CSKA Sofia-Roma, previsto poco turnover per Mourinho

ROMA CSKA SOFIA PROBABILI FORMAZIONI – Nella gara di domani la Roma è a caccia dei tre punti sul campo del CSKA Sofia, già battuto 5-1 nella gara d’andata del girone di Conference League. La speranza giallorossa di poter passare il turno da primi ed evitare gli spareggi si può coltivare solamente tramite una vittoria contro i bulgari e un harakiri del Bodø sul campo dello Zorya.

Leggi anche:
CSKA Sofia-Roma, Mourinho punta su Abraham per il sorpasso sul Bodo

3-5-2 con pochissime modifiche

Non dovrebbero esserci ampie rotazioni, ma qualche cambio verrà fatto in casa Roma per riacciuffare il primo posto sottratto dal Bodø. Una gara importante non solo ai fini della classifica, ma anche per rialzare la testa dopo le due sconfitte consecutive contro Bologna e Inter. Come scrive il Corriere dello Sport, torneranno gli assenti contro l’Inter Karsdorp e Abraham e verrà fatto riposare qualcuno per evitare infortuni. Roma che torna col 3-5-2 con Rui Patricio a difendere la porta, Mancini, Ibañez e Kumbulla ha completare il reparto difensivo. A centrocampo ballottaggio tra Diawara, Darboe e Villar per prendere il posto di Veretout, insieme ad uno di loro confermati Cristante e Mkhitaryan. Potrebbe tornare a giocare una partita da titolare anche Calafiori, che non parte dal primo minuto dalla disfatta di Bodø. In attacco confermata la coppia AbrahamZaniolo.

L'articolo CSKA Sofia-Roma, previsto poco turnover per Mourinho sembra essere il primo su Roma news.

Calciomercato Roma, la missione di Pinto: accontentare Mou con un mercato a ‘ribasso’

CALCIOMERCATO ROMA – Manca meno di un mese all’apertura del mercato invernale e Tiago Pinto ha una missione difficilissima: portare rinforzi di qualità senza esagerare con gli investimenti, visto che i giallorossi hanno speso circa 90 milioni in estate per i nuovi innesti, da Abraham a Shomurodov a Rui Patricio. Ora, ci sono altri ruoli da potenziare, viste le difficoltà giallorosse tra risultati negativi, squalifiche e infortuni.

Precedenza alle cessioni

Nelle ultime settimane, José Mourinho ha fatto capire in tutti i modi che questa è una squadra incompleta e che bisogna intervenire con urgenza sul mercato per raddrizzare la rotta. Come riporta Il Tempo, Tiago Pinto ha avvisato i procuratori che farà solamente operazioni in prestito. Le posizioni da rafforzare sono il terzino destro e il centrocampista tanto voluto da Mou. Ma prima di acquistare ci sono gli esuberi da piazzare: Fazio, Santon, e Reynolds. Più, probabilmente, Villar e Diawara. Operazione più delicata è quella di Borja Mayoral, che è già con le valige in mano, visto che la Roma deve accordarsi con lo spagnolo per interrompere anticipatamente il prestito e tornare al Real Madrid. I vari profili valutati negli ultimi giorni sono diversi con l’impressione che non siano solamente quelli che sono usciti allo scoperto, ma altri non ancora svelati. Quanto a Zakaria e Dalot, la strada è in salita, mentre per quanto riguarda Tolisso, Pinto l’ha definita un impresa impossibile. Resta un’alternativa valida Grillitsch.

L'articolo Calciomercato Roma, la missione di Pinto: accontentare Mou con un mercato a ‘ribasso’ sembra essere il primo su Roma news.

CSKA Sofia-Roma, Mourinho punta su Abraham per il sorpasso sul Bodo

ROMA CSKA SOFIA ABRAHAM – Dopo la squalifica in campionato contro l’Inter, Tammy Abraham è pronto a riprendersi il suo posto al centro dell’attacco e continuare a migliorare il suo rendimento in coppa. Toccherà probabilmente a lui guidare l’offensiva giallorossa domani in Conference League contro il CSKA Sofia.

Leggi anche:
Abraham e Shomurodov ‘spuntati’, il CSKA Sofia l’occasione per ritrovarsi

Abraham rende meglio in coppa

A 24 anni non si può più parlare di promessa, visto che nelle coppe europee iniziano a farsi vedere i suoi “colleghi” classe 2002 o 2003. Come afferma La Gazzetta dello Sport, l’ex Chelsea ha tutto: velocità, fisico e tecnica, ma sembra mancargli il “killer instinct” che differenzia un attaccante normale da un fuoriclasse. Il suo rendimento in Conference è buono, con 4 gol in 5 partite, mentre è più carente in campionato con 4 reti in 15 presenze. In ogni caso, il rischio di creare un nuovo “caso Schick“, visto l’importo speso per averlo (40 milioni), al momento è stato evitato, visto che l’inglese ha superato il bottino di reti segnate dall’ex Samp. La missione di domani resta il sorpasso ai danni del Bodø. Per il primo posto serve una combinazione di risultati: la Roma deve vincere a Sofia, mentre i norvegesi dovranno pareggiare o perdere per ‘cedere’ il primo posto. Serviranno proprio le reti di Abraham, che ha già segnato contro il CSKA Sofia, a spianare la strada verso il turno successivo, evitando ulteriori spareggi. Mou si affida quindi al suo uomo di coppa.

L'articolo CSKA Sofia-Roma, Mourinho punta su Abraham per il sorpasso sul Bodo sembra essere il primo su Roma news.

Abraham e Shomurodov ‘spuntati’, il CSKA Sofia l’occasione per ritrovarsi

ABRAHAM SHOMURODOV CSKA SOFIA – Nel freddo di Sofia la Roma cerca il primato in Conference League nell’ultima gara del girone, per evitare così gli spareggi. Il CSKA Sofia all’andata è stato battuto 5-1 all’Olimpico, e questa sera la squadra di Mourinho proverà il bis e sarà un’occasione per gli attaccanti, visto che i giallorossi vanno in gol in Europa da 19 partite.

Leggi anche:
Roma, amuleto Europa: giallorossi a segno da 19 partite

Solo 5 reti per i due attaccanti

In campionato i gol per Abraham e Shomurodov sono al momento 5, con i due attaccanti che sono costati alla Roma più o meno 60 milioni. Domani l’opportunità di aumentare il loro score, che tocchi all’uzbeko, a quota 1 gol in 13 presenze (contro il Cagliari) oppure all’inglese, con 4 gol all’attivo. La Repubblica sottolinea come lo score di centravanti sia simbolo di una squadra che ha subìto 7 sconfitte in 16 gare e che al momento sembra aver smarrito la strada. E nel mirino per invertire il trend c’è il CSKA Sofia, che l’ex Chelsea ha già colpito. Nella trasferta di Sofia saranno assenti Felix (Covid), che comunque non fa parte della lista Uefa ed è quindi inutilizzabile, ma anche Pellegrini ed El Shaarawy. Probabile l’impiego di Mancini e Zaniolo, squalificati in campionato contro lo Spezia. Per evitare gli spareggi domani i tre punti sono fondamentali, per cui Tammy ed Eldor sono pronti ad affilare gli scarpini.

L'articolo Abraham e Shomurodov ‘spuntati’, il CSKA Sofia l’occasione per ritrovarsi sembra essere il primo su Roma news.

Conference League, trasferta lampo per la Roma a Sofia

ROMA CSKA SOFIA CONFERNENCE LEAGUE – La Roma domani sera andrà a sfidare il CSKA Sofia in Bulgaria nella gara valevole per la sesta ed ultima giornata del girone di Conference League. Il girone C, dove sono coinvolti direttamente i giallorossi, non ha ancora un “padrone” definito e sarà proprio l’ultima giornata a dirci chi andrà direttamente agli ottavi e chi farà i playoff.

Leggi anche:
Roma, amuleto Europa: giallorossi a segno da 19 partite

Si riparte subito dopo la gara

Una partita che sulla carta è solo una formalità, riporta Il Tempo, ma se la Roma vuole evitare la scocciatura dei playoff a febbraio deve vincere in Bulgaria e aspettare buone notizie dall’Ucraina dove giocano contemporaneamente Zorya e Bodø e sperare in un pareggio o in una sconfitta dei norvegesi. Una trasferta complicata per due fattori: il clima, visto che si giocherà con una temperatura di 2 gradi e con la pioggia, e la situazione Covid, il paese è da un mese in massima allerta. Per questo, sarà una trasferta lampo per i giallorossi, che partiranno nel pomeriggio da Roma, dopo l’allenamento a Trigoria, e rientreranno nella Capitale subito dopo la partita. Nel frattempo, Mourinho deve decidere la formazione anti CSKA: tornano gli squalificati Karsdorp e Abraham, in più giocheranno i diffidati che salteranno lo Spezia, ossia Mancini e Zaniolo. Indisponibili ancora Spinazzola, El Shaarawy e Carles Perez, mentre Felix Afena non si è ancora immunizzato dal Covid, ma sarebbe stato comunque impossibile utilizzarlo visto che non fa parte della lista Uefa.

L'articolo Conference League, trasferta lampo per la Roma a Sofia sembra essere il primo su Roma news.

Roma, amuleto Europa: giallorossi a segno da 19 partite

ROMA CSKA SOFIA CONFERENCE LEAGEUE – Ultimo giro di Conference League prima di chiudere la fase a gironi. Domani la Roma è attesa a Sofia dal CSKA Sofia per la gara di ritorno dopo il 5-1 maturato all’andata, e l’obiettivo è quello di strappare il primo posto al Bodo e qualificarsi direttamente agli ottavi, senza passare per ulteriori spareggi.

Sempre in gol in Europa da 19 match

C’è un dato positivo su cui può contare la squadra di José Mourinho. Il Corriere della Sera riferisce infatti che in Europa la Roma fa centro da 19 partite consecutive, per un totale di 49 (media di 2,5 a partita) ed è a due passi da un record, arrivare a 22, solo la Juve in Italia ha raggiunto quota 21. Nella striscia giallorossa non solo la Conference League, ma anche i match di Europa League con Ajax e Manchester United. Domani contro il CSKA Sofia i capitolini cercano la ventesima gara con gol, proprio contro la squadra con cui è rimasta a secco prima di dare il via alla serie di gol europei. Era il 29 ottobre 2020, stadio Olimpico, gol di Smalling annullato per fuorigioco e traversa di Mkhitaryan. Insomma, se in campionato ultimamente la Roma fatica a trovare il gol, in Conference domani l’occasione è quella giusta.

L'articolo Roma, amuleto Europa: giallorossi a segno da 19 partite sembra essere il primo su Roma news.

Roma, da Pellegrini a Spinazzola: speranze ‘Azzurre’ per gennaio

ROMA INFORTUNI PELLEGRINI SPINAZZOLA – Si avvicina a passo svelto la sessione di mercato di gennaio. La Roma è in agguato, pronta a piombare su rinforzi a centrocampo e non solo, come richiesto dal tecnico più e più volte, soprattutto in un momento in cui i risultati non sorridono. Ma in casa giallorossa non si parla solo di acquisti.

Leggi anche:
Marsiglia, parla il presidente dell’OM: “Pau Lopez e Ünder sono riscatti automatici”

Pelle, ElSha e Spina pronti a tornare

I rinforzi potrebbero arrivare anche da altre vie. La Gazzetta dello Sport scrive infatti che potrebbero presto tornare gli infortunati ‘Azzurri’. Il 6 gennaio contro il Milan potrebbero rivedersi Lorenzo Pellegrini, infortunatosi a novembre contro il Torino (lesione al quadricipite) e anche Stephan El Shaarawy, uscito malconcio dalla sfida di Bologna (lesione al polpaccio). Il ‘Faraone’ conta di poter tornare presto in Nazionale, in vista dello spareggio per il Mondiale. Proprio contro i rossoneri potrebbe tornare anche il lungodegente Leonardo Spinazzola, alle prese con la rottura del tendine d’Achille rimediata contro il Belgio all’Europeo. Il numero 37 sarebbe un rinforzo prezioso per Mourinho, vista la sua velocità e la sua capacità di spinta.

L'articolo Roma, da Pellegrini a Spinazzola: speranze ‘Azzurre’ per gennaio sembra essere il primo su Roma news.

I Friedkin hanno una certezza: Mourinho è il presente e il futuro della Roma

ROMA FRIEDKIN MOURINHO – La Roma è in un momento di difficoltà dopo le sconfitte contro Bologna e Inter. Al comando però c’è saldamente Josè Mourinho che aveva previsto questa come una stagione di transizione in accordo anche con la famiglia Friedkin.

Leggi anche:
Totti non esclude il ritorno ma avverte i Friedkin: “Servono i campioni”

Ieri colloquio tra lo Special One e Tiago Pinto

Il presidente della Roma, Dan Friedkin, è dispiaciuto per gli ultimi risultati ma è convinto che molti dei giovani in rosa possano migliorare durante la stagione. Secondo il Corriere dello Sport, ieri c’è stato un colloquio tra la proprietà e lo Special One per migliorare la situazione. Il riferimento per l’area tecnica rimane Tiago Pinto che punta ad allestire una rosa competitiva in più sessioni di mercato. I Friedkin avevano messo in conto di dover affrontare difficoltà nel primo anno di Mourinho ma c’è una programmazione a Trigoria e nessun disorientamento. La sconfitta contro l’Inter ha irritato i proprietari per il modo in cui è arrivata. La speranza di tutti è che in questi tre anni di lavoro il tecnico portoghese, con la sua esperienza, possa far crescere il livello della Roma.

L'articolo I Friedkin hanno una certezza: Mourinho è il presente e il futuro della Roma sembra essere il primo su Roma news.

I Friedkin hanno una certezza: Mourinho è il presente e il futuro della Roma

ROMA FRIEDKIN MOURINHO – La Roma è in un momento di difficoltà dopo le sconfitte contro Bologna e Inter. Al comando però c’è saldamente Josè Mourinho che aveva previsto questa come una stagione di transizione in accordo anche con la famiglia Friedkin.

Leggi anche:
Totti non esclude il ritorno ma avverte i Friedkin: “Servono i campioni”

Ieri colloquio tra lo Special One e Tiago Pinto

Il presidente della Roma, Dan Friedkin, è dispiaciuto per gli ultimi risultati ma è convinto che molti dei giovani in rosa possano migliorare durante la stagione. Secondo il Corriere dello Sport, ieri c’è stato un colloquio tra la proprietà e lo Special One per migliorare la situazione. Il riferimento per l’area tecnica rimane Tiago Pinto che punta ad allestire una rosa competitiva in più sessioni di mercato. I Friedkin avevano messo in conto di dover affrontare difficoltà nel primo anno di Mourinho ma c’è una programmazione a Trigoria e nessun disorientamento. La sconfitta contro l’Inter ha irritato i proprietari per il modo in cui è arrivata. La speranza di tutti è che in questi tre anni di lavoro il tecnico portoghese, con la sua esperienza, possa far crescere il livello della Roma.

L'articolo I Friedkin hanno una certezza: Mourinho è il presente e il futuro della Roma sembra essere il primo su Roma news.

Lo Stadio Olimpico intitolato a Paolo Rossi: avviate le firme per una proposta di legge

STADIO OLIMPICO ROSSI – C’è una proposta di legge per intitolare lo Stadio Olimpico a Paolo Rossi. Il deputato di Forza Italia, Pierantonio Zanettin, è il primo firmatario della proposta di legge. Come ricorda il Corriere del Veneto, il primo a fare questa proposta è stato Gabriele Gravina e sostenuta anche da Lele Oriali e Marco Tardelli. Pochi giorni fa è stata rilanciata anche dal figlio del Campion del Mondo, Alessandro Rossi. Attualmente la proposta è stata firmata da molti deputati del centrodestra ed è attesa dal voto in aula.

Leggi anche:
Boniek: “Mourinho deve dare un gioco alla Roma”

L'articolo Lo Stadio Olimpico intitolato a Paolo Rossi: avviate le firme per una proposta di legge sembra essere il primo su Roma news.