News della giornata. Il sogno Sergio Ramos è possibile, il Real punta Ibanez. Euro 2020: agli ottavi sarà Italia-Austria

NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un solo articolo: buona lettura!

La Roma fa sul serio per Sergio Ramos

La Roma è al lavoro per il mercato in entrata ed in uscita per dare a Josè Mourinho la migliore rosa possibile già per il ritiro del 6 luglio a Trigoria. “Ci penso”, questo ha detto Sergio Ramos Mourinho che non ha escluso un suo arrivo a Roma. Come riportato da Leggo, l’ex capitano del Real Madrid, sarebbe attratto dalle agevolazioni fiscali italiane previste per per gli atleti professionisti. Lo stipendio da 9 milioni può essere attutito dal Decreto Crescita che potrebbe aiutare i giallorossi. L’ostacolo è rappresentato dalla concorrenza del Psg, Manchester United Milan. 

Arrivano conferme dall’Argentina

Dagli Stati Uniti arriva la clamorosa conferma sul futuro di Sergio Ramos. Negli ultimi giorni, il nome del capitano del Real Madrid, dal 30 giugno svincolato, è stato accostato più volte alla Roma, con Mourinho che lo avrebbe chiamato per tornare a lavorare insieme. Il giornalista e anchorman argentino Ivan Kasanzew si è così espresso sul suo account Twitter : “Il futuro di Sergio Ramos sarebbe in Italia, a Roma, dove rincontrerebbe Mourinho.” Il difensore spagnolo ha già lavorato con lo Special One per 3 stagioni, dal 2010 al 2013 e insieme hanno messo nella bacheca del Real Madrid una Liga Spagnola, una Coppa di Spagna e una Supercoppa Spagnola.

Leggi anche:
ROMA, PER LA PORTA E CORSA A DUE TRA GOLLINI E RUI PATRICIO

Euro 2020: sarà Italia-Austria agli ottavi

Inizia a delinearsi il quadro degli ottavi di finale di Euro 2020. Il primo accoppiamento ufficiale riguarda gli azzurri di Mancini, che affronteranno l’Austria. Decisiva la vittoria nell’ultima giornata del Gruppo C contro l’Ucraina per 1-0 grazie a un gol di Baumgartner. Gli ucraini di Shevchenko chiudono terzi e conservano ancora qualche speranza di qualificazione. Nell’altro match del gruppo l’Olanda certifica la qualificazione al primo posto (e a punteggio pieno) battendo la Macedonia del Nord per 3-0.

Pellegrini: rinnovo vicino. Settimana decisiva

La Roma è al lavoro per la prossima stagione e deve risolvere anche alcuni rinnovi di contratto nel minor tempo possibile per sistemare tutte le situazioni urgenti come quella di Pellegrini. Il rinnovo di Pellegrini è al centro dell’attenzione nella capitale cosi come quelli di Totti De Rossi anni fa. Come riportato dal Corriere dello Sport, anche il numero 7 potrebbe essere identificato come simbolo della tradizione del club giallorosso che è fortemente legato al territorio. Questa dovrebbe essere una settimana fondamentale per definire il futuro del calciatore. Presto è previsto un incontro tra l’entourage del calciatore e Tiago Pinto per la trattativa per un rinnovo di contratto che scade il 30 giugno 2022. Pellegrini al momento guadagna 2 milioni e vuole un ingaggio da top player. La società giallorossa vuole renderlo uno dei principali testimonial della squadra come già dimostrato nello shooting fotografico per la presentazione della nuova maglia. La volontà del calciatore è quella di trovare un accordo con la Roma.

Calciomercato, Dzeko tra Juve e Fenerbahce. Ibanez piace al Real Madrid

Il futuro di Edin Dzeko sembra sempre più in bilico. Come riportato da gazzetta.it, il nome del bosniaco è sul taccuino della Juventus che cerca un’attaccante che possa riempire l’area senza l’ambizione di avere la titolarità. La squadra di Massimiliano Allegri è molto interessata al numero 9 giallorosso anche se i costi dell’operazione sono molto alti per un giocatore che non sarebbe il titolare della formazione bianconera.

A fare concorrenza ai bianconeri c’è l’ipotesi turca. Nelle ultime ore si è parlato di un interessamento del Fenerbache per il cartellino del numero 9 con la Roma che è consapevole di non poter guadagnare molto dal cartellino. Il problema per Tiago Pinto rimane quello di trovare un cambio dello stesso livello con un attaccante, che, come detto da Mourinho in una telecronaca sappia giocare per la squadra. Nei prossimi giorni potrebbe esserci un incontro con il manager Lucci anche se è più probabile che l’incontro avverrà ad inizio ritiro.

Roger Ibanez finisce tra gli oggetti del desiderio del Real Madrid. Come riporta la versione online del quotidiano spagnolo AS, infatti, per i ‘Blancos’ il difensore brasiliano della Roma rappresenta un vero e proprio obiettivo di mercato, con il cartellino di Mayoral che potrebbe rientrare nella trattativa. Ibañez rappresenterebbe, per la squadra di Carlo Ancelotti, il difensore adatto per completare il trio con Alaba e Militao. Il brasiliano è valutato 25 milioni di euro.

Leggi anche:
CALCIOMERCATO ROMA, PAU LOPEZ TRA LILLE E GRANADA

L'articolo News della giornata. Il sogno Sergio Ramos è possibile, il Real punta Ibanez. Euro 2020: agli ottavi sarà Italia-Austria sembra essere il primo su Roma news.

News della giornata. Italia a punteggio pieno a Euro2020. Idea Ramos per la difesa della Roma, da risolvere le situazioni di Dzeko e Pellegrini

NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un solo articolo: buona lettura!

Continua il cammino dell’Italia a punteggio pieno

Vince ancora l’Italia di Mancini che batte per 1-0 il Galles grazie al gol di Pessina al minuto 39 del primo tempo. Gli azzurri giocheranno gli ottavi di finale a Wembley sabato 26 giugno e attende di sapere nella giornata di domani quale sarà la sua avversaria. Per gli azzurri eguagliato il record di 29 risultati utili consecutivi che resisteva dai tempi della squadra di Pozzo.

La prossima settimana fondamentale per il futuro di Lorenzo Pellegrini

Nella prossima settimana ci sarà l’incontro tra Tiago Pinto e l’agente Giampiero Pocetta per parlare del futuro di Lorenzo Pellegrini. Il numero 7 e capitano della Roma ha il contratto in scadenza nella prossima stagione ed è pronto per il contratto più importante della sua carriera. L’obiettivo del calciatore è quello di arrivare nella fascia di stipendi più alti della squadra giallorossa anche dopo l’ottima annata conclusa con 11 reti in 47 partite. La società giallorossa sembra intenzionata a togliere la clausola che attualmente è di 30 milioni.

Zaniolo vuole essere pronto per il ritiro con Mourinho

Continua senza sosta il lavoro per Nicolò Zaniolo che vuole farsi trovare al massimo per l’inizio del ritiro che ci sarà il 6 luglio a Trigoria agli ordini di Josè Mourinho. Il numero 22 lavora sette giorni su sette per tre ore giornaliere per migliorare la sua condizione fisica. Attualmente in Liguria, il fantasista tornerà a Roma il 29 giugno e probabilmente andrà a Trigoria per stilare con lo staff dello Special One un piano di lavoro. La sua ultima partita risale a quasi un anno fa con la maglia della nazionale nella sfortunatissima, per lui, sfida contro l’Olanda il 7 settembre del 2020.

Idea Sergio Ramos per la difesa della Roma

Questa è stata la settimana dell’addio di Sergio Ramos dal Real Madrid dopo ben 14 stagioni. Anche la Roma sembra interessata al calciatore spagnolo con Mourinho che starebbe lavorando su questa idea in prima persona. Un giocatore sicuramente di grandissimo spessore internazionale che potrebbe raggiungere la Capitale solo in caso di cessione di Smalling sul quale sembra molto forte l’interesse dell’Everton.

Previsto un incontro per il futuro di Dzeko

In questi giorni è previsto un incontro tra il gm della Roma, Tiago Pinto, e il procuratore di Edin Dzeko, Alessandro Lucci. Il futuro dell’attaccante bosniaco verrà deciso insieme dalle parti per trovare la migliore soluzione possibile senza nessuno strappo. Negli giorni scorsi il numero 9 è stato fortemente accostato al Fenerbache anche se l’entourage ha categoricamente smentito alcuna trattativa. Sul calciatore ci sono le sirene di Milan e Juventus ma solo in caso di rescissione con la Roma.

L'articolo News della giornata. Italia a punteggio pieno a Euro2020. Idea Ramos per la difesa della Roma, da risolvere le situazioni di Dzeko e Pellegrini sembra essere il primo su Roma news.

News della giornata. Mourinho e i motivi del sì alla Roma. I Friedkin agli sponsor: “Vogliamo creare una delle migliori squadre al mondo”

NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un solo articolo: buona lettura!

Mourinho: “Ecco perché ho detto sì alla Roma”

Intervistato dal mensile portoghese GQ, José Mourinho ha dedicato ampio spazio alla sua nuova avventura sulla panchina della Roma. Il tecnico portoghese ha svelato un retroscena sulle trattative intavolate con la società giallorossa: “La Roma mi ha voluto fortemente, è stata una cosa istantanea o quasi, la mattina il Tottenham mi ha esonerato e il pomeriggio la Roma mi ha chiamato. Loro mi hanno voluto, mi hanno fatto risentire la passione per il calcio che c’è in Italia e che conosco, specialmente a Roma dove non si vince un trofeo da 20 anni. I Friedkin, i nuovi proprietari con un approccio professionale e umile, mi hanno trasmesso il loro entusiasmo per questo nuovo incredibile capitolo professionale della loro vita, sono stati veramente obiettivi, onesti e sinceri con me, mi hanno fatto sentire la passione per questo lavoro, mi hanno colpito per come si sono approcciati a me”. Poi lo ‘Special One’ è anche tornato sulle sue esperienze precedenti e lanciato un messaggio ai tifosi romanisti: “Ho commesso anche io degli errori e ho sbagliato ad accettare alcuni progetti, a volte mi hanno spinto a scegliere situazioni che non avrei dovuto… sono andato a Manchester in un momento di transizione, poi al Tottenham che non ha una storia di successi, e ora la Roma con una nuova proprietà, ma in questo caso con la Roma ho percepito subito grande empatia con i Friedkin, con Pinto, hanno stimolato di nuovo in me il fuoco e la passione per questo lavoro, c’ho messo pochissimo a dire di sì e ora mi tufferò in questa missione impossibile, che definisco impossibile nel senso che la gente mi considera e mi guarda considerandomi in un solo modo: un vincente”.

Leggi anche:
Mourinho svela: “La Roma mi ha voluto fortemente. Mi ha contattato lo stesso giorno in cui il Tottenham mi ha esonerato”

‘Marchio e trofei’, così i Friedkin vogliono convincere gli sponsor

Oltre al calciomercato ci sono diverse altre questioni di cui i Friedkin devono occuparsi in questo periodo di pausa dal campionato. C’è infatti da sistemare l’aspetto legato agli sponsor, e la nuova proprietà si sarebbe attivata in tal senso. Come riporta Il Tempo, infatti, i proprietari della Roma avrebbero inviato ai potenziali partner un documento di 49 pagine, la cosiddetta ‘corporate presentation’. “To the world…together” (verso il mondo…insieme, ndr), questo è lo slogan d’apertura per attirare investitori, che avrebbero la possibilità di aggiudicarsi lo spazio più prestigioso della maglia della Roma, ovvero il main sponsor (Qatar Airways probabilmente non rinnoverà), ma anche i diritti sul nome del centro sportivo di Trigoria e la possibilità di stampare il nome della propria azienda sulla manica delle divise al posto di Iqoniq (con cui potrebbe rescindere). “La Roma aspira al successo vincendo trofei ai massimi livelli. La nostra visione è chiara: investimenti, integrazione di dati e analisi e ricerca dei campioni internazionali del futuro“, si legge nel documento. Tre righe per sintetizzare il programma della presidente. E viene anche menzionato un “nuovo stadio iconico che diventi un punto di riferimento per la città e pilastro per la sostenibilità”.

Leggi anche:
‘Marchio e trofei’, così i Friedkin vogliono convincere gli sponsor

Calciomercato, Spinazzola incedibile. Si avvicina Rui Patricio

Dopo aver ristrutturato dirigenza, area sanitaria e settore giovanile, per la Roma è il momento di pensare al mercato. Si avvicina sempre di più l’accordo per Rui Patricio: con il giocatore ormai l’intesa è raggiunta, manca ancora qualcosa, invece, con il Wolverhampton. La società inglese, infatti, secondo Sky Sport, chiede una cifra compresa tra i 12 e i 15 milioni di euro, i giallorossi hanno offerto inizialmente 8 ma le parti stanno cercando il modo per venirsi incontro. Intanto, porte chiuse dai capitolini per il trasferimento di Spinazzola al Real Madrid: i Friedkin lo considerano incedibile e la prossima stagione sarà uno dei cardini della squadra di Mourinho. Si parla ovviamente anche di attacco: spunta il nome di Sasa Kalajdkic, classe ’97 dello Stoccarda, mentre dalla Turchia sono certi di un accordo tra Dzeko e il Fenerbahce. Sempre calda la pista Xhaka, con il centrocampista che, secondo La Gazzetta dello Sport, ora starebbe facendo pressioni all’Arsenal per essere ceduto alla Roma.

Leggi anche:
Il Rennes annuncia l’addio di Nzonzi, i tifosi: “Grazie di tutto, sarà difficile sostituirti” (FOTO)

Senti chi parla

Sulle frequenze radiofoniche romane, il tema principale di discussione, oltre l’Europeo, è il nuovo progetto targato José Mourinho. Nando Orsi, a Radio Radio, si esprime così: “Penso che per la Roma sia l’inizio di un progetto, ci si aspetta un miglioramento di classifica. Un innalzamento di valore tecnico della squadra, non so se sarà Xhaka o altri, ma mi aspetto 2-3 acquisti di quelli di nome”. Sulla stessa emittente c’è anche il pensiero di Roberto Pruzzo: “Bisogna capire da dove partiranno i Friedkin per rinforzare la squadra. Io non ci sto capendo molto, ma attendo con fiducia. Bisogna prendere un portiere, quelli che ha la Roma hanno fatto perdere punti a volte quest’anno. Bisogna capire anche cosa farà Dzeko”.

L'articolo News della giornata. Mourinho e i motivi del sì alla Roma. I Friedkin agli sponsor: “Vogliamo creare una delle migliori squadre al mondo” sembra essere il primo su Roma news.

News della giornata. Mourinho e i motivi del sì alla Roma. I Friedkin agli sponsor: “Vogliamo creare una delle migliori squadre al mondo”

NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un solo articolo: buona lettura!

Mourinho: “Ecco perché ho detto sì alla Roma”

Intervistato dal mensile portoghese GQ, José Mourinho ha dedicato ampio spazio alla sua nuova avventura sulla panchina della Roma. Il tecnico portoghese ha svelato un retroscena sulle trattative intavolate con la società giallorossa: “La Roma mi ha voluto fortemente, è stata una cosa istantanea o quasi, la mattina il Tottenham mi ha esonerato e il pomeriggio la Roma mi ha chiamato. Loro mi hanno voluto, mi hanno fatto risentire la passione per il calcio che c’è in Italia e che conosco, specialmente a Roma dove non si vince un trofeo da 20 anni. I Friedkin, i nuovi proprietari con un approccio professionale e umile, mi hanno trasmesso il loro entusiasmo per questo nuovo incredibile capitolo professionale della loro vita, sono stati veramente obiettivi, onesti e sinceri con me, mi hanno fatto sentire la passione per questo lavoro, mi hanno colpito per come si sono approcciati a me”. Poi lo ‘Special One’ è anche tornato sulle sue esperienze precedenti e lanciato un messaggio ai tifosi romanisti: “Ho commesso anche io degli errori e ho sbagliato ad accettare alcuni progetti, a volte mi hanno spinto a scegliere situazioni che non avrei dovuto… sono andato a Manchester in un momento di transizione, poi al Tottenham che non ha una storia di successi, e ora la Roma con una nuova proprietà, ma in questo caso con la Roma ho percepito subito grande empatia con i Friedkin, con Pinto, hanno stimolato di nuovo in me il fuoco e la passione per questo lavoro, c’ho messo pochissimo a dire di sì e ora mi tufferò in questa missione impossibile, che definisco impossibile nel senso che la gente mi considera e mi guarda considerandomi in un solo modo: un vincente”.

Leggi anche:
Mourinho svela: “La Roma mi ha voluto fortemente. Mi ha contattato lo stesso giorno in cui il Tottenham mi ha esonerato”

‘Marchio e trofei’, così i Friedkin vogliono convincere gli sponsor

Oltre al calciomercato ci sono diverse altre questioni di cui i Friedkin devono occuparsi in questo periodo di pausa dal campionato. C’è infatti da sistemare l’aspetto legato agli sponsor, e la nuova proprietà si sarebbe attivata in tal senso. Come riporta Il Tempo, infatti, i proprietari della Roma avrebbero inviato ai potenziali partner un documento di 49 pagine, la cosiddetta ‘corporate presentation’. “To the world…together” (verso il mondo…insieme, ndr), questo è lo slogan d’apertura per attirare investitori, che avrebbero la possibilità di aggiudicarsi lo spazio più prestigioso della maglia della Roma, ovvero il main sponsor (Qatar Airways probabilmente non rinnoverà), ma anche i diritti sul nome del centro sportivo di Trigoria e la possibilità di stampare il nome della propria azienda sulla manica delle divise al posto di Iqoniq (con cui potrebbe rescindere). “La Roma aspira al successo vincendo trofei ai massimi livelli. La nostra visione è chiara: investimenti, integrazione di dati e analisi e ricerca dei campioni internazionali del futuro“, si legge nel documento. Tre righe per sintetizzare il programma della presidente. E viene anche menzionato un “nuovo stadio iconico che diventi un punto di riferimento per la città e pilastro per la sostenibilità”.

Leggi anche:
‘Marchio e trofei’, così i Friedkin vogliono convincere gli sponsor

Calciomercato, Spinazzola incedibile. Si avvicina Rui Patricio

Dopo aver ristrutturato dirigenza, area sanitaria e settore giovanile, per la Roma è il momento di pensare al mercato. Si avvicina sempre di più l’accordo per Rui Patricio: con il giocatore ormai l’intesa è raggiunta, manca ancora qualcosa, invece, con il Wolverhampton. La società inglese, infatti, secondo Sky Sport, chiede una cifra compresa tra i 12 e i 15 milioni di euro, i giallorossi hanno offerto inizialmente 8 ma le parti stanno cercando il modo per venirsi incontro. Intanto, porte chiuse dai capitolini per il trasferimento di Spinazzola al Real Madrid: i Friedkin lo considerano incedibile e la prossima stagione sarà uno dei cardini della squadra di Mourinho. Si parla ovviamente anche di attacco: spunta il nome di Sasa Kalajdkic, classe ’97 dello Stoccarda, mentre dalla Turchia sono certi di un accordo tra Dzeko e il Fenerbahce. Sempre calda la pista Xhaka, con il centrocampista che, secondo La Gazzetta dello Sport, ora starebbe facendo pressioni all’Arsenal per essere ceduto alla Roma.

Leggi anche:
Il Rennes annuncia l’addio di Nzonzi, i tifosi: “Grazie di tutto, sarà difficile sostituirti” (FOTO)

Senti chi parla

Sulle frequenze radiofoniche romane, il tema principale di discussione, oltre l’Europeo, è il nuovo progetto targato José Mourinho. Nando Orsi, a Radio Radio, si esprime così: “Penso che per la Roma sia l’inizio di un progetto, ci si aspetta un miglioramento di classifica. Un innalzamento di valore tecnico della squadra, non so se sarà Xhaka o altri, ma mi aspetto 2-3 acquisti di quelli di nome”. Sulla stessa emittente c’è anche il pensiero di Roberto Pruzzo: “Bisogna capire da dove partiranno i Friedkin per rinforzare la squadra. Io non ci sto capendo molto, ma attendo con fiducia. Bisogna prendere un portiere, quelli che ha la Roma hanno fatto perdere punti a volte quest’anno. Bisogna capire anche cosa farà Dzeko”.

L'articolo News della giornata. Mourinho e i motivi del sì alla Roma. I Friedkin agli sponsor: “Vogliamo creare una delle migliori squadre al mondo” sembra essere il primo su Roma news.

News della giornata. Idea Olimpico per la presentazione di Mou. Spinazzola non si tocca, sfuma Daka

NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un solo articolo: buona lettura!

Roma, ecco quando e dove potrebbe essere presentato Mourinho

C’è attesa, si respira tanto entusiasmo e non si fa altro che aspettare lo sbarco di Josè Mourinho a Roma. Lo “Special One” dovrebbe sbarcare nella Capitale il 30 giugno, per poi iniziare il ritiro estivo giorno 6 luglio. Nel mezzo ci sarà la presentazione, nella quale i tifosi giallorossi si aspettano già delle parole importanti ed originali. Quello filtra in queste ultime ore è che Mou potrebbe essere presentato direttamente all’Olimpico, aperto anche se con le dovute cautele per il Covid. In questo caso la presentazione slitterebbe a fine luglio, proprio qualche giorno prima della partenza per la seconda parte della preparazione giallorossa in vista della nuova stagione.

Calciomercato Roma, viva la suggestione che porta a Sergio Ramos. Idea Lisandro Lopez se parte Smalling

Questi ultimi giorni di calciomercato sono stati scossi dall’addio ufficiale di Sergio Ramos al Real Madrid: dall’annuncio è partito il toto-prossima destinazione del difensore. La Roma coltiva una suggestione per lo spagnolo, visto anche il rapporto con Josè Mourinho. Proprio lo “Special One” avrebbe contattato telefonicamente il classe 1986 per portarlo nella Capitale insieme a lui. Per intavolare una trattativa servirebbe un ingaggio da 8 milioni annui, difficile, ma non impossibile: un aiuto potrebbe essere dato, infatti, dal Decreto Crescita che “finanzierebbe” in parte il colpo. La concorrenza delle grandi d’Europa, comunque, rimane tanta. Più concreta è l’idea che porta a Lisandro Martinez dell’Ajax. Il difensore potrebbe diventare una possibilità nel momento in cui fosse Chris Smalling, richiesto dall’Everton, ad abbandonare la Capitale. Il classe ’98 ha un contratto in scadenza nel 2023 e gli olandesi lo valutano almeno 25 milioni, una cifra che potrebbe far riflettere i giallorossi, pronti a virare su altri profili.Tra questi Matja Nastasic, che già conosce la Serie A (ha militato nella Fiorentina). Il contratto del 28enne serbo con lo Schalke 04 scade il trenta giugno del prossimo anno, e il suo cartellino dovrebbe aggirarsi intorno ai 5-6 milioni. Altra opzione German Pezzella. Per quanto riguarda l’attacco è sfumato il possibile arrivo di Daka dal Salisburgo, poichè il club austriaco ha trovato l’accordo sulla base di 35 milioni di euro con il Leicester per il quale lo zambiano sbarcherà in Inghilterra dalla prossima stagione.

Leggi anche:
Mourinho chiude a Grealish: “Costa troppo per noi”

Roma, Spinazzola non si tocca: smentito l’incontro con il Real Madrid

Leonardo Spinazzola è un patrimonio per la Roma del presente e per quella che verrà. Nella giornata di ieri dalla Spagna era rimbalzata la voce di un incontro fra la società giallorossa e il Real Madrid per trattare il futuro del terzino anche della Nazionale di Roberto Mancini. Secondo As, infatti, sarebbe stato Carlo Ancelotti a chiedere il classe 1997 alla dirigenza madrilena. La società giallorossa però ha smentito sia l’incontro sia il possibile inserimento di Spinazzola all’interno di una possibile trattativa legata alla permanenza di Borja Mayoral nella Capitale. L’attaccante ha ancora un anno di prestito gratuito e non è stato un titolare fisso durante la stagione, e non dovrebbe esserlo nemmeno agli occhi di José Mourinho, mentre Spinazzola, pagato 29.5 milioni due anni fa, è punto fermo del club e della Nazionale.

Leggi anche:
Lino Banfi: “Sono tifoso della Roma da 75 anni. Totti lo avrei tenuto in dirigenza”

Senti chi parla

Anche oggi nelle frequenze radiofoniche il tema Roma, di questi tempi legato al mercato, e quello della Nazionale sono stati abbastanza dibattuti da opinionisti ed tifosi celebri dei giallorossi. Notizia di ieri sera era quello di un possibile trasferimento di Spinazzola al Real Madrid, proprio su questo Jonathan Calò a Centro Suono Sport ha voluto così esporre la propria idea: “Spinazzola è nella top 11 di questo Europeo. Non credo alla notizia di AS. La Roma ha l’obbligo di provare a vincere nell’immediato, perché è arrivato Mourinho. La tua idea deve essere di vincere subito.” Della Nazionale di Roberto Mancini e del tabellone che potrebbe formarsi dagli ottavi in poi ha voluto parlare Tony Damascelli a Radio Radio Mattino: “Sarei prudente nel dire che l’Italia è più forte. L’Austria di ieri sera mi ha incuriosito, prima di affrontare il Belgio c’è un ottavo di finale. Lì non contano i punti ma i 90 minuti. Si cresce con le squadre forti. L’Austria in una partita secca può essere un pericolo. Se ci fate caso non si parla più di quelli lasciati a casa”. Anche Xavier Jacobelli a Radio Radio Mattino ha focalizzato l’attenzione sugli azzurri: “Mi aspetto una rotazione ragionata contro il Galles, com’è logico e normale. Questo Europeo ci insegna che nessun avversario può essere sottovalutato. Non bisogna passare da un eccesso di pessimismo che aveva condizionato l’inizio dell’europeo, a un eccesso di ottimismo. Fare i calcoli è sbagliato. Ma comunque abbiamo la fortuna di avere una Nazionale che impone il proprio gioco quando scende in campo. Credo che continuino lungo la propria strada”.

L'articolo News della giornata. Idea Olimpico per la presentazione di Mou. Spinazzola non si tocca, sfuma Daka sembra essere il primo su Roma news.

News della giornata. Fienga: “Mourinho deve insegnarci a vincere”. Si va avanti per Xhaka, concorrenza del Leicester per Daka

NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un solo articolo: buona lettura!

Roma, Fienga: “Vogliamo che Mourinho ci insegni a vincere. Totti non tornerà”

In occasione dell’anniversario per lo scudetto del 2001, il Club Roma di Testaccio, in collaborazione con Rete Sport, ha organizzato un evento al quale hanno partecipato molti giocatori, dirigenti, addetti ai lavori del passato giallorosso. E’ intervenuto anche Guido Fienga, attuale SEO della squadra capitolina, che ha trattato moltissimi tempi, tra i quali l’arrivo di Mourinho e il possibile ritorno di Totti. Queste le sue parole in merito all’arrivo dello “Special One“: “Quando si è presentata la possibilità lo hanno subito pensato ma sono stati soprattutto bravi a convincerlo. E’ uno degli allenatori più importanti da un punto di vista di incarnare quello che vogliamo, è il numero uno. Sono stati bravi a convincerlo, in pochissimo tempo si è chiuso l’accordo. Ovvero poco prima che venisse annunciato. I Friedkin sono molto intelligenti e imparano alla svelta. Hanno cominciato anche a imparare l’italiano, ma non so quando può esserci una conferenza stampa”. E poi sul possibile ritorno dello storico capitano: “Abbiamo un ottimo rapporto con Francesco, per me è affettuoso. Totti sta facendo la sua attività, ha un ottimo rapporto con la Roma e questa proprietà. Sta facendo il suo percorso professionale, che poi se fatto bene a noi non viene male. Sta sviluppando giovani, fa scouting, è un rapporto che funziona. Non c’è la necessità che stia dentro o fuori, e da lui non c’è questo tipo di richiesta. Il rapporto è assolutamente buono, lo è anche con la proprietà e non ci sono avversità derivate da fatti antichi. E’ un rapporto di collaborazione, perché lui fa certe cose per alcuni giocatori che sono anche nelle nostre giovanili. Segue diversi giovani e li sviluppo e a noi va bene così”.

20 anni dallo scudetto: da Totti ad Amelia, il ricordo dei protagonisti

Il 17 giugno del 2001 è una data storica per il mondo della Roma: in quel giorno, infatti, la squadra guidata da Fabio Capello conquistò l’ultimo scudetto ad oggi della storia giallorossa. In occasione dell’anniversario ventennale, molte sono state le reazioni dei protagonisti da allora: da Totti ad Amelia, con anche Mourinho che ha voluto lasciare un proprio commento. Il primo a ricordare il momento storico è stato il numero 10 giallorosso che ha scritto questo su un suo post Instragram: “L’emozione è indescrivibile…viverlo con voi è stato ancora più bello…il vostro supporto è stato superlativo…grazie Roma. 17-6-2001”. Anche Marco Amelia ha voluto sottolineare l’emozione di quel momento ai microfoni di GrandHotelCalciomercato.it: “Eravamo un gruppo vero di persone mentalizzate, affamate, vincenti. Da romano, nato e cresciuto nel settore giovanile della Roma, è stata una stagione entusiasmante, mi viene la pelle d’oca ancora oggi, a vent’anni di distanza. Ma le emozioni forti le tengo per quando rivedrò i miei ex compagni “. Il più simpatico? “Direi Francesco Totti, ma anche Candela e Delvecchio erano uno spasso. Passarci anche solo dieci minuti era una meraviglia. Siamo stati squadra dall’inizio alla fine, e nei momenti di difficoltà è contato tantissimo”. Un commento, forse inatteso, è arrivato da Josè Mourinho che ha commentato così un post ricordo della Roma: “Complimenti a tutti: alla famiglia Sensi, a Mister Capello, allo staff, ai giocatori e ai romanisti. Ricordare è vivere”

Roma, Pellegrini pronto al rinnovo: sarà eliminata la clausola rescissoria

Nonostante gli interessamenti di Liverpool e Barcellona, in casa Roma c’è grande fiducia per il rinnovo di Lorenzo Pellegrini. Il capitano giallorosso, che ha il contratto in scadenza attualmente nel 2022, ha da sempre sottolineato la sua volontà di rimanere nella Capitale. Il suo grande desiderio sarebbe quello di ripercorrere le orme di Totti e De Rossi e di rimanere per tanti anni nella Roma. Il prolungamento, presumibilmente triennale, dovrebbe comprendere un corposo aumento dell’ingaggio per il numero 7 (attualmente 2,3 i milioni percepiti in stagione) e l’eliminazione della clausola rescissoria di 30 milioni presente nel contratto attuale. Nella prossima settimana previsto l’incontro tra Tiago Pinto e il procuratore del giocatore Pocetta.

Calciomercato Roma, Smalling non è incedibile. Tempi serrati per Xhaka e per Daka spunta il Leicester

Tiago Pinto a lavoro per consegnare una nuova e pronta Roma a Josè Mourinho al più presto possibile. Nella lista degli incedibili dello “Special One” che comprende i vari Zaniolo, Mancini, Mkhitaryan non ci sarebbe Chris Smalling. Il difensore inglese, infatti, che ha avuto l’allenatore portoghese già ai tempi del Manchester United, non sarebbe una priorità per la prossima stagione: su di lui ci sarebbe l’Everton di Carlo Ancelotti. In quel di Trigoria non è pervenuta nessuna offerta al momento, con la società giallorossa che chiede per il classe 1989 10 milioni di euro circa. In uscita c’è anche il “Flaco” Pastore su quale c’è l’interesse del Boca Juniors. Per quanto riguarda le entrate, per la porta si continua a trattare con il Wolverhampton per Rui Patricio, con le quotazioni di Gollini in crescita nelle ultime ore. Xhaka è il primo obiettivo per il centrocampo, ma per il momento la trattativa è in stand-by: Tiago Pinto è costantemente in contatto con l’Arsenal per trovare una quadra e chiudere l’operazione. I “Gunners” chiedono 20 milioni di euro, la Roma offre al massimo 15.  Comunque, il gm portoghese si sta guardando intorno e ha individuato in Douglas Luiz dell’Aston Villa una valida alternativa. Dopo Belotti, ancora primo obiettivo per l’attacco, si è parlato molto di Daka del Salisburgo. Sul giocatore è piombato il Leicester di Rodgers che ha formalizzato una prima offerta, cercando di superare i giallorossi nella corsa per il giocatore.

Raggi: “Stadio per la Roma questione di interesse della città e del pubblico”

In occasione del ventesimo anniversario dello scudetto della Roma del 2001, è intervenuta anche Virginia Raggi, sindaco della città capitolina, pronta nuovamente a scendere in campo nelle prossime elezioni. Tema dibattuto per i tifosi giallorossi è la questione dello stadio di proprietà che i Friedkin vorrebbero costruire. Sull’argomento il primo cittadino ha chiarito la sua volontà: “Noi dobbiamo sciogliere il vincolo che ci lega al vecchio progetto. Abbiamo preso atto che non c’è più possibilità di continuare quel progetto perché non c’è più l’accordo tra i proponenti. Stiamo facendo tutti gli atti per scioglierci da quel vincolo e guardare al futuro. È giusto che la città e i club abbiano il loro stadio di proprietà: se è compatibile con le leggi vanno fatti perché è interesse della città e del pubblico. Saremmo miopi a non intercettare questo desiderio. Vorrei darvi a breve delle buone notizie”.

Senti chi parla

Anche oggi nelle frequenze radiofoniche capitoline, l’argomento Roma è stato molto trattato da opinionisti ed appassionati. Oggi, in occasione dell’anniversario dello scudetto del 2001, molti hanno voluto ricordare quel glorioso momento. Per esempio, Stefano Agresti a Radio Radio Mattino ha voluto ricordare così quell’anno: “Quello era un campionato pazzesco e la Roma aveva alcuni dei più grandi del mondo. Dal 2001 lo scudetto non è più tornato a Roma e questo è in linea con la storia del calcio. Quegli sforzi come quello di Cragnotti non ha poi generato un seguito.” Anche Tony Damascelli a Radio Radio Mattino ha voluto lasciare un commento: “L’ultimo anno della lira fu quello e l’ultimo anno della Roma di Sensi vera e propria. Il presidente ha investito i soldi suoi per la sua passione che poi ha dato a sua figlia e alla sua famiglia. Quello è l’ultimo esempio del rapporto tra il presidente e una società di calcio. Un tempo che non potrà più ripetersi. Marione così a Centro Suono Sport: “Grande Franco Sensi, grande Totti e grande Batistuta. Abbiamo festeggiato per un anno ma ora anche basta però. Sono passati 20 anni, qua bisogna tornare a vincere, dobbiamo tornare cinici.” Sull’attualità e sul prossimo mercato, invece, è intervenuto Trani a Centro Suono Sport: “Smalling non è una star, è un giocatore normale. Il suo secondo anno è stato una tragedia e fin ora di lui Mourinho non ha mai parlato. Sui 20 anni dallo Scudetto i gol di Batistuta sono un ricordo stupendo. Era quello che mancava. Non so se adesso basti l’equivalente di Batistuta per vincere. Xhaka ieri è al limite della sufficienza ma va detto che la Svizzera complessivamente ha fatto una partita indecorosa, e lui è l’unico giocatore salvabile”. Un giudizio su Xhaka, avversario ieri contro l’Italia, è arrivato da Antonio Felici a Centro Suono Sport: “Da Xhaka mi sarei aspettato di più ieri, ha fatto una partita molto “scolastica”. Mi aspettavo lavorasse di più dal punto di vista fisico, ma ha le caratteristiche del playmaker. È un buon centrocampista, con caratteristiche che la Roma adesso non ha”.

L'articolo News della giornata. Fienga: “Mourinho deve insegnarci a vincere”. Si va avanti per Xhaka, concorrenza del Leicester per Daka sembra essere il primo su Roma news.

News della giornata. La Roma ci prova per Gollini, Everton su Smalling. Primavera, campionato chiuso al quarto posto

NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un solo articolo: buona lettura!

Roma, per la porta torna in auge Gollini. Everton su Smalling

Si fa avanti una nuova forte candidatura per il ruolo di primo portiere la prossima stagione, vale a dire quella di Gollini. Come riportato dalla gazzetta.it, sono tanti i legami che ha il portiere dell’Atalanta con i colori giallorossi e a breve potrebbero aumentare. L’estremo difensore azzurro è molto amico di El Shaarawy con il quale va in vacanza ad Ibiza ed ha un ottimo legame anche con Mancini, Spinazzola, Pellegrini e soprattutto con Cristante. I giallorossi hanno offerto circa 15 milioni ai bergamaschi oppure una cifra superiore ma con un investimento dilazionato. Il calciatore non ritiene la Champions una priorità a breve termine e ha come sogno quello di essere allenato da Josè Mourinho. I calciatori della Roma stanno facendo una gran pressione sul portiere con El Shaarawy in primis. Ora il compito passa a Tiago Pinto che deve trovare un accordo con l’Atalanta. Rui Patricio rimane l’obiettivo raggiungibile in modo molto più facile ma i giallorossi vogliono provare prima a sondare il terreno proprio per Gollini prima di acquistare il portoghese.

Intanto, arrivano sirene dall’Inghilterra per Smalling. L’Everton sarebbe interessato al difensore ex Manchester United, con Mourinho che non lo ritiene tra gli incedibili. Interessi inglesi anche per Lorenzo Pellegrini: su di lui ci sono le attenzioni di Liverpool e Tottenham, ma la Roma è pronta a offrirgli un ricco rinnovo fino al 2025. Tutto fermo, intanto, sul fronte Xhaka: i giallroossi non sono disposti a fare follie per accontentare l’Arsenal e sperano nell’aiuto del giocatore per portare a termine l’operazione.

Leggi anche:
Di Francesco: “Berardi è sempre stato grande, ho provato a portarlo alla Roma”

Roma Primavera, vittoria con il Bologna: si chiude al quarto posto

La Roma Primavera chiude la stagione regolare con una vittoria. Al Niccolò Galli di Bologna i giallorossi si impongono con un netto 4-2 sui rossoblu. Decidono per la squadra di Alberto De Rossi i gol di Tripi (doppietta), Zalewski e Bamba. Non basta la doppietta nel secondo tempo di Rabbi agli emiliani, che finiscono a play-out e se la dovranno vedere con la Lazio per cercare la salvezza. La Roma chiude invece il suo campionato al quarto posto e si prepara per la fase finale.

Golden Boy, tre giallorossi in lizza per il premio

Il quotidiano Tuttosport ha pubblicato la lista dei 100 giocatori che si contenderanno il trofeo “Golden Boy 2021” giunto alla 19° edizione, premio dedicato al miglior under 21 della stagione. L’elenco verrà ridotto di 20 calciatori ogni 15 del mese con il 15 ottobre che vedrà i 20 finalisti tra i giocatori nati dopo il 1 gennaio 2001. Nella scorsa stagione il trofeo è andato a Erling Haaland attaccante del Borussia Dortmund. Tre i calciatori della Roma presenti: Riccardo Calafiori, Ebrima Darboe Bryan Reynolds.

Leggi anche:
Gli amici e l’opportunità Mourinho: i motivi per i quali Gollini può raggiungere Roma

Le parole di Costanzo sullo Stadio della Roma

Con le elezioni per il nuovo sindaco di Roma che si avvicinano sempre di più, torna di moda il tema stadio. E sulle pagine de Il Tempo, si è espresso a riguardo anche il nuovo responsabile per le strategie di comunicazione del club giallorosso Maurizio Costanzo: “Mi fa piacere apprendere che Roma avrà un nuovo stadio. E’ pur sempre la Capitale d’Italia e di stadi capienti ne deve avere più di uno. L’entusiasmo dei tifosi in occasione di Italia Turchia per essere potuti tornare all’Olimpico, la dice lunga della voglia di stare in uno stadio a tifare i colori preferiti. Conosco la burocrazia e mi auguro perciò che non passi troppo tempo per il nuovo stadio della Roma. Devo riconoscere all’Amministrazione Raggi che, sollecitata, ha fatto un buon lavoro”.

Senti chi parla

Sulle frequenze radiofoniche romane, il tema principale di discussione è il calciomercato. Augusto Ciardi, ai microfoni di Tele Radio Stereo, si esprime così sulla questione centravanti: “E’ Icardi che propone al PSG le sue proposte. Ma fanno tutti così. Se Dzeko dovesse partire, in attacco servirebbe un investimento, servirebbe un centravanti forte almeno quanto Dzeko. Vlahovic? Su di lui ho dei dubbi pure io…”. Stefano Agresti, invece, a Radio Radio, lancia la provocazione: “Ma non è che la Roma si può tenere Olsen? Rui Patricio ieri ha anche fatto un errore”.

L'articolo News della giornata. La Roma ci prova per Gollini, Everton su Smalling. Primavera, campionato chiuso al quarto posto sembra essere il primo su Roma news.

News della giornata. Dall’Inghilterra: l’Arsenal rifiuta l’offerta per Xhaka. Rispunta Icardi, imbrattato il murale per Mourinho

NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un solo articolo: buona lettura!

Dall’Inghilterra: rifiutata l’ultima offerta della Roma per Xhaka

La Roma continua a lavorare per regalare il primo acquisto dell’estate a Josè Mourinho. L’obiettivo è per la mediana ed è già stato individuato da tempo: corrisponde a Granit Xhaka, centrocampista svizzero di proprietà dell’Arsenal. Nonostante l’interesse sia concreto e palese ormai da alcune settimane, la trattativa non sembra essere così vicina a una conclusione. Secondo quanto riportano i media inglesi della BBC, infatti, i Gunners avrebbero rifiutato l’ultima offerta dei giallorossi di circa 15 milioni di euro. Si dovrà, dunque, continuare a trattare per trovare l’intesa, mentre con il giocatore sembra essere già arrivata sulla base di un quinquennale da 2,5 milioni di euro all’anno.

Quello di Granit Xhaka, però, non è l’unico nome sull’agenda di Tiago Pinto per rinforzare il centrocampo della Roma. Sempre secondo quanto racconta la BBC, infatti, i giallorossi avrebbero messo gli occhi anche su Douglas Luiz, mediano in forza all’Aston Villa classe 1998, impegnato con il Brasile in Copa America.

Calciomercato, per l’attacco torna in auge Icardi. Dall’Inghilterra: Tottenham e Liverpool su Pellegrini

Non solo Xhaka. La Roma lavora anche per rinforzare altri reparti, tra cui l’attacco. Oggi torna in auge il nome di Mauro Icardi che, quest’anno, non ha di certo vissuto la sua stagione migliore al Paris Saint Germain. Secondo l’emittente radiofonica Tele Radio Stereo, infatti, l’argentino sarebbe stato proposto alla Roma da alcuni intermediari vicini a Wanda Nara.

Di nuovo imbrattato il murale per Mourinho a Testaccio

Non c’è pace per il murale di Harry Grab a Testaccio dedicato a José Mourinho. Dopo il ‘ritocco’ fatto dai tifosi laziali dopo l’ingaggio di Sarri, questa notte il murale per lo ‘Special One’ è stato proprio imbrattato. I vandali hanno infatti utilizzato uno spray per coprire il volto del tecnico sulla Vespa. Una settimana fa qualche sostenitore biancoceleste per festeggiare l’arrivo di Maurizio Sarri aveva deciso di aggiungere nell’opera il volto del tecnico toscano con una “fumata” che copriva la faccia di Mourinho. Dopo le proteste dei tifosi giallorossi, pochi giorni dopo l’artista Harry Greb era tornato a “restaurare” la sua opera e a sistemare il José Mourinho murale. Stavolta, però, è arrivato un altro inatteso attacco.

Intanto, sempre nella giornata di oggi è stato inaugurato alla Garbatella un murale dedicato dedicato ad Alberto Sordi. L’opera, voluta e sostenuta dal Club in collaborazione con ATER e con il patrocinio della Regione Lazio, sorge in via Ignazio Persico ed è stata realizzata dallo street artist Lucamaleonte. Lo fa sapere la Roma attraverso un comunicato. L’attività rientra nei progetti messi a punto dal Club e dalla propria Fondazione, Roma Cares, per le celebrazioni dei 150 anni di Roma Capitale.

Senti chi parla

Sulle frequenze radiofoniche romane il tema di discussione principale è sempre il calciomercato. Marione, dai microfoni di Centro Suono Sport, rivela il suo nome preferito per l’attacco: “Comprerei Isak della Svezia, avendolo visto ieri”. Alessandro Vocalelli, a Radio Radio, parla dell’impatto dell’arrivo di José Mourinho: “L’arrivo di Mourinho è importante, hai preso una star. Non basta però, se la Roma vuole migliorare lo deve fare attraverso i giocatori. Gli allenatori che trasformano una squadra da 7° posto a una dal 2° posto ne conosco pochi. La Roma deve operare sul mercato. Xhaka è un profilo importante. Icardi? Magari, farebbe fare il salto di qualità”.

L'articolo News della giornata. Dall’Inghilterra: l’Arsenal rifiuta l’offerta per Xhaka. Rispunta Icardi, imbrattato il murale per Mourinho sembra essere il primo su Roma news.

News della giornata. Mourinho descrive l’attaccante ideale e Daka scala le gerarchie. In difesa spunta Fonte

NEWS DELLA GIORNATA –  Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un solo articolo: buona lettura!

Mourinho: “Gli attaccanti egoisti se non segnano non fanno niente. Se ce n’è uno lo porto subito a Roma”

Josè Mourinho, commentando la vittoria per 1-0 dell’Inghilterra contro la Croazia ai microfoni di TalkSport, ha fatto un’allusione anche alla sua prossima sposa, ossia la Roma. Incentrando il discorso sul Harry Kane, attaccante dei “Leoni inglesi” e del Tottenham, lo “Special One” ha sottolineato la sua importanza. Queste le sue parole: “Ci sono quelli che quando non segnano comunque continuano a giocare. Kane è di questo tipo. Gli attaccanti egoisti? Il loro problema è che quando non segnano non fanno nulla. Trovatemi un attaccante egoista che faccia 30 gol e lo metto nella valigia per Roma”.

Calciomercato Roma, in difesa idea Fonte. Daka scala le gerarchie di Tiago Pinto

Tiago Pinto non si fermerà a Granit Xhaka, prossimo all’approdo in giallorosso. Infatti il general manager vorrebbe regalare a Mourinho una squadra in gran parte pronta sin dal ritiro: il prossimo che potrebbe sbarcare nella Capitale potrebbe essere Rui Patricio. Per quanto riguarda il discorso della difesa, un nome nuovo, secondo fonti francesi, sarebbe quello di Josè Fonte. Il difensore portoghese, fresco Campione di Francia con il Lille, potrebbe lasciare la squadra di Galtier a parametro zero. Il contratto scade il 30 giugno e il classe ’83 non sembra essere soddisfatto della proposta di prolungamento, per questo potrebbe scegliere di intraprendere un’altra avventura. Chi potrebbe seguire lo stesso percorso in giallorosso è Paston Daka. In attacco il primo obiettivo della Roma rimane Andrea Belotti, per il quale si sta discutendo da settimane con il presidente Cairo per trovare un accordo, soprattutto sulla formula. L’alternativa corrisponde alla punta del Salisburgo, il cui cartellino parte da una valutazione di 20 milioni di euro. Il suo arrivo coinciderebbe con la permanenza di Dzeko, a fare da chioccia al 22enne, le cui quotazioni sono in rialzo. A centrocampo, oltre a Xhaka, spunta Kocku del Feyenoord. In uscita oltre al “Flaco” Pastore, anche Carles Perez che potrebbe rimanere in Serie A con la maglia del Sassuolo.

Leggi anche:
Maicon, ufficiale il suo arrivo al Tre Penne

Serie A, De Siervo: “Obiettivo stadi pieni per la prossima stagione”

L’amministratore delegato della Serie A, Luigi De Siervo ha parlato del futuro del massimo campionato nazionale, con il grande obiettivo di riportare i tifosi allo stadio nella prossima stagione. Queste le sue parole: “Stiamo ragionando per valutare se sia o meno il caso di passare da otto a dieci slot televisivi. E’ un passaggio già fatto dai colleghi spagnoli con la Liga anni fa. Il nostro concorrente, prima ancora di un altro sport, è ad esempio Netflix. Il tentativo della Lega è di coprire gli stessi slot con delle partite in successione, per consentire a chiunque, ai tifosi veri, di seguire i vari tagli editoriali che la nostra media company può offrire. Non si cerca, come raccontato, un aspetto economico esasperato, si è voluto aiutare in primis le squadre che gareggiano in Champions League, per cui chi giocherà martedì o mercoledì, giocherà al sabato, cosicché tutte le nostre quattro squadre avranno la chance di andare avanti. Ma è anche un modo per dare piena dignità alle squadre, meno blasonate, che non devono dividere l’audience con squadra più importanti. Tutto ciò aiuta a raggiungere l’obiettivo vero: conquistare il tempo libero delle persone. Quando sarà approvato il campionato spezzatino? Nulla è scontato”.

Le prime parole di Eriksen ad agente e compagni: “Non so cosa sia successo”. Domani potrebbe essere dimesso

Nella giornata di sabato tutto il mondo del calcio si è stretto attorno a Christian Eriksen. Il centrocampista dell’Inter e della nazionale danese, trasportato subito in ospedale dopo il malore in campo nel corso di Danimarca-Finlandia, sta migliorando giorno dopo giorno, tant’è che potrebbe essere dimesso già domani. L’agente ed amico, Martin Schoots, in un’intervista a La Gazzetta dello Sport, ha rivelato anche le prime parole del classe 1992 dette ai compagni di squadra: “Voglio capire che cosa è accaduto. Grazie a tutti, non mollo”.

Leggi anche:
Italia-Svizzera, arbitra Karasev: un precedente con la Roma

FIGC, Gravina: “Presto corsi di primo soccorsi per i giocatori. Euro 2020? L’obiettivo andare a Wembley”

Intervenuto da Casa Azzurri, il presidente della FIGC, Gabriele Gravina ha parlato di quanto accaduto in Danimarca-Finlandia ad Eriksen e ha esposto la necessità di insegnare a tutti i calciatori le procedure da applicare in casi estremi come quello di sabato. Queste le sue parole: “Nella concessione delle licenze nazionali metteremo l’obbligo di corsi di formazione di primo soccorso agli atleti. Il corso si rivolgerà sicuramente a tutto il mondo professionistico. Per il mondo dilettantistico mi dicono che diventa più complicato, ma per me il valore della vita è legato all’essere umano e non alla categoria, quindi faremo tutti i salti possibili in termini di sacrificio affinché questa diventi una procedura per tutti. Dobbiamo avere soggetti formati pronti a intervenire come primo soccorso. Per la Nazionale lo faremo già dai prossimi giorni in ritiro a Coverciano”. Mentre, per quanto riguarda le questioni legate al campo ed alla Nazionale, Gravina ha ribadito quale sia l’obiettivo degli uomini di Mancini nella competizione: “Possiamo vincere l’Europeo? Se continueremo a coltivare valori ed entusiasmo lo avremo già vinto. Sul campo serve concentrazione e non dobbiamo abbandonare lo spirito di sacrificio. Dobbiamo stare con i piedi per terra senza smettere di sognare, ma con realismo e determinazione. Il nostro obiettivo è andare a Wembley. Poi vedremo”.

Senti chi parla

Anche oggi sulle frequenze radiofoniche il tema mercato della Roma è stato molto gettonato. Nella mattinata, infatti, Roberto Pruzzo a Radio Radio Mattino ha espresso il suo parere sulla possibile permanenza di Dzeko: “La scelta se tenere Dzeko o meno non è semplice. O prendi un grande centravanti e ce ne sono pochi in giro oppure gli affianchi uno giovane. Ma non so quanto Dzeko abbia ancora da dare. Abbassare il monte stipendi migliorando la squadra è l’obiettivo un po’ di tutti, ma raggiungerlo non è semplice”. Sul portiere futuro dei giallorossi, invece, è intervenuto Augusto Ciardi a Tele Radio Stereo: “Da quello che so, ci sarebbe stata un’accelerazione per Rui Patricio, anche se il condizionale è d’obbligo. C’è stato qualche riscontro in più, soprattutto sul fatto che si sta approfondendo il discorso con il Wolverhampton. Questo però non significa che il giocatore arriverà di sicuro alla Roma”. Su possibile nuovo attaccante della prossima stagione si è espresso Francesco Balzani che a Centro Suono Sport ha parlato di Daka: “Daka? La Roma lo segue da un po’, ma deve sbrigarsi. Ha ereditato la maglia di Haaland, che è chiaramente più forte. Però ha fatto tanti gol. È un ragazzo. Se prendi un giovane così insieme a Dzeko è più sensato rispetto a Belotti. Sono interessato ad Aké, ma non mi è dispiaciuta nemmeno l’Ucraina. La trattativa di Xhaka non è rallentata, anzi. Credo che mercoledì prenderà le misure dell’Olimpico. Non mi fa impazzire l’idea di un europeo itinerante. Fino ad ora l’Italia è la squadra che mi ha convinto di più. Kjaer dall’altro giorno per me è nella Hall of Fame della Roma, ha fatto una gran cosa”.

L'articolo News della giornata. Mourinho descrive l’attaccante ideale e Daka scala le gerarchie. In difesa spunta Fonte sembra essere il primo su Roma news.

News della giornata. Roma, si pensa ad una parte del ritiro a Riscone. Zaniolo rinuncia alle vacanze. Mourinho: “Ho pregato per Eriksen”

NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un solo articolo: buona lettura!

Roma, Mou pensa a un ritiro a Riscone

José Mourinho a breve sbarcherà nella Capitale, e intanto pianifica l’estate della sua Roma. L’opzione in pole position per il ritiro giallorosso, come riporta Il Tempo, prevede una decina di giorni a Trigoria e poi si starebbe pensando a una seconda parte tra i monti dell’Alto Adige, e la location più quotata sembra Riscone di Brunico, località familiare ai capitolini, ma non solo. Proprio in Val Pusteria lo ‘Special One’, ai tempi dell’Inter, ha iniziato la sua prima avventura in Italia, terminata con il Triplete. Tra le alternative anche l’Austria, sebbene questa ipotesi risulta meno fattibile per le norme anti-Covid.

Zaniolo, niente vacanze per Mourinho

Niente vacanze estive per Nicolò Zaniolo. Il 22 della Roma si prenderà qualche giorno durante i weekend, ma continuerà a lavorare fino al 28 giugno, e poi risponderà alla chiamata giallorossa. L’obiettivo è farsi trovare pronto da José Mourinho. Nel frattempo, il classe ’99 è a La Spezia, con la famiglia, dove continua il programma d’allenamento studiato con i preparatori della Capitale e avallato dal prof. Fink. Ogni giorno il giocatore si reca a Pontremoli (40 chilometri da casa) per allenarsi al Kinemove Center, uno dei migliori centri d’Italia per il recupero atletico dei calciatori. Lo sta seguendo soprattutto il prof. Gian Nicola Bisciotti che per dieci anni (dal 1999 al 2009) è stato preparatore dell’Inter (ha seguito lui la riabilitazione di Ronaldo) lavorando anche con José Mourinho (con il quale ha vinto il triplete). Tre ore al giorno di allenamento, più un’altra ora nella sua palestra a casa.

Mourinho: “Oggi festeggiamo, Eriksen è vivo. Ieri ho pregato tanto”

José Mourinho si è unito al coro di speranza che ha abbracciato Christian Eriksen dopo il dramma in campo durante il match tra Finlandia e Danimarca. Lo Special One ha ammesso: “Oggi non riesco a smettere di pensare a quello che è successo ieri. Penso che sia un giorno per festeggiare, non per essere tristi. Per fortuna il calcio è andato andato in una direzione con più organizzazione, protocolli, livello dei medici e degli specialisti. Tutto questo è molto più importante del calcio, ma allo stesso tempo credo che abbia mostrato anche i buoni valori del calcio. L’amore, la solidarietà, lo spirito di famiglia. Non si trattava solo della sua famiglia, ma della famiglia del calcio. Il calcio unisce le persone. Ieri ho pregato, ieri ho pianto, e alla fine possiamo festeggiare perché Christian è vivo.”

Totti: “Prima o poi qualcuno prenderà la 10 della Roma”

“Alla Roma nessuno ha ancora preso la 10? Prima o poi qualcuno lo farà, non sono io a decidere” così risponde Francesco Totti durante un’intervista ad un portale russo. La leggenda della Roma è volato a Mosca in questi giorni per seguire il campionato europeo, e ha abbozzato un pronostico: “Euro2020? La Francia arriverà sicuramente in finale, ma spero anche l’Italia. È possibile che incontrerò Dmitry Alenichev, con cui ho giocato alla Roma. Abbiamo mantenuto un buon rapporto. È possibile che andrò a San Pietroburgo per seguire le partite anche se non ho ancora deciso quali. Non importa, l’importante è che si parli di calcio.”

Calciomercato Roma, priorità esuberi. Florenzi può restare al PSG, Dzeko verso la permanenza

La prima missione di Tiago Pinto sarà quella di sistemare gli esuberi. Sulla lista del gm portoghese c’è Steven Nzonzi, che piacerebbe a Rennes Benfica. Poi toccherebbe a Federico Fazio, il quale potrebbe restare in Serie A, poichè sarebbe nel mirino di Parma, Verona e Samp. Justin Kluivert e Cengiz Under saranno valutati da José Mourinho, mentre Davide Santon, nonostante qualche offerta dalla Turchia, vorrebbe giocarsi una chance con il portoghese, che lo aveva lanciato ai tempi dell’Inter. Capitolo Javier Pastore: a fine giugno dovrebbe andare in scena un incontro con la società. Il ‘Flaco’ ha ancora due anni di contratto, ad oltre 4 milioni di stipendio a stagione, per questo i giallorossi potrebbero riconoscergli una buonuscita. L’ex PSG gradisce un ritorno in Argentina, ma non è esclusa un’avventura negli USA. Per quello che riguarda Alessandro Florenzi, invece, il PSG potrebbe ancora scegliere di riscattarlo. Mentre è vicino alla permanenza Edin Dzeko, il bosniaco rientrerebbe nei piani di Mou e vorrebbe provare a vincere un trofeo con i capitolini.

Maurizio Costanto: “Ho grandi progetti per i tifosi”

Maurizio Costanzo ha scritto al Corriere dello Sport per dire la sua dopo la nomina di responsabile delle strategie comunicative della Roma: “Qualcuno scrive che mi occuperò di radio. Sì, è vero nel senso che cercherò di avere un rapporto con questa realtà indiscutibile che sono le radio che a Roma di occupano di calcio. Ma quel che più m’interessa dire in questi primi Pensieri Giallorossi è che il mio pensiero riguardo la tifoseria e il rapporto con la medesima. Vorrei trovare il tifoso più anziano della Roma, vorrei trovare una famiglia tutta romanista e altre iniziative sempre rivolte alla tifoseria. Senza squadra i tifosi non sanno cosa fare, ma senza tifosi anche la squadra non sa cosa fare”.

Eriksen, il comunicato della Danimarca: “Ha mandato saluti ai compagni”

Dal fiato sospeso a Copenaghen di tutti i presenti e di chi guardava da casa, al sospiro di sollievo per le buone notizie che sono arrivate sulle condizioni di Christian Eriksen, colpito ieri da un malore durante il match contro la Finlandia. La Federazione danese ha voluto rassicurare tutt: “Questa mattina ha mandato i suoi saluti ai compagni. Le sue condizioni sono stabili e continua a essere ricoverato in ospedale per ulteriori accertamenti. La squadra e lo staff della nazionale hanno ricevuto assistenza e continueranno a essere presenti l’uno per l’altro dopo l’incidente di ieri. Vorremmo ringraziare tutti per i messaggi inviati a Christian Eriksen da parte di tifosi, giocatori, famiglie reali sia danesi che inglesi, associazioni internazionali, club ecc. Incoraggiamo tutti a inviare i loro messaggi e auguri alla federazione danese, faremo in modo che siano girati tutti a Christian e alla sua famiglia”.

L'articolo News della giornata. Roma, si pensa ad una parte del ritiro a Riscone. Zaniolo rinuncia alle vacanze. Mourinho: “Ho pregato per Eriksen” sembra essere il primo su Roma news.