuro lo stesso sapore.

Manchester e Arsenal a rischio esclusione: possibilità finale tra Roma e Villarreal

Come scrive Il Messaggero, la Roma non ha commentato ufficialmente la nuova manifestazione, ma trapela scetticismo. Il presidente Dan Friedkin ha preferito non uscire allo scoperto, anche se i dirigenti della società hanno rinnovato la fedeltà alla Uefa e al suo presidente Ceferin. Uefa che ha minacciato di escludere tutti i club che prenderanno parte alla Superlega dalle Coppe internazionali, e quel punto potrebbero esserci dei clamorosi ribaltamenti di fronte, che riguarderebbero proprio la Roma. Il Manchester United, infatti, facendo parte dei club fondatori e prossimo avversario dei giallorossi, sarebbe escluso dall’Europa League e permetterebbe alla Roma di volare direttamente in finale dove affronterà il Villarreal, anche loro in finale perché avversari dell’Arsenal, club fondatore.

Leggi anche:
SUPERLEGA, I FIEDKIN DURI CONTRO I CLUB SCISSIONISTI

L'articolo Superlega, Roma e Lazio fuori: la classifica può essere stravolta sembra essere il primo su Romanews.

Superlega, come cambierebbe la classifica della Serie A: Roma e Lazio in Champions. Sassuolo e Verona in Europa League

SUPERLEGA SERIE A – La Superlega può diventare realtà. E’ la notizia del momento: 12 squadre sono pronte a separarsi dal format classico delle competizioni europee per competere in un nuovo torneo, a partire già dalla prossima stagione. Ecco come cambierebbe la classifica della Serie A, tenendo conto delle adesioni alla Superlega di Juventus, Inter e Milan.

Leggi anche:
ECCO LA SUPERLEGA: LA NUOVA IDEA DELLE BIG D’EUROPA

Come cambia la classifica in Serie A

Con le tre big del calcio italiano out dalla Champions, il loro posto sarebbe preso da Napoli, Atalanta, Roma e Lazio. In Europa League invece andrebbero Sassuolo e Verona, attualmente all’ottavo e nono posto. A giocare la Conference League, a cui è ‘condannata’ la Roma allo stato attuale, sarebbe invece la Sampdoria, decima in campionato.

L'articolo Superlega, come cambierebbe la classifica della Serie A: Roma e Lazio in Champions. Sassuolo e Verona in Europa League sembra essere il primo su Romanews.

Per Roma-Lazio è partita la caccia all’invito

ROMA LAZIO TIFOSI – Sette mesi dopo il fallimento dei primi tentativi di riportare spettatori negli stadi, dovuto alla seconda ondata di Coronavirus, il calcio ci vuole riprovare in vista dell’Europeo.

E già caccia all’invito

L’Olimpico, destinato ad accogliere agli Europei di giugno quasi 16mila spettatori, farà le prove con tre partite: Lazio-Genoa, Roma-Crotone e Roma-Lazio. E, come riporta Il Messaggero, è già partita la caccia allo sponsor, soprattutto per quanto riguarda il derby: in molti tenteranno infatti di far valere qualche aggancio con i vari sponsor del club giallorosso per rimediare un biglietto per la partita del 16 maggio.

L'articolo Per Roma-Lazio è partita la caccia all’invito sembra essere il primo su Romanews.

Derby sul mercato per Kolasinac: Roma e Lazio interessate al terzino

CALCIOMERCATO KOLASINAC – Sul mercato è derby per Sead Kolasinac. Secondo quanto riportato da Sport Bind, sia la Roma che la Lazio sono interessate al terzino bosniaco di proprietà dello Schalke 04, attualmente in prestito all’Arsenal. Il giocatore sembra destinato a dire addio ad entrambi i club a fine stagione. In Premier infatti fatica a trovare spazio, mentre la squadra di Grammozis, ultima in Bundesliga, sembra ormai destinata a retrocedere. Kolasinac era già stato accostato ai giallorossi alcuni mesi fa per rinforzare la fascia sinistra.

Leggi anche:
Lamela può tornare in Italia: Roma la prima scelta, ma…

L'articolo Derby sul mercato per Kolasinac: Roma e Lazio interessate al terzino sembra essere il primo su Romanews.

Derby sul mercato per Kolasinac: Roma e Lazio interessate al terzino

CALCIOMERCATO KOLASINAC – Sul mercato è derby per Sead Kolasinac. Secondo quanto riportato da Sport Bind, sia la Roma che la Lazio sono interessate al terzino bosniaco di proprietà dello Schalke 04, attualmente in prestito all’Arsenal. Il giocatore sembra destinato a dire addio ad entrambi i club a fine stagione. In Premier infatti fatica a trovare spazio, mentre la squadra di Grammozis, ultima in Bundesliga, sembra ormai destinata a retrocedere. Kolasinac era già stato accostato ai giallorossi alcuni mesi fa per rinforzare la fascia sinistra.

Leggi anche:
Lamela può tornare in Italia: Roma la prima scelta, ma…

L'articolo Derby sul mercato per Kolasinac: Roma e Lazio interessate al terzino sembra essere il primo su Romanews.

Dazn, mese gratuito per chi non è riuscito a vedere Inter-Cagliari e Verona-Lazio

DAZN SERIE A – Una domenica complicata, quella che è appena passata, per Dazn e per i suoi clienti che, in molti, non sono riusciti a guardare in diretta sia il lunch match fra Inter e Cagliari sia quello pomeridiano fra Hellas Verona e Lazio. Il broadcaster streaming avrebbe deciso, secondo Repubblica, di concedere un mese gratuito a tutti coloro i quali, nel mentre delle partite hanno segnalato al servizio clienti problemi nella visione. Un problema da dover velocemente risolvere soprattutto per il prossimo futuro, visto che il servizio in streaming ospiterà in esclusiva il triennio della prossima Serie A.

Leggi anche:
Serie A, i club scrivono a Dazn

L'articolo Dazn, mese gratuito per chi non è riuscito a vedere Inter-Cagliari e Verona-Lazio sembra essere il primo su Romanews.

Lazio, Inzaghi positivo al Covid

INZAGHI COVID – Simone Inzaghi, tecnico della Lazio, è risultato positivo al Covid. La società biancoceleste attraverso un comunicato ufficiale apparso sul proprio sito ha reso noto che un membro del proprio staff tecnico è risultato positivo al Covid-19, senza però fare nomi per motivi di privacy. Questo il comunicato: “La S.S. Lazio comunica di aver appreso da un membro dello staff tecnico che lo stesso è risultato positivo al Covid-19, a seguito di un esame privato cui si è sottoposto insieme ad alcuni membri del proprio nucleo familiare. La società, per quanto di propria competenza, ha già messo in atto tutte le misure previste a tutela dei suoi tesserati”.

A rendere noto però la positività del tecnico è la stessa moglie di Inzaghi, che attraverso il proprio profilo Instagram scrive: “Ciao a tutti… ci tenevamo a dirvi che purtroppo tutta la nostra famiglia dopo un tampone fatto a domicilio è risultata positiva al coronavirus! Stiamo bene e in isolamento come da protocollo! Un abbaraccio”.

L'articolo Lazio, Inzaghi positivo al Covid sembra essere il primo su Romanews.

Lazio, le colpe dei medici e quelle di Lotito per il caos tamponi

LAZIO LOTITO TAMPONI – Una vicenda ancora tutta da decifrare e da chiarire quella dei tamponi della Lazio ordinati da Claudio Lotito che è finita direttamente al vaglio del Tribunale. I biancocelesti rischiano dei punti di penalizzazione in classifica vista la poca chiarezza con la quale, secondo i giudizi, si sia messa in atto la difesa.

Leggi anche:
Roma, Skorupski negativo al tampone: con la Roma ci sarà

Si alleggerisce la posizione di Lotito

Come riportato da La Gazzetta dello Sport, si alleggerirebbe la posizione di Claudio Lotito in merito alla questione tamponi: secondo il Tribunale Federale «non è in alcun modo dimostrato, né contestato, che nella sua funzione di Presidente il Lotito abbia impedito l’attivazione delle procedure indicate». Allo stesso tempo però chi rischierebbe sarebbe direttamente la Lazio, in quanto la difesa non avrebbe per niente convinto i giudici.  Definite “gravissime” le violazioni perpetrate, anche se il Tribunale parla di “assenza di parametri tipizzati“, cioè di una specifica giurisprudenza, e vuole rimanere nel “perimetro quantitativo formulato dalla Procura”. Il processo d’appello determinerà i nuovi sviluppi della vicenda.

L'articolo Lazio, le colpe dei medici e quelle di Lotito per il caos tamponi sembra essere il primo su Romanews.

Lazio, le colpe dei medici e quelle di Lotito per il caos tamponi

LAZIO LOTITO TAMPONI – Una vicenda ancora tutta da decifrare e da chiarire quella dei tamponi della Lazio ordinati da Claudio Lotito che è finita direttamente al vaglio del Tribunale. I biancocelesti rischiano dei punti di penalizzazione in classifica vista la poca chiarezza con la quale, secondo i giudizi, si sia messa in atto la difesa.

Leggi anche:
Roma, Skorupski negativo al tampone: con la Roma ci sarà

Si alleggerisce la posizione di Lotito

Come riportato da La Gazzetta dello Sport, si alleggerirebbe la posizione di Claudio Lotito in merito alla questione tamponi: secondo il Tribunale Federale «non è in alcun modo dimostrato, né contestato, che nella sua funzione di Presidente il Lotito abbia impedito l’attivazione delle procedure indicate». Allo stesso tempo però chi rischierebbe sarebbe direttamente la Lazio, in quanto la difesa non avrebbe per niente convinto i giudici.  Definite “gravissime” le violazioni perpetrate, anche se il Tribunale parla di “assenza di parametri tipizzati“, cioè di una specifica giurisprudenza, e vuole rimanere nel “perimetro quantitativo formulato dalla Procura”. Il processo d’appello determinerà i nuovi sviluppi della vicenda.

L'articolo Lazio, le colpe dei medici e quelle di Lotito per il caos tamponi sembra essere il primo su Romanews.

Funerali Daniel Guerini, presenti Calafiori e la Roma Primavera (FOTO)

GUERINI ROMA PRIMAVERA – In mattinata, alle 12, si sono svolti presso la Chiesa di San Giovanni Bosco i funerali di Daniel Guerini, il giocatore della Primavera della Lazio scomparso tragicamente lo scorso 24 marzo in un terribile incidente stradale. Nella commozione generale, a porgere l’ultimo saluto al calciatore 19enne, oltre al club biancoceleste, c’era anche una rappresentanza dei ragazzi della Roma Primavera e dirigenti del settore giovanile, che ha reso omaggio a Daniel anche con un cuscino di fiori stendardo in rappresentanza della Società. Presente anche Riccardo Calafiori, coetaneo del classe 2002.

Leggi anche:
Daniel Guerini, parla la mamma

L'articolo Funerali Daniel Guerini, presenti Calafiori e la Roma Primavera (FOTO) sembra essere il primo su Romanews.