Il 2022 l’anno di Zaniolo: trascinare la Roma in Champions per conquistarsi la Nazionale

ROMA ZANIOLO MOURINHO – Oggi ci sarà il ritrovo dei calciatori a Trigoria per preparare la seconda parte di stagione che partirà il 6 gennaio a San Siro contro il Milan. Uno dei calciatori che maggiormente condizionerà la stagione della Roma è Nicolò Zaniolo che vuole riconquistarsi anche un posto in Nazionale.

Leggi anche:
Calafiori ad un passo dal Cagliari

Una stagione che può rappresentare il suo vero trampolino di lancio

Il 2022 è ormai alle porte e può rappresentare il vero trampolino di lancio per Nicolò Zaniolo. Secondo il Messaggero, l’anno che verrà dovrà trasformare il talento del numero 22 in un leader come accaduto con Lorenzo Pellegrini. Finalmente sembrano alle spalle tutti i problemi fisici e psicologici dovuti al doppio infortunio al ginocchio che gli ha tolto un anno e mezzo di calcio giocato. Lui lo sa così come ne è consapevole Josè Mourinho. L’emblema è la gara con l’Atalanta dove ha mostrato tutti i suoi pregi, quella del Gewiss Stadium deve però diventare la regola se vuole condurre la Roma in Champions. Un giocatore che vuole conquistarsi un posto per i Mondiali in Qatar provando a convincere anche Roberto Mancini che lo attende a braccia aperte. Sono molti ad essersi accorti che Zaniolo ha ricominciato a correre. Lui però vuole la maglia giallorossa e ha intenzione di rinnovare il prima possibile. Tiago Pinto però si è concentrato più sulla squadra che sulle questioni amministrative, il calciatore ne ha preso atto ma è rimasto molto sorpreso.

L'articolo Il 2022 l’anno di Zaniolo: trascinare la Roma in Champions per conquistarsi la Nazionale sembra essere il primo su Roma news.

Nations League, il calendario dell’Italia: quattro partite in 10 giorni per gli uomini di Mancini

NATIONS LEAGUE ITALIA – Sarà un giugno estremamente impegnativo per l’Italia di Roberto Mancini. La UEFA ha comunicato le date dei match del girone di Nations League degli azzurri che dovranno affrontare Germania, Ungheria ed Inghilterra. Per gli azzurri ci saranno ben 5 sfide dal 1 al 14 giugno se aggiungiamo anche la Finalissima contro l’Argentina che si giocherà in Inghilterra. Un calendario molto fitto che arriverà alla fine di una stagione molto intensa. Probabilmente il ct azzurro convocherà un corposo numero di calciatori per evitare infortuni. Ecco il calendario:

Il calendario della Nations League

4 giugno (ore 20.45): Italia-Germania.
7 giugno (ore 20.45): Italia-Ungheria.
11 giugno (ore 20.45): Inghilterra-Italia.
14 giugno (ore 20.45): Germania-Italia.
23 settembre (20.45): Italia-Inghilterra.
26 settembre (20.45): Ungheria-Italia.

L'articolo Nations League, il calendario dell’Italia: quattro partite in 10 giorni per gli uomini di Mancini sembra essere il primo su Roma news.

Nations League, il calendario dell’Italia: quattro partite in 10 giorni per gli uomini di Mancini

NATIONS LEAGUE ITALIA – Sarà un giugno estremamente impegnativo per l’Italia di Roberto Mancini. La UEFA ha comunicato le date dei match del girone di Nations League degli azzurri che dovranno affrontare Germania, Ungheria ed Inghilterra. Per gli azzurri ci saranno ben 5 sfide dal 1 al 14 giugno se aggiungiamo anche la Finalissima contro l’Argentina che si giocherà in Inghilterra. Un calendario molto fitto che arriverà alla fine di una stagione molto intensa. Probabilmente il ct azzurro convocherà un corposo numero di calciatori per evitare infortuni. Ecco il calendario:

Il calendario della Nations League

4 giugno (ore 20.45): Italia-Germania.
7 giugno (ore 20.45): Italia-Ungheria.
11 giugno (ore 20.45): Inghilterra-Italia.
14 giugno (ore 20.45): Germania-Italia.
23 settembre (20.45): Italia-Inghilterra.
26 settembre (20.45): Ungheria-Italia.

L'articolo Nations League, il calendario dell’Italia: quattro partite in 10 giorni per gli uomini di Mancini sembra essere il primo su Roma news.

Nazionale: Joao Pedro, Spinazzola e Zaniolo per conquistare un posto in Qatar

QUALIFICAZIONI MONDIALI ITALIA – La nazionale di Roberto Mancini non è in un gran momento e si pensa a come migliorare questa formazione in vista degli spareggi di marzo. Si pensa a Joao Pedro (Gravina è al lavoro per cercare di renderlo convocabile dal CT) e si attendono i ritorni di Spinazzola e Zaniolo.

Un’Italia diversa senza Spinazzola

L’ultima volta che abbiamo vinto un match importante al 90′ era contro il Belgio ai quarti di Euro2020, partita nella quale si è infortunato Leonardo Spinazzola. Secondo La Gazzetta dello Sport, l’esterno della Roma era la chiave per far giocare bene la nazionale, attaccante e difensore al tempo stesso. Oltre al terzino giallorosso, pedina fondamentale per il ‘Mancio’, si aspettano notizie da Zaniolo, Scamacca e Raspadori. oltre a loro, si pensa anche di convocare Joao Pedro e Luiz Felipe che ora possono essere chiamati da Roberto Mancini per cercare di scacciare i problemi offensivi di questa nazionale. Anche a centrocampo ci sarà qualche novità, in attesa dei veri Verratti e Jorginho, si stanno facendo spazio i vari Tonali e Pellegrini.

L'articolo Nazionale: Joao Pedro, Spinazzola e Zaniolo per conquistare un posto in Qatar sembra essere il primo su Roma news.

Nazionale: Joao Pedro, Spinazzola e Zaniolo per conquistare un posto in Qatar

QUALIFICAZIONI MONDIALI ITALIA – La nazionale di Roberto Mancini non è in un gran momento e si pensa a come migliorare questa formazione in vista degli spareggi di marzo. Si pensa a Joao Pedro (Gravina è al lavoro per cercare di renderlo convocabile dal CT) e si attendono i ritorni di Spinazzola e Zaniolo.

Un’Italia diversa senza Spinazzola

L’ultima volta che abbiamo vinto un match importante al 90′ era contro il Belgio ai quarti di Euro2020, partita nella quale si è infortunato Leonardo Spinazzola. Secondo La Gazzetta dello Sport, l’esterno della Roma era la chiave per far giocare bene la nazionale, attaccante e difensore al tempo stesso. Oltre al terzino giallorosso, pedina fondamentale per il ‘Mancio’, si aspettano notizie da Zaniolo, Scamacca e Raspadori. oltre a loro, si pensa anche di convocare Joao Pedro e Luiz Felipe che ora possono essere chiamati da Roberto Mancini per cercare di scacciare i problemi offensivi di questa nazionale. Anche a centrocampo ci sarà qualche novità, in attesa dei veri Verratti e Jorginho, si stanno facendo spazio i vari Tonali e Pellegrini.

L'articolo Nazionale: Joao Pedro, Spinazzola e Zaniolo per conquistare un posto in Qatar sembra essere il primo su Roma news.

Italia-Belgio, Mancini: “Bravi i ragazzi, ora l’appuntamento è con la Svizzera”

ITALIA BELGIO MANCINI – L’Italia trova il 3° posto in Nations League grazie alla vittoria contro il Belgio per 2-1 con le reti di Barella e Berardi. Importante tornare subito a vincere per gli azzurri dopo la sconfitta contro la Spagna per 2-1 in semifinale. Al termine del match ha parlato il tecnico azzurro Roberto Mancini ai microfoni della Rai:

Le parole di Mancini dopo Italia-Belgio

“L’Italia dell’Europeo lo era anche contro la Spagna ma in dieci è difficile giocare le partite. E’ chiaro che ci ha creato quel problema lì, sennò sarebbe stata una partita come oggi. Oggi hanno giocato molto bene, sono stati bravi”.

Il centrocampo?
“Abbiamo diverse soluzioni con giocatori con diverse qualità. Oggi hanno dimostrato di saper fare bene”.

Il tridente?
“Chiesa può giocare a destra e a sinistra, non ha difficoltà. Oggi ha fatto benissimo a sinistra. Berardi e Raspadori come Kean hanno fatto benissimo”.

Appuntamento all’Olimpico con il pubblico per la gara con la Svizzera?
“Sicuro”.

Leggi anche:
Italia-Belgio 2-1: la cronaca del match

L'articolo Italia-Belgio, Mancini: “Bravi i ragazzi, ora l’appuntamento è con la Svizzera” sembra essere il primo su Roma news.

Nations League, Mancini convoca i campioni d’Europa più Pellegrini. Esclusi Zaniolo e Mancini

NATIONS LEAGUE PELLEGRINI – Sono uscite le convocazioni di Roberto Mancini in vista della doppia sfida dell’Italia in Nations League. La nazionale azzurra affronterà in semifinale la Spagna di Luis Enrique allo stadio San Siro mercoledì 6 ottobre. Il 10 ottobre sarà poi impegnata per la finale 1/2 posto in caso di vittoria o quella di consolazione in caso di sconfitta contro le Furie Rosse. Tra i convocati spiccano le presenze dei giallorossi Cristante e Pellegrini. Out invece sia Nicolò Zaniolo che Gianluca Mancini.

I convocati dell’Italia per la Nations League

Portieri: Gianluigi Donnarumma, Alex Meret, Salvatore Sirigu.
Difensori: Francesco Acerbi, Alessandro Bastoni, Leonardo Bonucci, Giorgio Chiellini, Giovanni Di Lorenzo, Emerson Palmieri, Rafael Toloi;
Centrocampisti: Nicolò Barella, Bryan Cristante, Jorginho, Manuel Locatelli, Lorenzo Pellegrini, Matteo Pessina, Marco Verratti;
Attaccanti: Domenico Berardi, Federico Bernardeschi, Federico Chiesa, Ciro Immobile, Lorenzo Insigne, Giacomo Raspadori

Leggi anche:
El Shaarawy a segno anche contro lo Zorya

L'articolo Nations League, Mancini convoca i campioni d’Europa più Pellegrini. Esclusi Zaniolo e Mancini sembra essere il primo su Roma news.

Pellegrini si è preso la Roma: in Europa nessuno come lui

ROMA PELLEGRINI MOURINHO – Sono 5 le reti in questo inizio di stagione di Lorenzo Pellegrini. Il capitano della Roma è il primo centrocampista nei migliori 5 campionati europei per numero di reti segnate.

Nella prossima settimana nuovi incontri per il rinnovo del contratto

L’attuale capitano della Roma fa parte della schiera che consumava con lo sguardo Francesco Totti dal bordo del campo in veste di raccattapalle. Come riportato dalla Gazzetta dello Sport, il numero 7 sta scrivendo una storia di passaggio di consegne che ha pochi esempi nel mondo del calcio. Fino a poco tempo fa molti erano i dubbi dei tifosi sul centrocampista per le sue punizioni e per i pochi gol segnati. Soltanto 9 mesi fa rispose anche per le rime sui social. Fino all’arrivo di Josè Mourinho, su Lorenzo Pellegrini sembrava esserci una sorta di sortilegio. L’infortunio dell’ultimo minuto non gli ha permesso di partecipare a Euro 2020. L’arrivo dello Special One ha rilanciato il capitano che ora è felice e vuole rimanere. Il contratto è in scadenza a giugno ma come ha detto anche il tecnico nell’intervista post CSKA il rinnovo sembra molto vicino. Pellegrini è il centrocampista che ha segnato di più tra i cinque campionati davanti a campioni come Bruno Fernandes. La settimana prossima nuovo appuntamento tra il suo entourage e Tiago Pinto per approfondire anche alcuni dettagli sui diritti d’immagine.

Leggi anche:
Settimana prossima nuovo incontro per il rinnovo di Pellegrini

L'articolo Pellegrini si è preso la Roma: in Europa nessuno come lui sembra essere il primo su Roma news.

Cassano su Immobile: “Quando gli dai la palla non la vuole, gli scotta”

ITALIA CASSANO IMMOBILE – Torna a parlare Antonio Cassano. L’ex attaccante della Roma, è intervenuto alla Bobo Tv della nazionale soffermandosi sulle prestazioni di Ciro Immobile. Ecco le sue parole: “La Svizzera in difesa era talmente scarsa che è folle che l’Italia non abbia segnato. Immobile ha fatto 150 gol con la Lazio. Ma continuo a dire che non sa giocare a calcio, gioca con la paura, ha paura proprio. E quando gli dai palla non la vuole, gli scotta”. L’ex punta barese ha lodato il calcio di Roberto Mancini al quale manca però un numero 9: “L’Italia pratica un calcio meraviglioso. Con Lewandowski in attacco saremmo fortissimi, e chi ci batte più. Con tutto il rispetto per Raspadori o Scamacca, non so se tra un anno e tre mesi possiamo presentarci così al Mondiale con quell’attacco”.

Leggi anche:
Mancini punta forte su Zaniolo per il Mondiale 2022

L'articolo Cassano su Immobile: “Quando gli dai la palla non la vuole, gli scotta” sembra essere il primo su Roma news.

Mancini punta forte su Zaniolo: può essere l’arma in più per il Mondiale 2022

ITALIA ZANIOLO MANCINI – Un anno è passato dal terribile infortunio di Nicolò Zaniolo nel match contro l’Olanda con la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro. Il numero 22 della Roma vuole riconquistare anche Roberto Mancini che lo ha già schierato contro la Svizzera.

Per Mancini può diventare l’uomo della svolta per il mondiale in Qatar

Un anno dopo ricomincia l’avventura di Zaniolo con la Nazionale. Come riportato da Il Messaggero, al Sankt Jakob Park dopo quasi un anno ha ritrovato il campo con la maglia azzurra nel match di qualificazione alla Coppa del Mondo. Sono passati anche tre anni dalla prima convocazione con Roberto Mancini che lo ha chiamato ancor prima del suo debutto con la Roma. Il c.t. ha sempre puntato forte su di lui e domenica lo ha voluto al posto di Immobile chiedendogli di fare il centravanti. Zaniolo ha provato ad accontentarlo anche se non ha potuto più di tanto. Per il tecnico jesino può essere l’uomo della svolta per il mondiale in Qatar.

Leggi anche:
Friedkin: “Mourinho un grandissimo allenatore e una bravissima persona”

L'articolo Mancini punta forte su Zaniolo: può essere l’arma in più per il Mondiale 2022 sembra essere il primo su Roma news.