Roma, Spinazzola sulla via del rientro: da metà novembre con i compagni

ROMA RIENTRO SPINAZZOLA – Leonardo Spinazzola spinge per tornare in campo il prima possibile. Come scrive Gazzetta.it, infatti, c’è un continuo confronto con il professore e lo staff medico che lo hanno operato lo scorso cinque luglio in Finlandia e l’obiettivo è quello di sfruttare le prossime due settimane per concludere il lavoro personalizzato e poi tornare con i compagni da metà novembre. Il terzino della Roma continua a lavorare a parte, alterna allenamenti in palestra a sedute in campo con e senza pallone e le sensazioni sono sempre più buone. Adesso gli è rimasto l’ultimo step, l’ultima fase della riabilitazione, forse la più lunga perché si inizia ad intravedere la fine.

Leggi anche:
Trigoria, Roma subito in campo per preparare il Cagliari. Prosegue il recupero di Smalling e Spinazzola

Ancora non c’è nessuna data certa per il rientro, ma di certo il fatto che la Roma lo abbia inserito in lista Uefa fa pensare che potrebbe almeno andare in panchina contro lo Zorya il 25 novembre all’Olimpico. Manca esattamente un mese, la speranza di Leonardo è di continuare così il percorso e poter dare una mano ai compagni quanto prima per la seconda parte di stagione. La strada è ancora lunga, ma non lunghissima: Spinazzola continua ad essere monitorato a Roma e via Skype con la Finlandia, quando serve, non ha saltato un giorno di lavoro e aspetta solo l’ok per tornare in gruppo. Ancora poco e poi Mourinho potrà riavere uno dei giocatori più importanti della rosa.

L'articolo Roma, Spinazzola sulla via del rientro: da metà novembre con i compagni sembra essere il primo su Roma news.

Dalla Spagna: Tiago Pinto mette gli occhi su Ceballos del Real Madrid

MERCATO ROMA CEBALLOS – La Roma sottotraccia continua a lavorare sul mercato per regalare alcuni giocatori a Josè Mourinho per migliorare la rosa. Uno degli obiettivi principali è l’acquisto di un centrocampista centrale. Come riporta il quotidiano catalano El National, il gm Tiago Pinto ha messo gli occhi anche su Dani Ceballos del Real Madrid. Il calciatore è fermo per un grave infortunio alla caviglia, rientro previsto a dicembre. Non sembra rientrare nei piani di Ancelotti e cercherà una soluzione lontano dalla capitale spagnola. Mourinho, che ha parlato con il calciatore, gli avrebbe proposto un ruolo centrale nella Roma.

Leggi anche:
Roma subito in campo per il Cagliari, prosegue il recupero di Smalling e Spinazzola

L'articolo Dalla Spagna: Tiago Pinto mette gli occhi su Ceballos del Real Madrid sembra essere il primo su Roma news.

Trigoria, Roma subito in campo per preparare il Cagliari. Prosegue il recupero di Smalling e Spinazzola

TRIGORIA ALLENAMENTI CAGLIARI – La Roma riprende subito gli allenamenti in vista della trasferta di Cagliari di mercoledì 27 ottobre alle ore 20.45 alla Sardegna Arena. Non c’è tempo per respirare per i giallorossi dopo il pareggio allo Stadio Olimpico contro il Napoli per 0-0.Per gli uomini di Josè Mourinho consueta divisione in gruppi post partita. Continua il lavoro individuale per i due infortunati Chris Smalling e Leonardo Spinazzola che proseguono il loro lavoro per provare a tornare a disposizione dello Special One nel minor tempo possibile. Per la sfida in terra sarda, sarà molto probabile rivedere lo stesso 11 che ha giocato le ultime due sfide in Serie A come comunicato anche dal tecnico nella conferenza stampa dopo il match contro i partenopei.

Cagliari-Roma, la probabile formazione giallorossa

ROMA (4-2-3-1): 1 Rui Patricio, 2 Karsdorp, 23 Mancini, 3 Ibanez, 5 Vina; 4 Cristante, 17 Veretout; 22 Zaniolo, 7 Pellegrini, 77 Mkhitaryan; 9 Abraham.
A disp.: 67 Fuzato, 63 Boer, 24 Kumbulla, 19 Reynolds, 13 Calafiori, 65 Tripi, 8 Villar, 92 El Shaarawy, 42 Diawara, 14 Shomurodov, 11 Pérez, 21 Mayoral.
Allenatore: José Mourinho.

BALLOTTAGGI: Mkhitaryan-El Shaarawy.
INDISPONIBILI: Spinazzola (rottura del tendine d’Achille sinistro), Smalling (lesione al flessore della coscia destra).
IN DUBBIO:
SQUALIFICATI: –
DIFFIDATI: Cristante.

L'articolo Trigoria, Roma subito in campo per preparare il Cagliari. Prosegue il recupero di Smalling e Spinazzola sembra essere il primo su Roma news.

Roma, sono 5 gli epurati da Mourinho: a gennaio saranno sul mercato

ROMA MOURINHO ESUBERI – Josè Mourinho quando dice che è difficile “perdonare”, si riferisce sia alla partita di Bodo che a quanto accaduto in estate. Secondo gazzetta.it, se oggi la Roma non ha un giocatore come Anguissa, per lo Special One è perchè ad agosto molti degli esuberi hanno rifiutato tutte le destinazioni. Per questo ieri nel match contro il Napoli molti sono finiti in tribuna e non giocheranno neanche a Cagliari anche se dovrebbero partire con la squadra. Il tecnico portoghese spera che tutti e cinque gli esclusi si rendano disponibili a gennaio per lasciare la Capitale. Mourinho sa perfettamente che sta correndo molti rischi nel far giocare sempre gli stessi ma preferisce proseguire su questa strada. Sta ai calciatori reagire: Kumbulla, ad esempio è sempre uno dei migliori con l’Albania ma in Conference ha sbagliato tutto mentre Villar fa sapere che giocando poco non riesce ad incidere, stesso pensiero anche per Mayoral. Diawara e il suo entourage si sono messi di traverso per tutta l’estate e la situazione non è delle migliori con la Coppa d’Africa che può complicare il tutto. Un discorso a parte lo merita Reynolds. L’americano è completamente fuori dal contesto con Pinto che sta cercando una squadra che possa farlo giocare così come avrebbe voluto fare la Juventus a gennaio scorso “parcheggiandolo” al Benevento. Ieri in tribuna c’erano oltre 50 milioni di cartellini che sembrano a fine corsa nella Roma.

Leggi anche:
Cagliari-Roma: sarà Pezzuto ad arbitrare la sfida della Sardegna Arena

L'articolo Roma, sono 5 gli epurati da Mourinho: a gennaio saranno sul mercato sembra essere il primo su Roma news.

Bilancio Roma, la perdita è di oltre 185 milioni: è il sesto passivo più alto della storia della Serie A

BILANCIO ROMA FRIEDKIN – La Roma ha pubblicato il suo bilancio facendo registrare una perdita per oltre 185 milioni di euro. Un dato molto significativo anche se in calo rispetto al -204 della stagione 2019/20. Secondo quanto riportato dal sito calcioefinanza.it, per la società capitolina ha influito molto l’emergenza Coronavirus. I ricavi dello Stadio sono scesi a 12 milioni (contro i 26 della stagione precedente e i soli ricavi dai diritti tv hanno portato il fatturato a 190 milioni. Dopo Inter e Juventus, la Roma è il terzo club ad entrare nella classifica delle perdite più significative nella storia della Serie A. In testa rimane il club nerazzurro con un -245 milioni di euro. Il bilancio giallorosso è il sesto nella storia, il secondo peggiore dal 1927, anno di nascita della squadra della Capitale. Una classifica che vede due l’Inter in prima e in terza posizione con la Juventus in seconda piazza con il bilancio di questa stagione che ha segnato un -209,9 milioni.

Leggi anche:
Roma, approvato il bilancio. Aumento di capitale fino a 460 milioni entro un anno

L'articolo Bilancio Roma, la perdita è di oltre 185 milioni: è il sesto passivo più alto della storia della Serie A sembra essere il primo su Roma news.

Occhio al fischietto. Cagliari-Roma a Pezzuto, un solo precedente con la Roma: 2-2 in casa dello Spezia

CAGLIARI ROMA PEZZUTO – La Lega Calcio Serie A e l’Associazione Italiana Arbitri hanno reso noti gli arbitri per la 10a giornata. Mercoledì si giocherà la sfida tra Cagliari e Roma alla Sardegna Arena alle ore 20.45 e sarà diretta da Ivano Pezzuto della sezione di Lecce. I due guardalinee saranno Ranghetti e Palermo con Baroni quarto uomo. L’addetto alla Var sarà Giacomelli con Liberti all’Avar. Per il fischietto pugliese sarà la seconda gara diretta della Roma. La prima risale all’ultima giornata di campionato della scorsa stagione nel pareggio per 2-2 contro lo Spezia che ha permesso alla squadra di Fonseca di raggiungere il 7o posto e qualificarsi in Conference League. Anche per il Cagliari sarà la seconda sfida con questo direttore di gara, la prima fu al Tardini contro il Parma nel match terminato per 0-0.

Leggi anche:
Rocchi parla degli arbitri: “Sono soddisfatto della giornata di ieri”

Serie A, le designazioni della 10a giornata

CAGLIARI – ROMA h. 20.45
PEZZUTO
RANGHETTI – PALERMO
IV: BARONI
VAR: GIACOMELLI
AVAR: LIBERTI

SPEZIA – GENOA Martedì 26/10 h. 18.30
SOZZA
FIORE – SCHIRRU
IV: VOLPI
VAR: BANTI
AVAR: DI VUOLO

VENEZIA – SALERNITANA Martedì 26/10 h. 18.30
DI BELLO
RASPOLLINI – MIELE D.
IV: GARIGLIO
VAR: MANGANIELLO
AVAR: VIVENZI

MILAN – TORINO Martedì 26/10 h. 20.45
AURELIANO
COLAROSSI – PAGANESSI
IV: ZUFFERLI
VAR: MASSA
AVAR: GIUA

JUVENTUS – SASSUOLO h. 18.30
SACCHI
BOTTEGONI – ROSSI M.
IV: MARCENARO
VAR: GHERSINI
AVAR: GIUA

SAMPDRORIA – ATALANTA h. 18.30
PRONTERA
ALASSIO – SACCENTI
IV: MINELLI
VAR: FABBRI
AVAR: CECCONI

UDINESE – H. VERONA h. 18.30
MARCHETTI
GIALLATINI – DI MONTE
IV: SANTORO
VAR: DOVERI
AVAR: DI IORIO

EMPOLI – INTER h. 20.45
CHIFFI
VALERIANI – MASTRODONATO
IV: DI MARTINO
VAR: VALERI
AVAR: GALETTO

LAZIO – FIORENTINA h. 20.45
AYROLDI
LONGO – LOMBARDI
IV: RAPUANO
VAR: GUIDA
AVAR: TEGONI

NAPOLI – BOLOGNA Giovedì 28/10 h. 20.45
SERRA
DE MEO – ROSSI C.
IV: MASSIMI
VAR: MARIANI
AVAR: LO CICERO

L'articolo Occhio al fischietto. Cagliari-Roma a Pezzuto, un solo precedente con la Roma: 2-2 in casa dello Spezia sembra essere il primo su Roma news.

Rocchi parla degli arbitri: “Sono soddisfatto della giornata di ieri”

ROCCHI SERIE A ARBITRI – Torna a parlare il designatore arbitrale Gianluca Rocchi. Il responsabile dei fischietti italiani, è stato intervistato da Radio Rai1 ed ha parlato della giornata di campionato andata in archivio con il pareggio per 1-1 tra Inter e Juventus. Un intervento per cercare di placare le polemiche dell’ultima settimana a partire dalle scelte di Orsato in Juventus-Roma fino al rigore fischiato ai bianconeri nel match di ieri contro l’Inter. Ecco le sue parole: “Ho deciso di fare questo piccolo intervento per dire che noi non ci tiriamo indietro da eventuali errori, peraltro di ieri sono assolutamente soddisfatto, una giornata ottima per noi”.

Leggi anche:
Moratti: “Mourinho contro il Napoli se l’è cavata giocando bene”

L'articolo Rocchi parla degli arbitri: “Sono soddisfatto della giornata di ieri” sembra essere il primo su Roma news.

Rocchi parla degli arbitri: “Sono soddisfatto della giornata di ieri”

ROCCHI SERIE A ARBITRI – Torna a parlare il designatore arbitrale Gianluca Rocchi. Il responsabile dei fischietti italiani, è stato intervistato da Radio Rai1 ed ha parlato della giornata di campionato andata in archivio con il pareggio per 1-1 tra Inter e Juventus. Un intervento per cercare di placare le polemiche dell’ultima settimana a partire dalle scelte di Orsato in Juventus-Roma fino al rigore fischiato ai bianconeri nel match di ieri contro l’Inter. Ecco le sue parole: “Ho deciso di fare questo piccolo intervento per dire che noi non ci tiriamo indietro da eventuali errori, peraltro di ieri sono assolutamente soddisfatto, una giornata ottima per noi”.

Leggi anche:
Moratti: “Mourinho contro il Napoli se l’è cavata giocando bene”

L'articolo Rocchi parla degli arbitri: “Sono soddisfatto della giornata di ieri” sembra essere il primo su Roma news.

Roma-Napoli, l’analisi tattica: gara intensa per la Roma che ha messo in campo spirito e caparbietà

ROMA NAPOLI ANALISI TATTICA – Olimpico esaurito (per la capienza concessa) e cornice di pubblico imponente per la Roma chiamata a dare una risposta alla disfatta infrasettimanale di Conference League. Il responso del campo dice pari, confermando l’idiosincrasia agli scontri diretti, anche se non era il momento giusto per rompere il ruolino di marcia negativo, visto il valore dell’avversario. Una gara intensa, che le squadre hanno vissuto a momenti alterni, con la Roma che ha messo in campo spirito di corpo e caparbietà con una condotta di gara adeguata negli atteggiamenti mancati giovedì da tutti i componenti della rosa, indistintamente che fossero riserve o titolari.

Moduli e sviluppo di gioco

Mourinho conferma il suo 4-2-3-1 ormai istituzionale per statuto e scelta dei titolari, con Mancini e Ibanez davanti a Rui Patricio, Karsdorp e Vina terzini, mentre Cristante e Veretout muovono gli sviluppi di gioco in mezzo al campo. Pellegrini sotto Abraham e Zaniolo e Mkhitaryan punte esterne a piede invertito. Spalletti vira su un 4-3-2-1 che regali superiorità numerica dentro al campo con Fabian Ruiz a dettare i tempi davanti alla linea difensiva di Ospina, composta da Rrahmani e Koulibaly centrali, Di Lorenzo e Mario Rui terzini. 

Primo tempo interlocutorio ma supremazia partenopea

Negli atteggiamenti tattici la gara vive un avvio diverso, con il Napoli che lascia costruire e uscire esternamente la Roma, chiudendo le linee passaggio centrali, concedendo ai giallorossi di lavorare sulle catene esterne alla ricerca del 2 contro 1 agevolato dallo scivolare in ritardo dei partenopei sugli spazi esterni. La Roma, al contrario, non va a prendere alto il Napoli, cercando compattezza tra la trequarti e la linea di metà campo, con Mancini e Ibanez che si gestiscono Osimhen lavorando su marcatura e copertura reciproca concedendogli poco o nulla allo spauracchio nigeriano. Insigne che viene molto dentro al campo per giocare in appoggio sotto palla alla punta nigeriana. Il Napoli si fa preferire nel primo tempo per possesso palla e scaglionamento adeguato attraverso il quale riesce sempre a creare i triangoli di gioco su cui sviluppare manovra e circolazione palla. In mezzo al campo il Napoli gode di superiorità numerica, alla quale la Roma cerca di porre limite attenzionando Fabian Ruiz con Pellegrini ma, sia nel momento della riconquista e costruzione dal basso sia nella transizione dopo la riconquista in mezzo al campo come consuetudine, lo scaglionamento non adeguato finisce per isolare e non accompagnare il portatore di palla producendo solo percussioni e iniziative in solitario non trovando combinazioni tra i 4 giocatori avanzati. Il sussulto migliore per i giallorossi è di Abraham innescato da un recupero consueto in mezzo al campo che mette l’inglese davanti ad Ospina. Di fatto la gara è molto ingessata e la superiorità nel palleggio del Napoli non scava un divario decisivo, mentre la Roma gioca per spezzettare e ripartire peccando però in qualità tecnica e scelte.

Secondo tempo

Si riparte con gli stessi ventidue del primo tempo, con il Napoli che con fluidità di manovra trova una supremazia territoriale più marcata, mentre la Roma si chiude e prova a ripartire mancando però spesso il secondo passaggio dopo la riconquista. Il portatore di palla che è ancora isolato come nel primo tempo, con Mkhitaryan sempre molto confuso e pasticcione nelle scelte e gestioni palla. Il primo quarto d’ora della ripresa sembra propizio al gol degli uomini di Spalletti, con la Roma salvata dal palo e con Mourinho che opera il primo cambio di giornata con El Shaarawy per Mkhitaryan al quale rispondono Elmas e Lozano per Politano e Zielinski. la Roma si scuote, appoggiandosi sui due giocatori di temperamento Zaniolo e Abraham e classe (Pellegrini)alzando baricentro e scalando alta diventando padrona del segmento centrale della ripresa creando 4 situazioni nitide. Arriva anche il momento di Mertens per Insigne, mentre una gestione criminale di un 5 contro 3 in contropiede di Zaniolo impedisce ai giallorossi di dare corpo alla supremazia territoriale, possesso palla e indice di pericolosità del momento. Proprio Zaniolo si intestardirà nel finale di gara in troppe situazioni personali, con Shomurodov che nel frattempo aveva rilevato Abraham, senza sortire gli effetti sperati. Con il fischio finale si muove la classifica di entrambe e il record di vittorie iniziali in Serie A che rimane ancora agli atti nella Storia della Roma.

Maurizio Rafaiani

L'articolo Roma-Napoli, l’analisi tattica: gara intensa per la Roma che ha messo in campo spirito e caparbietà sembra essere il primo su Roma news.

Dodò esulta per il record di vittorie consecutive rimasto alla Roma di Garcia: “10 su 10 solo noi!” (FOTO)

ROMA RECORD DODO – Con il pareggio di ieri si ferma a 8 la striscia di vittorie consecutive per il Napoli di Luciano Spalletti. La squadra partenopea è stata fermata dalla Roma di Josè Mourinho sullo 0-0 ed è a 25 punti insieme al Milan. Rimane quindi intatto il record di 10 vittorie consecutive nelle prime 10 partite della Roma di Rudi Garcia della stagione 2013/14. Uno dei componenti di quella rosa era Dodò. Il terzino brasiliano, attraverso il proprio profilo Twitter, ha voluto ricordare questa cosa rimarcando come questo grande risultato rimanga ancora negli annali dopo 8 anni.

Leggi anche:
La Roma fa pace con i tifosi: imposto il primo stop stagionale al Napoli

L'articolo Dodò esulta per il record di vittorie consecutive rimasto alla Roma di Garcia: “10 su 10 solo noi!” (FOTO) sembra essere il primo su Roma news.