Solo 0-0 tra Irlanda del Nord e Italia: la qualificazione a Qatar2022 passa per i play-off

IRLANDA DEL NORD ITALIA – Nell’ultima giornata per le qualificazioni ai Mondiali in Qatar nel 2022, l’Italia di Roberto Mancini pareggia per 0-0 contro l’Irlanda del Nord e, in virtù del 4-0 della Svizzera sulla Bulgaria, arriva seconda nel girone e dovrà giocarsi la qualificazione nei playoff in programma il prossimo marzo. Una partita complicata per gli Azzurri che non sono riusciti a trovare il gol contro una difesa precisa ed ordinata. Per i giallorossi, ingresso nel secondo tempo per Cristante, mentre Mancini è rimasto in panchina per tutta la durata della partita.

Le formazioni ufficiali

IRLANDA DEL NORD (4-1-4-1): Peacock-Farrell; Catchart, Flanagan, Evans, Lewis; S. Davis; Dallas, Saville, McCann, Whyte; Magennis. Ct. Baraclough.

ITALIA (4-3-3): Donnarumma; Di Lorenzo, Bonucci, Acerbi, Emerson; Barella, Jorginho, Tonali; Berardi, Insigne, Chiesa. Ct. Mancini.

LIVE

L'articolo Solo 0-0 tra Irlanda del Nord e Italia: la qualificazione a Qatar2022 passa per i play-off sembra essere il primo su Roma news.

Serie A, chi ha commesso più falli in 12 giornate? Ci sono due giallorossi

SERIE A ROMA CLASSIFICA FALLI – Primi bilanci in queste 12 giornate di Serie A. Secondo i dati Opta c’è un primo indizio sui giocatori che, sino ad ora, hanno commesso più falli in campionato. In classifica c’è anche qualche giocatore della Roma, ovvero Nicolò Zaniolo, in tredicesima posizione con 20 falli commessi all’attivo. E poi Gianluca Mancini, in quinta posizione, con 22 falli. Sul podio dei più ‘cattivi’ in campo Thorsby della Samp a quota 31 a pari merito con Pobega del Torino, subito dopo Lukic, sempre tra le fila granata, a 30.

Leggi anche:
Giorno libero a Trigoria… ma non per tutti: gli infortunati al lavoro

L'articolo Serie A, chi ha commesso più falli in 12 giornate? Ci sono due giallorossi sembra essere il primo su Roma news.

Mancini vs Leão, l’estro del portoghese incontra la solidità e la sfrontatezza giallorossa

ROMA MILAN MANCINI LEAO – Non aprite quella porta. Visto che siamo in tema Halloween, potrebbe essere questo il motto della squadra di Mourinho domenica contro il Milan. L’appuntamento è alle 20.45 allo Stadio Olimpico, che sarà di nuovo sold-out. Alla difesa giallorossa, quindi, il compito di blindare i pali presidiati da Rui Patricio. I pericoli su sponda rossonera sono molteplici, perciò ai difensori capitolini toccheranno probabilmente gli straordinari. Il tecnico Pioli recupera Theo Hernandez e Diaz, e può sempre contare su un ritrovato Rafael Leão. Dal canto suo, Mou affida a Gianluca Mancini e compagni il compito di neutralizzarlo.

Leggi anche:
Roma-Milan, le probabili formazioni: dubbio in attacco per Mourinho. Pioli sceglie Ibra e ritrova Hernandez e Diaz dal 1′

Roma, Gianluca Mancini

Ci aveva visto lungo Gianluca Mancini, nella fredda notte di Bodo, quando aveva detto che quella trasferta era una sorta di ‘punizione’. Ma la Roma a mano a mano si è scrollata la neve di dosso con prestazioni convincenti in campionato. La difesa capitolina, è terza in Serie A per gol incassati (10), ed è anche riuscita a sbarrare la porta al Napoli capolista di Spalletti, che sino ad allora aveva sempre vinto, bloccandolo sullo 0-0. E poi a Cagliari ha incassato un gol, in parte per disattenzione collettiva, ma non si è persa d’animo e con carattere ha ribaltato il punteggio. E in quell’occasione proprio il numero 23, pur di salvare il risultato, si è lanciato in copertura colpendo in pieno il palo con la schiena. Insomma, solido, ‘sfrontato’, ‘Mancio’ non è certo uno che si risparmia. Da quando Chris Smalling ha dato forfait, ha dovuto indossare lui i panni del leader della difesa. Sempre titolare in campionato, è secondo in rosa per palloni recuperati (66) dietro a Cristante (68), e quarto per chilometri percorsi (10,119 in media a partita). Ed è efficace anche nei duelli aerei, visto che ne ha vinti 25 su 34. In più, il classe ’96 di certo non si fa pregare per partecipare alla fase offensiva, spesso anzi si affaccia nella metà campo avversaria. Non ha ancora trovato il gol (in Conference è andato in rete nell’unica presenza registrata, contro il CSKA Sofia), ma colleziona sino ad ora 13 tiri e 2 big chance mancate, e l’88,9% di passaggi riusciti. Tutti numeri che può cerchiare con un bel colore sgargiante per mandare un segnale all’omonimo Roberto, ct della Nazionale Azzurra.

Leggi anche:
Muro Roma: adesso la difesa è da Champions

Milan, Rafael Leão

Non è da tutti essere un punto fermo di una big di Serie A e lanciare anche un album musicale. Ci è riuscito però Rafael Leão, che mentre si impegnava a diventare una risorsa fondamentale del Milan, a gennaio ha esordito nel campo musicale con l’album ‘Beginning’ (‘inizio’, ndr). La ‘freccia portoghese’, si è preso di diritto il posto di (quasi) irrinunciabile di Stefano Pioli a suon di prestazioni: 4 gol e 1 assist in 10 match di Serie A, più una rete e 1 assist in 3 match di Champions League. Il classe ’99, in campionato, è primo in rosa per tiri (23), conta anche 7 passaggi chiave e il 74% di precisione nel servire i compagni. Mancini dovrà far attenzione a non farsi superare in dribbling, campo in cui l’estro al milanista non manca, sono 20 quelli riusciti su 35 tentati. E 2 le big chance mancate, come il numero 23 della Roma. In materia di contrasti, il difensore capitolino sembra avere più chance: 34 vinti e 32 persi, per Mancini, 51 vinti e 57 persi per il rossonero. Il numero 17 ha incrociato i capitolini 4 volte, servendo 2 assist (e nessun gol) nel 3-3 dell’anno scorso. Mentre Gianluca nei suoi 5 trascorsi con i milanesi registra comunque un assist. Insomma, all’Olimpico andrà in scena un match dove non mancherà il talento, da entrambe le parti, e la linea verde avrà ampio spazio. Nella speranza per la Roma che sia una serata da ‘dolcetto’ e non da ‘scherzetto’.

L'articolo Mancini vs Leão, l’estro del portoghese incontra la solidità e la sfrontatezza giallorossa sembra essere il primo su Roma news.

Gol e ‘spazzate’: la Roma si gode Ibanez. E l’intesa con Mancini migliora

ROMA IBANEZ – Gol decisivo e solite ‘spazzate’ per proteggere il risultato. Questa la sintesi del Cagliari-Roma di Roger Ibanez, tra i migliori in campo e ormai diventato una colonna della difesa giallorossa. Sembra l’annata giusta, quella della consacrazione.

Con Mourinho il salto di qualità

La sua trasformazione, scrive Il Corriere dello Sport, è evidente. Già nella seconda parte della scorsa stagione aveva dimostrato di essere affidabile. Ora, con Mourinho, il salto di qualità. Rischia poco, è concentrato, fa le cose semplici e non si vergogna a buttare via la palla quando serve. Il brasiliano, arrivato a gennaio 2020 dall’Atalanta, è più maturo, dentro il progetto Roma e sta migliorando anche nell’intesa con Mancini. Lontani anni luce gli errore nel derby dello scorso gennaio. Contro la Lazio si è rifatto segnando nell’ultimo derby, poi a Cagliari ha messo dentro la palla del momentaneo pareggio. Finora ha realizzato due gol in dieci partite, numeri non male per un difensore a dimostrazione che, quando il gioco stenta, i calci piazzati diventano vitali.

L'articolo Gol e ‘spazzate’: la Roma si gode Ibanez. E l’intesa con Mancini migliora sembra essere il primo su Roma news.

Ko della Roma col Bodo, il ct Mancini non ne fa un dramma: “Campo difficile, può capitare”

ROMA BODO MANCINI – Il ct della NAzionale Azzurra Roberto Mancini è intervenuto a margine della Settima edizione del premio Giuseppe Colalucci al circolo antico tiro a volo. Tra gli argomenti trattati dal tecnico anche il ko della Roma in Norvegia contro il Bodo Glimt ed anche l’imminente partita tra i giallorossi e il Napoli. Queste le sue parole:

Le dichiarazioni di Mancini

Come si reagisce a una sconfitta come quella incassata ieri dalla Roma in Norvegia?
“Come diceva Boskov, sempre meglio perdere una 6-1 che sei volte 1-0. Credo che la Roma abbia giocato su un campo difficile, non è così semplice giocarci. Noi abbiamo giocato in Lituania una gara difficile, su un campo assurdo. Credo possa capitare”.

Come giudica la partita?

“Io non allena né la Roma né il Bodo/Glimt, nel calcio può capitare qualsiasi cosa”.

Mourinho contro Spalletti in Roma-Napoli, che partita si aspetta?
“Molto bella anche questa, il Napoli sta facendo bene e penso possa essere una candidata per lo scudetto, sarà un bel test per il Napoli.”.

L'articolo Ko della Roma col Bodo, il ct Mancini non ne fa un dramma: “Campo difficile, può capitare” sembra essere il primo su Roma news.

Spinazzola corre verso il rientro. E Mancini lo incoraggia: “Vai Leo, stiamo tornando!” (VIDEO)

SPINAZZOLA MANCINI – Siparietto tra i compagni di squadra, e amici, Spinazzola e Mancini. Il terzino sinistro sta accelerando il processo di recupero dal grave infortunio al tendine d’Achille e oggi, a Trigoria, è stato ripreso in un breve video da Gianluca Mancini. Nelle immagini si vede Spinazzola correre sul tapis roulant e si può sentire la voce del difensore che lo incoraggia con tono scherzoso: “Vai Leo! Stiamo tornando!”.

L'articolo Spinazzola corre verso il rientro. E Mancini lo incoraggia: “Vai Leo, stiamo tornando!” (VIDEO) sembra essere il primo su Roma news.

Spinazzola corre verso il rientro. E Mancini lo incoraggia: “Vai Leo, stiamo tornando!” (VIDEO)

SPINAZZOLA MANCINI – Siparietto tra i compagni di squadra, e amici, Spinazzola e Mancini. Il terzino sinistro sta accelerando il processo di recupero dal grave infortunio al tendine d’Achille e oggi, a Trigoria, è stato ripreso in un breve video da Gianluca Mancini. Nelle immagini si vede Spinazzola correre sul tapis roulant e si può sentire la voce del difensore che lo incoraggia con tono scherzoso: “Vai Leo! Stiamo tornando!”.

L'articolo Spinazzola corre verso il rientro. E Mancini lo incoraggia: “Vai Leo, stiamo tornando!” (VIDEO) sembra essere il primo su Roma news.

Poker di rinnovi in arrivo: il progetto Mou mette le fondamenta

ROMA RINNOVI – Dopo il rinnovo di capitan Pellegrini, Tiago Pinto sta trattando anche quelli di altri big giallorossi: Zaniolo, Cristante, Mancini e Veretout. Tutti giocatori che hanno accordi in scadenza nel 2024 e che il gm vorrebbe prolungare entro la fine della stagione in corso (o al massimo in estate) per proseguire un ciclo, mettendo al centro del progetto i calciatori più rappresentativi della rosa.

L’agente di Mancini e Cristante a Trigoria per parlare con Pinto

Nei giorni scorsi, riporta La Gazzetta dello Sport, si è affacciato a Trigoria l’entourage di Mancini e Cristante, con Andrea Riso (il fratello di Giuseppe, l’agente dei due azzurri) che si è intrattenuto a lungo con Pinto, si è parlato di alcuni ragazzi, ma soprattutto dei due big della scuderia in maglia giallorossa. Per entrambi si profila un rinnovo a salire. Mancini punta a guadagnare tre milioni di euro, Cristante un po’ di meno, intorno ai 2,7. Pinto lavorerà al ribasso, è chiaro, ma tendenzialmente entrambi avranno un aumento di stipendio.

Per Zaniolo e Veretout un trattamento ‘alla Pellegrini’

Un aumento che avrà anche Jordan Veretout, con il quale le grandi manovre sono iniziate da oltre una settimana, come ammesso di recente da Mario Giuffredi, l’agente del centrocampista francese. La sua richiesta è di 3,5 milioni di euro, oggi è a 2,7 più bonus. Ci si può lavorare su bene. Infine c’è Zaniolo, a cui era stato promesso un rinnovo di contratto prima del secondo crac e che da un po’ aspetta di vedersi «riconoscere» il valore che la Roma gli assegna. Se Abraham guadagna 4,5 milioni più bonus (e può arrivare a 6) e Pellegrini ha appena rinnovato a 4 più bonus, presto anche lui si aspetta lo stesso trattamento.

Leggi anche:
ZAKARIA NON RINNOVA CON IL BORUSSIA: PINTO TENTA L’AFFONDO

L'articolo Poker di rinnovi in arrivo: il progetto Mou mette le fondamenta sembra essere il primo su Roma news.

La Roma prepara i rinnovi di Cristante e Mancini: l’agente incontra Pinto a Trigoria (FOTO)

CRISTANTE MANCINI RINNOVI – Dopo il rinnovo di Lorenzo Pellegrini a Trigoria si studiano i rinnovi di altri big. Nello specifico, oltre alle trattative per il prolungamento di Veretout anticipato dal suo agente, iniziano le trattative per i nuovi contratti di Gianluca Mancini e Bryan Cristante. Entrambi sono sotto la gestione di Andrea Riso e tutti e due hanno l’accordo in scadenza nel 2024. Dunque situazioni non urgenti ma comunque la Roma ha deciso di blindarli, con probabile adeguamento agli accordi attualmente in vigore. A testimoniare l’indiscrezione un dettaglio importante pubblicato direttamente dall’agente dei due giallorossi, che ha pubblicato una stories Instagram proprio dal centro sportivo di Trigoria dove oggi sarebbe avvenuto un primo incontro con il gm Tiago Pinto.

L'articolo La Roma prepara i rinnovi di Cristante e Mancini: l’agente incontra Pinto a Trigoria (FOTO) sembra essere il primo su Roma news.

Nations League, il ct Azzurro Mancini spiega l’esclusione di Zaniolo: “Non è stato il gesto nel derby”

ITALIA MANCINI ZANIOLO – Nicolò Zaniolo non è stato convocato dal ct dell’Italia Roberto Mancini per le final four di Nations League in programma a Milano la settimana prossima. L’allenatore Azzurro è tornato sull’argomento e ha spiegato l’esclusione del numero 22 della Roma a margine della conferenza stampa andata in scena nella Sala Giunta del Coni nel forum ‘Stili di vita scorretti: l’alleanza tra medicina e sport’. Queste le sue parole: “Zaniolo non ha pagato il gestaccio nel derby anche se penso che debba fare attenzione a certe cose. La scelta è stata solo tecnica, lui è giovane e sarà importante per la nostra nazionale”. Non partiranno con gli Azzurri neppure Gianluca Mancini e Stephan El Shaarawy, mentre rientrano tra i convocati Lorenzo Pellegrini e Bryan Cristante.

Leggi anche:
Nations League, Mancini convoca i campioni d’Europa più Pellegrini. Esclusi Zaniolo e Mancini

L'articolo Nations League, il ct Azzurro Mancini spiega l’esclusione di Zaniolo: “Non è stato il gesto nel derby” sembra essere il primo su Roma news.