Mourinho sul Covid: “Ho avuto paura, vivi ogni giorno con un punto interrogativo”

MOURINHO COVID – In Inghilterra i contagi da Covid 19 sono in leggero aumento e le positività di alcuni giocatori hanno finito per mettere paura anche alle nazionali di Euro 2020. Della pandemia ha voluto parlare anche Josè Mourinho, che a TalkSport ha ricordato la sua esperienza nel Regno Unito, ai tempi della fase più acuta della diffusione del virus: “Vivi ogni giorno col punto interrogativo, non sai mai quello che succederà il giorno dopo. Specialmente durante la mia esperienza agli Spurs soprattutto perché è stato il momento più problematico del Covid nel calcio, erano giorni di paura e bisognava stare molto attenti. Il Tottenham ha gestito la situazione con attenzione”.

L'articolo Mourinho sul Covid: “Ho avuto paura, vivi ogni giorno con un punto interrogativo” sembra essere il primo su Roma news.

Roma, Under nel mirino del Milan: il turco possibile sostituto di Calhanoglu

ROMA UNDER – Il futuro di Cengiz Ünder potrebbe essere ancora in Italia, ma non alla Roma. Il connazionale Calhanoglu ha abbandonato il Milan a parametro zero e sta per firmare con l’Inter e i rossoneri potrebbero puntare sull’esterno quest’anno in prestito al Leicester. Come riporta Sky Sport, infatti, il classe 1997 rientra nel ventaglio delle idee di Maldini per sostituire l’ex numero 10 rossonero. Tanto dipenderà dalla volontà di Mourinho che deciderà in procinto del ritiro se tenere nella Capitale o meno l’esterno.

Leggi anche:
Roma, Cairo fissa il prezzo per Belotti

L'articolo Roma, Under nel mirino del Milan: il turco possibile sostituto di Calhanoglu sembra essere il primo su Roma news.

Roma, Under nel mirino del Milan: il turco possibile sostituto di Calhanoglu

ROMA UNDER – Il futuro di Cengiz Ünder potrebbe essere ancora in Italia, ma non alla Roma. Il connazionale Calhanoglu ha abbandonato il Milan a parametro zero e sta per firmare con l’Inter e i rossoneri potrebbero puntare sull’esterno quest’anno in prestito al Leicester. Come riporta Sky Sport, infatti, il classe 1997 rientra nel ventaglio delle idee di Maldini per sostituire l’ex numero 10 rossonero. Tanto dipenderà dalla volontà di Mourinho che deciderà in procinto del ritiro se tenere nella Capitale o meno l’esterno.

Leggi anche:
Roma, Cairo fissa il prezzo per Belotti

L'articolo Roma, Under nel mirino del Milan: il turco possibile sostituto di Calhanoglu sembra essere il primo su Roma news.

Roma, tra una settimana arriva Mourinho. Dal 6 luglio un mese di ritiro

ROMA MOURINHO – Quella appena cominciata sarà l’ultima settimana senza Mourinho. Nei primi giorni del prossimo mese il nuovo allenatore arriverà a Roma, sarà presentato alla stampa e poi, da martedì 6 luglio, si comincerà a fare sul serio. Come preannunciato da lui stesso su Instagram, è quella la data prevista per il raduno.

Leggi anche:
MOURINHO SI ALLENA E SVELA: “IL 6 LUGLIO SI AVVICINA”

Prima parte di ritiro a Trigoria. Poi una meta estera

Le prime ore saranno dedicate ai primi cicli di tamponi, per passare in seguito alle visite mediche di rito. Il ritiro vero e proprio si svolgerà a Trigoria e, come fa sapere Il Romanista, la prima fase di preparazione durerà intorno alle tre settimane. E a meno che Tiago Pinto non riuscirà a piazzare parte dei giocatori considerati in esubero, Mourinho allenerà un gruppo pieno di calciatori, alcuni in esubero che verranno ceduti. La preparazione però avrà anche una seconda fase, con una durata variabile fra la settimana e i dieci giorni (fino alla prima settimana di agosto), che si svolgerà all’estero. In quel periodo la nuova Roma affronterà le prime gare amichevoli di un certo livello. Le ipotesi logistiche riguardano il Portogallo di Mourinho e Pinto, l’Austria, la Svizzera.

Leggi anche:
CONTINUA IL FILO DIRETTO TRA RAMOS E MOURINHO. MA PSG E PREMIER RESTANO IN POLE

L'articolo Roma, tra una settimana arriva Mourinho. Dal 6 luglio un mese di ritiro sembra essere il primo su Roma news.

DI GIOVAMBATTISTA: “I Friedkin vogliono lo stadio nel cuore della città”, FELICI: “Che talento Isak, lo prenderei al volo”

SENTI CHI PARLA ALLE RADIO – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano.

Furio Focolari a Radio Radio Sport: “Il dubbio per Mancini è uno solo, ossia fra Locatelli e Verratti. Io impazzisco per il centrocampista del Sassuolo, ma credo che il ct sia più orientato per esperienza a inserire con l’Austria da subito Verratti”.

Franco Melli a Radio Radio Sport: “Io non sceglierei fra Verratti e Locatelli, ma li farei giocare entrambi con un pò di equilibrio. Toglierei Barella che mi sembra sottotono. Per il futuro della Roma bisogna sperare tanto in Zaniolo e nel suo recupero e soprattutto acquistare un portiere che pari”.

Alessandro Vocalelli a Radio Radio Sport: “In questa Nazionale io non toglierei mai Locatelli per due motivi: uno perchè è in grande fiducia, vive un momento magico e poi dal punto di vista tecnico il dinamismo di Locatelli in questo momento sia più funzionale di Verratti. L’Austria è una delle squadre più deboli che è rimasta. Io mi auguro che la Roma possa vendere solo i giocatori in esubero: l’importante sarà che rimangano i giocatori che rappresentano lo zoccolo duro della squadra. Mi auguro per i giallorossi qualche sorpresa alla Mourinho. La differenza fra Roma e la Lazio è che comunque per i giallorossi si sta parlando di giocatori di valore come Xhaka e Belotti, mentre per la Lazio siamo a Callejon e poco altro”.

Luigi Ferrajolo a Radio Radio Sport: “Credo che inizi Verratti che è un simbolo del progetto di Mancini. Davanti vedo pochi dubbi: Insigne e Berardi hanno fatto bene ed è giusto dargli fiducia, Chiesa può essere un valore aggiunto. La situazione della Roma è identica a quella della Lazio: se prima bisogna cedere e non si riesce, è molto plausibile che la squadra resti così com’è, senza nessun intervento. E’ una situazione di immobilismo”.

Guido Ubaldo a Radio Radio Sport: “Il mercato della Roma è fermo perchè per fare un’operazione bisogna avere della liquidità, e dunque la necessità è cedere qualcuno. Se non riesce Tiago Pinto avrà problemi a rinnovare Pellegrini sia ad acquistare altri giocatori”.

Marione a Centro Suono Sport: “Sui giornali si parla del nulla, non c’è veramente niente. Sulla Gazzetta c’è la notizia che abbiamo dato 20 giorni fa, e cioè di un fondo statunitense. E’ bello che i giornali ci arrivano dopo mesi. Noi abbiamo Friedkin che è una garanzia, e in più ci sarà questo fondo, e spero sia quello che diciamo noi, e che arrivi per comprare giocatori forti che possano cambiare la storia della Roma. Cairo chiede 34 milioni per Belotti? Per me se lo può tenere anche a 15, basta con queste mezze seghe… L’Olimpico come nuovo stadio della Roma? Ma magari lo prendono, per me è il posto migliore per rifare uno stadio fatto bene. E la Lazio? Potremmo dare il Flaminio a loro… Il Real Madrid che vuole Ibanez per sostituire Ramos? O noi non ci capiamo niente di calcio, oppure non si capisce, perchè a me Ibanez sembra scarso…”

Augusto Ciardi a Teleradiostereo: “Mourinho si è emancipato rispetto al potere di Mendes. Se Mendes litiga con la Fiorentina, per la società viola si chiudono importanti fili di mercato; alla Roma non potrebbe mai accadere per il prestigio che ha acquisito Mourinho indipendentemente dal suo agente”.

Roberto Pruzzo a Radio Radio Mattino: “La Roma ha sempre il problema degli esuberi. Fanno bene a farli allenare a parte, così gli esclusi si guardano un po’ in giro e mettono fretta ai procuratori per trovare una sistemazione”.

Ilario Di Giovambattista a Radio Radio Mattino: “Per la presentazione di Mourinho la Roma sta preparando una location particolare, ma non ci saranno i maxischermi in città come qualcuno aveva annunciato. Il tecnico portoghese sta arrivando in città e verrà presentato tra il 2 e il 4 di luglio. I Friedkin non cercano soci per il club, ma potrebbe essere per la costruzione dello stadio. Loro in due anni vogliono mettere a posto i conti. Per lo stadio la Roma ha individuato tre aree pubbliche e vuole scegliere un luogo nel cuore della città”.

Sandro Sabatini a Radio Radio Mattino: “Mourinho non basta da solo, ha bisogno di grandi giocatori. La Roma non può spendere tanto di ingaggio per un portiere fin quando ne ha già uno che paga molto. E poi c’è da decidere su Dzeko o se si riesce a trovare un valido sostituto”.

Ugo Trani a Centro Suono Sport: “Il fondo non potrebbe essere un progetto a breve termine. La verità è che quando scarseggiano notizie o esce qualcosa relativo alla proprietà o allo stadio, è ormai una consuetudine. Ibanez ha la clausola per cui parte solo per quella in teoria, ossia per 80 milioni di euro. Non credo che il Real Madrid sia intenzionato a fare tanto. Su Sergio Ramos bisogna che il difensore faccia delle scelte: lo spagnolo per venire nella Capitale dovrebbe abbassarsi lo stipendio con il rischio di non vincere niente, anzichè andare magari al PSG guadagnando tanto e avendo più chance di vincere. La vedo difficile. Comunque io dal mercato, dopo aver visto la questione Calhanoglu, mi aspetto veramente di tutto”.

Antonio Felici a Centro Suono Sport: “C’è un problema di mancate entrate alla Roma, il fondo servirebbe per stabilizzare la transizione. Vorrei inquadrare questa eventuale mossa in chiave positiva, cioè che avrà l’obiettivo di vincere e di trattenere Mourinho il più a lungo possibile. Sul mercato, Isak mi ha rubato l’occhio e lo prenderei al volo.

Furio Focolari a Radio Radio Sport: “Il dubbio per Mancini è uno solo, ossia fra Locatelli e Verratti. Io impazzisco per il centrocampista del Sassuolo, ma credo che il ct sia più orientato per esperienza a inserire con l’Austria da subito Verratti”.

L'articolo DI GIOVAMBATTISTA: “I Friedkin vogliono lo stadio nel cuore della città”, FELICI: “Che talento Isak, lo prenderei al volo” sembra essere il primo su Roma news.

Roma, non solo la radio: può chiudere anche il canale tv

ROMA RADIO TV – Da settimane si fanno sempre più forti le voci che vogliono la radio della Roma in procinto di chiudere. L’obiettivo infatti, come scrive La Gazzetta dello Sport, è focalizzare attenzione, energie ed investimenti più sui social. Negli ultimi giorni però, dando per scontato uno snellimento delle spese, è possibile che anche il canale tematico televisivo della società possa concludere la propria avventura. Tutto questo per potenziare sempre più l’interazione col web.

Leggi anche:
ROMA, NUOVI SOCI DAGLI USA PER I FRIEDKIN

L'articolo Roma, non solo la radio: può chiudere anche il canale tv sembra essere il primo su Roma news.

Torino, Cairo fissa il prezzo per Belotti. Roma ferma a 15 milioni più bonus

CALCIOMERCATO ROMA BELOTTI – Continua la telenovela sul futuro di Andrea Belotti. Il capitano del Torino ha il contratto in scadenza nel 2022 e non sembra intenzionato a rinnovare l’accordo con i granata.

E il futuro di Dzeko è ancora incerto

Cairo aveva chiesto di aspettare la fine degli Europei prima di parlare di mercato, con l’obiettivo di alzare il prezzo. Cosa che, come riporta Tuttosport, finora non gli sta riuscendo. E così ha deciso di stabilirlo lui: 34 milioni. Troppi per i club interessati. In primis per la Roma, che ha offerto, via intermediari, 15 milioni più 3 di bonus ritenuti non sufficienti dal presidente del Torino. Tra l’altro Mourinho cerca una punta ma deve prima liberarsi di Edin Dzeko, e il futuro attorno al bosniaco è tutt’altro che certo.

Leggi anche:
ROMA, RUI PATRICIO NON CONVINCE. SI RIAPRE LA PISTA GOLLINI

L'articolo Torino, Cairo fissa il prezzo per Belotti. Roma ferma a 15 milioni più bonus sembra essere il primo su Roma news.

Euro 2020, da Alaba a Sabitzer: pericolo Austria per l’Italia di Mancini

EURO 2020 ITALIA – Svelato l’avversario degli ottavi finale di Euro 2020 per l’Italia: gli azzurri se la vedranno con l’Austria, che ieri ha battuto per 1-0 l’Ucraina e ha chiuso al secondo posto del Gruppo C alle spalle dell’Olanda.

Secondo posto dietro all’Olanda e qualificazione storica

Austria guidata dalla sua star, David Alaba, tornato nel ruolo di esterno tuttofare. Erano quasi quarant’anni che non si prendeva soddisfazioni del genere e questo, come scrive La Gazzetta dello Sport, può creare un effetto positivo anche di fronte a un ostacolo tecnicamente superiore come l’Italia di Mancini. Gli uomini chiave, oltre ad Alaba, sono Arnautovic, Sabitzer, il fantasista del Lipsia che anche contro l’Ucraina è stato uno dei migliori in campo e il giovane Baumgartner, centrocampista classe ’99 dell’Hoffenheim che ieri, con il suo gol, ha regalato agli austriaci la storica qualificazione.

L'articolo Euro 2020, da Alaba a Sabitzer: pericolo Austria per l’Italia di Mancini sembra essere il primo su Roma news.

Di Marzio: “Nessun contatto tra la Roma e Sergio Ramos”

SERGIO RAMOS ROMA – Gianluca Di Marzio getta acqua sul fuoco Sergio Ramos. L’ormai ex capitano del Real Madrid oggi è stato accostato con insistenza alla Roma ma l’esperto di mercato, su Instagram, ha smentito le voci: “Così come è successo con Sergio Ramos al Milan, ho fatto le mie verifiche e non ci sono contatti, né interesse da parte della Roma per un giocatore seppur fortissimo, un fenomeno, un leader, ma è un giocatore di una certa età che ha un ingaggio esagerato. La Roma non ci sta pensando perché ha altre idee. Preferisco non illudervi se non ho notizie concrete”.

Leggi anche:
DALL’ARGENTINA: “SERGIO RAMOS TORNERA’ A LAVORARE CON MOURINHO”

L'articolo Di Marzio: “Nessun contatto tra la Roma e Sergio Ramos” sembra essere il primo su Roma news.

Euro 2020, Draghi: “Finale a Roma? Di sicuro non va giocata nei paesi con alti contagi”

EURO 2020 DRAGHI – “Sì nell’adoperarmi affinché la finale degli Europei non si faccia in Paesi con alti contagi”. Così il premier italiano, Mario Draghi, durante una conferenza stampa congiunta con Angela Merkel rispondendo a una domanda sul possibile spostamento della finale di Euro 2020 da Wembley all’Olimpico di Roma (o in un altro paese, per esempio Budapest) per via della crescita di contagi da Covid-19 in Inghilterra.

Leggi anche:
EURO 2020: LE GARE DI OGGI. AUSTRIA E UCRAINA SI ‘GIOCANO’ L’ITALIA

L'articolo Euro 2020, Draghi: “Finale a Roma? Di sicuro non va giocata nei paesi con alti contagi” sembra essere il primo su Roma news.