Roma, Rui Patricio è il numero uno scelto da Mourinho: gli Wolves chiedono almeno 12 milioni

ROMA RUI PATRICIO – José Mourinho ha individuato in Rui Patricio il portiere della sua Roma, ma c’è ancora da convincere il Wolverhampton. Dall’Inghilterra confermano che la trattativa è stata ormai avviata dai giallorossi, la richiesta è di 12-15 milioni di euro per il 33enne estremo difensore lusitano, in scadenza nel 2022. Ad agevolare il buon esito della trattativa potrebbe essere Jorge Mendes, agente sia di Mourinho che del portiere portoghese, arrivato ai Wolves nel 2018 dallo Sporting Lisbona collezionando da allora 157 presenze e 37 clean sheets.

Leggi anche:
ROMA, C’E’ ANCHE GOLLINI PER LA PORTA: L’ATALANTA CHIEDE 20 MILIONI

L'articolo Roma, Rui Patricio è il numero uno scelto da Mourinho: gli Wolves chiedono almeno 12 milioni sembra essere il primo su Roma news.

Roma, tra una settimana arriva Mourinho. Dal 6 luglio un mese di ritiro

ROMA MOURINHO – Quella appena cominciata sarà l’ultima settimana senza Mourinho. Nei primi giorni del prossimo mese il nuovo allenatore arriverà a Roma, sarà presentato alla stampa e poi, da martedì 6 luglio, si comincerà a fare sul serio. Come preannunciato da lui stesso su Instagram, è quella la data prevista per il raduno.

Leggi anche:
MOURINHO SI ALLENA E SVELA: “IL 6 LUGLIO SI AVVICINA”

Prima parte di ritiro a Trigoria. Poi una meta estera

Le prime ore saranno dedicate ai primi cicli di tamponi, per passare in seguito alle visite mediche di rito. Il ritiro vero e proprio si svolgerà a Trigoria e, come fa sapere Il Romanista, la prima fase di preparazione durerà intorno alle tre settimane. E a meno che Tiago Pinto non riuscirà a piazzare parte dei giocatori considerati in esubero, Mourinho allenerà un gruppo pieno di calciatori, alcuni in esubero che verranno ceduti. La preparazione però avrà anche una seconda fase, con una durata variabile fra la settimana e i dieci giorni (fino alla prima settimana di agosto), che si svolgerà all’estero. In quel periodo la nuova Roma affronterà le prime gare amichevoli di un certo livello. Le ipotesi logistiche riguardano il Portogallo di Mourinho e Pinto, l’Austria, la Svizzera.

Leggi anche:
CONTINUA IL FILO DIRETTO TRA RAMOS E MOURINHO. MA PSG E PREMIER RESTANO IN POLE

L'articolo Roma, tra una settimana arriva Mourinho. Dal 6 luglio un mese di ritiro sembra essere il primo su Roma news.

Se telefonando…arrivasse un Campione? Il filo diretto tra Mou e Sergio Ramos continua

ROMA SERGIO RAMOS MOURINHO – Nonostante le smentite della Roma, la suggestione Sergio Ramos continua in casa giallorossa. Indiscrezioni confermate dalla Spagna, dove la privacy tra media, club e calciatori è meno rigida di quella richiesta dai Friedkin ai propri dipendenti.

Psg e Premier restano in pole

Come riporta Il Messaggero, ci sarebbero state diverse chiamate tra Mourinho e il suo ex calciatore, per quello che potrebbe restare sogno estivo, soprattutto se in breve tempo l’ex capitano del Real Madrid dovesse trovare un top club europeo disposto ad accontentarlo. In Germania è di difficile collocazione, rimangono il Psg e la Premier. Nel caso non trovasse la destinazione gradita, le porte della Roma sarebbero spalancate.

Leggi anche:
SERGIO RAMOS-ROMA: ECCO LE RICHIESTE DEL CAMPIONE SPAGNOLO

L'articolo Se telefonando…arrivasse un Campione? Il filo diretto tra Mou e Sergio Ramos continua sembra essere il primo su Roma news.

Sergio Ramos-Roma: il sogno è vivo. Ecco le richieste del campione spagnolo

SERGIO RAMOS ROMA – Il sogno estivo può diventare realtà. Sergio Ramos e la Roma, infatti, non sono vicini ma nemmeno così distanti. Il difensore spagnolo, svincolato dal Real, ha preso tempo ma tiene l’opzione Mourinho in considerazione anche perché in Italia godrebbe di importanti agevolazioni fiscali.

Ibanez può fare il percorso inverso

Negli Usa e in Argentina ieri davano l’affare per chiuso. In realtà non è così tanto che a Trigoria smentiscono la fattibilità (ma è avvenuto pure per Mourinho). La concorrenza, come scrive Leggo, resta forte così come le richieste di Ramos: triennale da 8 milioni. Attutito dal Decreto Crescita. Ieri sui social la suggestione ha scatenato i tifosi tanto da provocare fotomontaggi e inviti sul profilo del campione spagnolo. A Madrid al posto di Ramos potrebbe finire Ibanez messo nel mirino da Ancelotti e cedibile per 20-25 milioni.

Leggi anche:
ROMA, RUI PATRICIO NON CONVINCE. SI RIAPRE LA PISTA GOLLINI

L'articolo Sergio Ramos-Roma: il sogno è vivo. Ecco le richieste del campione spagnolo sembra essere il primo su Roma news.

Calciomercato Roma, Everton su Smalling: per Mourinho non è incedibile

CALCIOMERCATO ROMA SMALLING – L’Everton mette nel mirino Chris Smalling. I Toffees ha chiesto informazioni sul difensore inglese della Roma, reduce da una stagione condizionata dagli infortuni. Se dovesse arrivare l’offerta giusta, riporta Sky Sport, Smalling potrebbe essere sacrificato dai giallorossi, complici anche le scelte tattiche che José Mourinho ha in mente: lo Special One conosce il difensore inglese, già avuto a disposizione nel Manchester United, e cerca un difensore centrale con caratteristiche diverse, che abbia nella velocità uno dei punti di forza.

Leggi anche:
OLSEN STUPISCE CON LA SVEZIA E LA ROMA SPERA NELLA PLUSVALENZA

L'articolo Calciomercato Roma, Everton su Smalling: per Mourinho non è incedibile sembra essere il primo su Roma news.

Calciomercato Roma, Everton su Smalling: per Mourinho non è incedibile

CALCIOMERCATO ROMA SMALLING – L’Everton mette nel mirino Chris Smalling. I Toffees ha chiesto informazioni sul difensore inglese della Roma, reduce da una stagione condizionata dagli infortuni. Se dovesse arrivare l’offerta giusta, riporta Sky Sport, Smalling potrebbe essere sacrificato dai giallorossi, complici anche le scelte tattiche che José Mourinho ha in mente: lo Special One conosce il difensore inglese, già avuto a disposizione nel Manchester United, e cerca un difensore centrale con caratteristiche diverse, che abbia nella velocità uno dei punti di forza.

Leggi anche:
OLSEN STUPISCE CON LA SVEZIA E LA ROMA SPERA NELLA PLUSVALENZA

L'articolo Calciomercato Roma, Everton su Smalling: per Mourinho non è incedibile sembra essere il primo su Roma news.

Roma, prima parte di ritiro a Trigoria. Poi la preparazione continuerà all’estero

ROMA RITIRO – La Roma di Mourinho inizia a prendere forma. Il nuovo tecnico sarà presentato pochi giorni prima dell’inizio del raduno, fissato per il 6 luglio. Il portoghese non può lasciare l’Inghilterra anche per motivi fiscali prima della fine di giugno. La sua presentazione dovrebbe avvenire tra il 2 e il 5 luglio, con data e sede ancora da stabilire.

Le richieste di Mourinho

Poi, come fa sapere Il Corriere dello Sport, il 6 e 7 luglio i giocatori si sottoporranno ai test atletici prima di cominciare la prima parte della preparazione presso il centro sportivo di Trigoria. Dopo la prima fase la Roma si trasferirà all’estero. La sede non è stata ancora individuata ma Tiago Pinto sta trattando con diversi organizzatori. Si stanno valutando località in Austria, tra cui anche Bad Waltersdorf, dove la Roma è stata qualche anno fa. Il ritiro all’estero durerà una settimana, massimo dieci giorni, e in questo periodo si disputeranno tre partite amichevoli, con avversari da definire. Tra le richieste di Mourinho una struttura alberghiera eccellente e campi perfetti che permettano alla squadra di essere isolata dall’esterno. Da valutare anche località in Svizzera, Francia e Germania.

Leggi anche:
SMALLING PUO’ PARTIRE: PER MOURINHO NON E’ INCEDIBILE. C’E’ L’EVERTON SUL DIFENSORE INGLESE

L'articolo Roma, prima parte di ritiro a Trigoria. Poi la preparazione continuerà all’estero sembra essere il primo su Roma news.

Roma, prima parte di ritiro a Trigoria. Poi la preparazione continuerà all’estero

ROMA RITIRO – La Roma di Mourinho inizia a prendere forma. Il nuovo tecnico sarà presentato pochi giorni prima dell’inizio del raduno, fissato per il 6 luglio. Il portoghese non può lasciare l’Inghilterra anche per motivi fiscali prima della fine di giugno. La sua presentazione dovrebbe avvenire tra il 2 e il 5 luglio, con data e sede ancora da stabilire.

Le richieste di Mourinho

Poi, come fa sapere Il Corriere dello Sport, il 6 e 7 luglio i giocatori si sottoporranno ai test atletici prima di cominciare la prima parte della preparazione presso il centro sportivo di Trigoria. Dopo la prima fase la Roma si trasferirà all’estero. La sede non è stata ancora individuata ma Tiago Pinto sta trattando con diversi organizzatori. Si stanno valutando località in Austria, tra cui anche Bad Waltersdorf, dove la Roma è stata qualche anno fa. Il ritiro all’estero durerà una settimana, massimo dieci giorni, e in questo periodo si disputeranno tre partite amichevoli, con avversari da definire. Tra le richieste di Mourinho una struttura alberghiera eccellente e campi perfetti che permettano alla squadra di essere isolata dall’esterno. Da valutare anche località in Svizzera, Francia e Germania.

Leggi anche:
SMALLING PUO’ PARTIRE: PER MOURINHO NON E’ INCEDIBILE. C’E’ L’EVERTON SUL DIFENSORE INGLESE

L'articolo Roma, prima parte di ritiro a Trigoria. Poi la preparazione continuerà all’estero sembra essere il primo su Roma news.

Un bomber per Mourinho: la lista della Roma tra sogni e giovani talenti

CALCIOMERCATO ROMA – L’obiettivo più affascinante e costoso del mercato della Roma sarà regalare un centravanti a Mourinho. La lista è lunga e, come spesso accade negli ultimi anni, tutto dipende da Dzeko. Se il bosniaco dovesse restare non arriverebbe un attaccante top. Qualora invece Dzeko dovesse salutare, quei 15 milioni lordi risparmiati per l’ultimo anno di contratto aprirebbero la strada a un profilo di assoluto livello.

Vlahovic e Icardi i sogni, Isak e Daka i più fattibili. Ma tutto dipende da Dzeko

Un esempio, come scrive Il Tempo, è Mauro Icardi. L’argentino guadagna 9 milioni netti (il lordo costerebbe meno alla Roma grazie al Decreto Crescita) e il cartellino è stato pagato 50 milioni dal Psg. Numeri proibitivi se si volesse tenere un altro ingaggio pesante come quello di Dzeko. Altro obiettivo al momento irraggiungibile è Vlahovic, il preferito di Tiago Pinto ma ugualmente carissimo: la Fiorentina non lo vende a meno di 50 milioni, ma lui non vuole rinnovare con i viola e ne chiede 4 netti per 5 anni a chi lo acquisterà. Costa tanto anche Isak, il nazionale svedese della Real Sociedad: servono però una quarantina di milioni per convincere i baschi. Più abbordabile lo zambiano Daka del Salisburgo, altro nome evidenziato nella lista della Roma. Lui potrebbe rappresentare un investimento compatibile con la permanenza di Dzeko, lo stesso vale per Belotti su cui però i giallorossi hanno stoppato le trattative: Cairo continua a chiedere 30-35 milioni nonostante sia a un anno dalla scadenza. Cifre ritenute eccessive dalla Roma: tutto rimandato.

Leggi anche:
ROMA, PELLEGRINI VERSO IL RINNOVO: PROPOSTO UN INGAGGIO DA 3 MILIONI A STAGIONE

L'articolo Un bomber per Mourinho: la lista della Roma tra sogni e giovani talenti sembra essere il primo su Roma news.

Un bomber per Mourinho: la lista della Roma tra sogni e giovani talenti

CALCIOMERCATO ROMA – L’obiettivo più affascinante e costoso del mercato della Roma sarà regalare un centravanti a Mourinho. La lista è lunga e, come spesso accade negli ultimi anni, tutto dipende da Dzeko. Se il bosniaco dovesse restare non arriverebbe un attaccante top. Qualora invece Dzeko dovesse salutare, quei 15 milioni lordi risparmiati per l’ultimo anno di contratto aprirebbero la strada a un profilo di assoluto livello.

Vlahovic e Icardi i sogni, Isak e Daka i più fattibili. Ma tutto dipende da Dzeko

Un esempio, come scrive Il Tempo, è Mauro Icardi. L’argentino guadagna 9 milioni netti (il lordo costerebbe meno alla Roma grazie al Decreto Crescita) e il cartellino è stato pagato 50 milioni dal Psg. Numeri proibitivi se si volesse tenere un altro ingaggio pesante come quello di Dzeko. Altro obiettivo al momento irraggiungibile è Vlahovic, il preferito di Tiago Pinto ma ugualmente carissimo: la Fiorentina non lo vende a meno di 50 milioni, ma lui non vuole rinnovare con i viola e ne chiede 4 netti per 5 anni a chi lo acquisterà. Costa tanto anche Isak, il nazionale svedese della Real Sociedad: servono però una quarantina di milioni per convincere i baschi. Più abbordabile lo zambiano Daka del Salisburgo, altro nome evidenziato nella lista della Roma. Lui potrebbe rappresentare un investimento compatibile con la permanenza di Dzeko, lo stesso vale per Belotti su cui però i giallorossi hanno stoppato le trattative: Cairo continua a chiedere 30-35 milioni nonostante sia a un anno dalla scadenza. Cifre ritenute eccessive dalla Roma: tutto rimandato.

Leggi anche:
ROMA, PELLEGRINI VERSO IL RINNOVO: PROPOSTO UN INGAGGIO DA 3 MILIONI A STAGIONE

L'articolo Un bomber per Mourinho: la lista della Roma tra sogni e giovani talenti sembra essere il primo su Roma news.