Amore tra Zaniolo e Abraham sui social: “Love”, “Mio Fratello”

ZANIOLO ABRAHAM ROMA – Grande amore tra Nicolò Zaniolo e Tammy Abraham. I due hanno giocato per la seconda insieme nel nuovo modulo di Josè Mourinho che ha regalato altri 3 punti contro il Torino di Milan Juric. Il numero 22 ha postato una foto sul suo profilo Instagram abbracciato alla punta inglese commentando così “Love”. L’ex Chelsea ha commentato così: “Mio fratello”. Una coppia che sta piacendo molto anche allo Special One che li ha riproposti questa sera dopo l’ottima prestazione in Conference League contro lo Zorya che ha visto i giallorossi vittoriosi per 4-0 e qualificarsi per il prossimo turno della competizione europea.

Leggi anche:
Abraham: “Amo la Roma, mi fa sentire a casa”

L'articolo Amore tra Zaniolo e Abraham sui social: “Love”, “Mio Fratello” sembra essere il primo su Roma news.

La Roma cinica di Abraham vince lo stesso, a dispetto dei fuorigioco millimetrici

ROMA ABRAHAM – Una Roma vibrante e tosta capitalizza il gol di Abraham del primo tempo e conquista tre punti importanti che la portano a 25 punti in classifica, in piena corsa per il 4° posto. Un 4° posto, va detto, complicato da ottenere vista l’ottima Atalanta (distante 3 punti) che sabato ha battuto la Juventus e visto l’assembramento di squadre in lotta per un posto in Champions. Complicata altresì per le difficoltà oggettive che le direzioni arbitrali con tanto di seguito di Var annesso stanno imponendo al percorso della Roma in questa Serie A. Anche contro il Torino non sono mancate le polemiche, lasciateci dire legittime, scaturite dall’episodio del rigore prima concesso e poi a sorpresa annullato. Per Abraham poteva essere doppietta dagli 11 metri, ma l’arbitro Chiffi ha revocato il penalty dopo un consulto record con il Var durato quasi 5′ per un millimetrico fuorigioco dello stesso attaccante inglese. Il pensiero unico vorrebbe che episodi simili vengano trattati allo stesso modo. Vigileremo!

LEGGI ANCHE:

Mourinho: “Pellegrini starà fuori per qualche settimana”

La difesa tiene, l’attacco ottiene il massimo con il minimo sforzo

La squadra ha saputo reagire quando appena dopo un quarto d’ora ha perso il suo capitano. Pellegrini ha accusato un problema muscolare al quadricipite destro, per lui si prevede uno stop di qualche settimana. Mourinho, lucido dalla panchina, da parte sua ha saputo trovare subito trovare la soluzione reinventandosi il centrocampo mandando in campo Carles Perez per un’inedita linea mediana a tre con Diawara e Mkhitaryan. Con ordine e disciplina, senza troppo strafare, la Roma ha cercato e ottenuto la vittoria che le serviva per dare continuità agli ultimi risultati e per chiudere una settimana positiva. La difesa, inoltre, con il modulo a 3, sembra aver trovato la giusta compattezza, capace di chiudere il match ancora senza gol presi, per la terza volta consecutiva (Genoa, Zorya e Torino). Per Mancini è compagni sono 6 i clean sheets per la in questo campionato, solo il Napoli di Spalletti ne ha collezionati di piú, 8.

Nel segno di Abraham e Zaniolo

I giallorossi battendo il Torino tornano a inanellare due successi di fila in campionato, non accadeva dalle prime tre giornate del torneo. E’ una vittoria che fa felice Mourinho e anche Tammy Abraham, al secondo gol consecutivo dopo il centro in Conference League. Funziona bene poi l’intesa con Nicolò Zaniolo questa sera anche lui tra i migliori in campo. Dirompente con le sue ritrovate fiammate a spaccare la difesa granata, in fiducia e prepotente con le sue accelerazioni e percussioni che non gli vedevamo fare da tempo. Il numero 22 ha mostrato uno strapotere fisico a lungo sofferto dalla retroguardia di Juric.  Per quanto fatto, avrebbe meritato di più del decisivo innesco con cui avvia l’azione del gol dell’inglese.  Così la banda giallorossa non demorde, in netta ripresa dopo un autunno affollato di profonde ombre e tanti dubbi.  Aspettando quei rinforzi dal mercato di riparazione che lo Special One reclama da mesi.

GSpin

L'articolo La Roma cinica di Abraham vince lo stesso, a dispetto dei fuorigioco millimetrici sembra essere il primo su Roma news.

Roma-Torino: ancora una partita senza subire reti, solo il Napoli meglio degli uomini di Mou

ROMA TORINO DIFESA – Ancora una partita senza reti subite per la Roma di Mourinho. I giallorossi hanno battuto il Torino di Juric con un Rui Patricio che non ha dovuto mai raccogliere palloni dentro la propria porta. Per i giallorossi dello Special One questa è la sesta volta in campionato. Meglio solamente il Napoli di Spalletti con 8 che ha la miglior difesa del torneo. La Roma al momento ha subito 15 gol mantenendo la terza miglior difesa della Serie A dietro proprio ai partenopei e ai granata battuti oggi.

Leggi anche:
Abraham: “Amo la Roma, mi fa sentire a casa”

L'articolo Roma-Torino: ancora una partita senza subire reti, solo il Napoli meglio degli uomini di Mou sembra essere il primo su Roma news.

Roma-Torino, Mkhitaryan esulta sui social: “Daje Roma!” (FOTO)

ROMA TORINO MKHITARYAN – Vittoria fondamentale per la Roma che batte il Torino e rimane a 3 punti dal quarto posto dell’Atalanta. La squadra di Josè Mourinho vince per 1-0 grazie alla rete di Abraham ed ha allungato nei confronti di Juventus e Fiorentina e si è avvicinata al Milan. Entusiasta anche un ritrovato Mkhitaryan che ha fornito l’assist per il gol che ha deciso il match. Ecco le sue parole su Instagram: “Daje Roma!”

https://www.romanews.eu/mourinho-difesa-a-tre-dovuta-alle-assenze-calafiori-non-e-pronto-vina-non-sta-bene/

Leggi anche:
Mourinho: “Mi piace vincere così”

L'articolo Roma-Torino, Mkhitaryan esulta sui social: “Daje Roma!” (FOTO) sembra essere il primo su Roma news.

PAGELLE di Roma-Torino: Abraham-Zaniolo, si può fare! Smalling, ma dove hai messo Belotti?

PAGELLE ROMA TORINO – In una partita difficile, non senza sofferenze, la Roma batte il Torino 1-0 nel match valido per la quattordicesima giornata di Serie A e resta a -3 dal quarto posto occupato dall’Atalanta. Per i giallorossi decide un gol di Tammy Abraham nel primo tempo, servito da Mkhitaryan. Ottime le prestazioni anche di Chris Smalling e Nicolò Zaniolo.

Leggi anche:
Roma, ancora un rigore negato dal VAR: Abraham colto in fuorigioco

Le pagelle di Roma-Torino

Rui Patricio 6,5. Nel primo tempo ci pensa solo Praet a impegnarlo, ma senza troppe preoccupazioni. Sempre sull’ex Leicester è attento in uscita bassa nel secondo, così come sul tiro dalla distanza di Brekalo. Tanta sicurezza e un altro clean sheet: non male, no?

Mancini 6,5. Un’altra prova positiva, dopo un paio di uscite in cui qualcosa agli avversari aveva lasciato. E’ provvidenziale al 61′ quando ripara a un virtuosismo di troppo che si concede Ibanez al limite dell’area.

Smalling 7. Oggi ancora di più si capisce perché la Roma ha insistito tanto per riaverlo nell’estate dello scorso anno: Smalling integro fisicamente è il leader difensivo della squadra. Non la fa praticamente mai vedere a Belotti ed è l’assoluto dominatore dell’area di rigore giallorossa. Il dato di 6 duelli aerei vinti su 6 è emblematico. Ora non lasciarci più, Chris!

Ibanez 6. E’ bravo ed intraprendente ad iniziare l’azione del gol di Abraham, poi è preciso ed ordinato per gran parte dell’incontro. Al 61′, però, si concede un virtuosismo di troppo al limite dell’area su Belotti su cui è decisivo l’intervento di Mancini.

Karsdorp 6,5.. Il suo contributo non manca mai. Oggi si limita nelle discese, preoccupato più a difendere che ad offendere e la sua prestazione è ancora una volta impeccabile.

Pellegrini sv. Poco meno di un quarto d’ora in campo: serve un gran pallone ad El Shaarawy, che non riesce ad agganciare, poi lascia la scena a Carles Perez per un infortunio alla coscia.

Diawara 6. Proprio quando sembra (di nuovo) caduto nel dimenticatoio, Mourinho lo rispolvera come regista del centrocampo della Roma orfano di Cristante e Veretout. Non era facile dopo tanto tempo fuori, ma il guineano offre una buona prestazione di sostanza.

Mkhitaryan 7. A fine primo tempo lo confessa: “Mi trovo meglio a centrocampo rispetto che ne ruolo di esterno”. E si vede! Dopo quelle con Zorya e Genoa, Mkhitaryan tira fuori dal cilindro un’altra grandissima prestazione, con tanto di assist per il gol di Abraham. Ciò che colpisce di più, però, è l’intelligenza, il dinamismo e la qualità con cui interpreta il nuovo ruolo. Magic, di nuovo e per davvero!

El Shaarawy 6,5. Oggi non è il migliore, ma per costanza nelle prestazioni è senza dubbio il migliore del post-sosta della Roma di José Mourinho. L’ennesima partita da ‘tutta-fascia’ di un centrocampo a 5 è un’altra prova di inesauribile voglia di far bene, sostanza e qualità. Con il rientro di Vina sarà difficile tenerlo fuori.

Zaniolo 7. Trascinatore. A tratti imprendibile e devastante per la difesa del Torino. Il velo per il gol di Abraham è una giocata per palati sopraffini, così come il movimento e l’assist per il rigore (poi annullato) procurato da El Shaarawy. Nel nuovo ruolo sembra trovarsi meravigliosamente e l’intesa con Abraham sembra venire naturale.

Abraham 7. Finalmente cinico. Un’occasione, un gol. E pesantissimo perché consente alla Roma di restare a tre punti dal quarto posto.

dal 15′ Perez 6. Tanto impegno e corsa, senza risparmiarsi mai in fase difensiva. Latita un pochino, invece, dove ci si potrebbe aspettare qualcosa in più, vale a dire in avanti.

dal 87′ Vina sv. Si ricominciano a mettere minuti nelle gambe.

Dal 93′ Kumbulla sv. Entra per dar man forte alla Roma sulle palle inattive.

Mourinho 7. Seconda vittoria consecutiva in Serie A, la terza se si mette in conto anche la Conference League. Dopo qualche brutto risultato (e prestazione), la sua Roma sembra aver ritrovato la strada giusta con tanti bei segnali: il ritorno di Smalling, lo stato di forma strabiliante di Zaniolo e l’esperimento di metterlo in campo con Abraham che sembra funzionare molto bene. Oltre all’intuizione di Mkhitaryan centrocampista che sembra aver regalato nuova verve all’armeno. Ora serve ancora più continuità per continuare a rincorrere il quarto posto: l’Atalanta corre fortissimo, dovrà farlo anche la Roma.

L'articolo PAGELLE di Roma-Torino: Abraham-Zaniolo, si può fare! Smalling, ma dove hai messo Belotti? sembra essere il primo su Roma news.

Roma-Torino, i convocati di Juric: out Verdi e Ansaldi

ROMA TORINO CONVOCATI JURIC – Il tecnico del Torino, Ivan Juric, ha diramato la lista dei convocati per la gara contro la Roma, in programma alle 18 allo Stadio Olimpico, valida per la 14esima giornata di Serie A. Tra gli indisponibili confermati Ansaldi e Verdi.

Leggi anche:
Roma-Torino, le probabili formazioni: conferma Zaniolo con Abraham. C’è Pellegrini

Roma-Torino, i convocati di Juric

PORTIERI: Berisha, Gemello, Milinkovic-Savic

DIFENSORI: Aina, Bremer, Buongiorno, Djidji, Izzo, Singo, Vojvoda, Zima

CENTROCAMPISTI: Baselli, Kone, Linetty, Lukic, Pobega, Praet, Rincon

ATTACCANTI: Belotti, Brekalo, Pjaca, Sanabria, Zaza

L'articolo Roma-Torino, i convocati di Juric: out Verdi e Ansaldi sembra essere il primo su Roma news.

Abraham-Zaniolo, la coppia ‘Special’ di Mourinho per il treno Champions

ABRAHAM ZANIOLO ROMA – Sembrano ormai lontani i giorni in cui si aggiravano mugugni circa le due panchine di Zaniolo in campionato. Il 22 l’ha spiegato con serenità: “Mi hanno fatto riflettere, ma vivo di pressioni e rispondo sul campo”, detto fatto. Il classe ’99 in Conference ha messo in luce il suo arsenale e, insieme ad Abraham, probabilmente guiderà l’attacco della Roma anche oggi.

Leggi anche:
Mourinho, centrocampo da inventare: ipotesi Mancini

Verso la riconferma

José Mourinho pare infatti convinto e conquistato dalla coppia d’attacco formata dai giovani giallorossi, e contro il Torino all’Olimpico dovrebbero essere riproposti, anche in virtù del fatto che il tecnico, per un motivo o per l’altro, sembra intenzionato a proseguire con il nuovo assetto tattico, sottolinea La Repubblica. Zaniolo e Abraham contro lo Zorya sono stati argento vivo in campo. Discutono, fanno pace, si cercano, si trovano, segnano e si abbracciano, esultando insieme sotto la Curva Sud. Due personalità forti a confronto e tanta voglia di fare, fino al punto di rischiare, a volte, una giocata individuale di troppo. Ma a quanto visto contro gli ucraini, l’ingranaggio funziona, e Mou vuole puntarci per rimanere aggrappati al treno Champions che corre velocemente, dove non c’è spazio per passi falsi. Nicolò e Tammy parlano un misto di parole tra inglese e italiano per capirsi, ma al momento, sembra che con i piedi si intendano più che bene.

L'articolo Abraham-Zaniolo, la coppia ‘Special’ di Mourinho per il treno Champions sembra essere il primo su Roma news.

Abraham-Zaniolo, la coppia ‘Special’ di Mourinho per il treno Champions

ABRAHAM ZANIOLO ROMA – Sembrano ormai lontani i giorni in cui si aggiravano mugugni circa le due panchine di Zaniolo in campionato. Il 22 l’ha spiegato con serenità: “Mi hanno fatto riflettere, ma vivo di pressioni e rispondo sul campo”, detto fatto. Il classe ’99 in Conference ha messo in luce il suo arsenale e, insieme ad Abraham, probabilmente guiderà l’attacco della Roma anche oggi.

Leggi anche:
Mourinho, centrocampo da inventare: ipotesi Mancini

Verso la riconferma

José Mourinho pare infatti convinto e conquistato dalla coppia d’attacco formata dai giovani giallorossi, e contro il Torino all’Olimpico dovrebbero essere riproposti, anche in virtù del fatto che il tecnico, per un motivo o per l’altro, sembra intenzionato a proseguire con il nuovo assetto tattico, sottolinea La Repubblica. Zaniolo e Abraham contro lo Zorya sono stati argento vivo in campo. Discutono, fanno pace, si cercano, si trovano, segnano e si abbracciano, esultando insieme sotto la Curva Sud. Due personalità forti a confronto e tanta voglia di fare, fino al punto di rischiare, a volte, una giocata individuale di troppo. Ma a quanto visto contro gli ucraini, l’ingranaggio funziona, e Mou vuole puntarci per rimanere aggrappati al treno Champions che corre velocemente, dove non c’è spazio per passi falsi. Nicolò e Tammy parlano un misto di parole tra inglese e italiano per capirsi, ma al momento, sembra che con i piedi si intendano più che bene.

L'articolo Abraham-Zaniolo, la coppia ‘Special’ di Mourinho per il treno Champions sembra essere il primo su Roma news.

Torino, Juric vuole battere Mourinho con Belotti e Brekalo, out Rodriguez

ROMA TORINO AVVERSARIA – A tre giorni dal match di Conference League, torna in campo la Roma di Josè Mourinho e lo farà contro il Torino di Milan Juric. Un match valido per la 14esima giornata di Serie A che vedrà i giallorossi di fronte ad una squadra completamente ristrutturata dall’ex tecnico del Verona che sta dando una nuova anima ai piemontesi.

Prossimi impegni

Roma-Torino (14° turno di Serie A, 28 novembre, ore 18, Stadio Olimpico)
Torino-Empoli (15° turno di Serie A, 2 dicembre, ore 18.30, Stadio Grande Torino)
Cagliari-Torino (16° turno di Serie A, 6 dicembre, ore 20.45, Unipol Domus)
Torino-Bologna (17° turno di Serie A, 12 dicembre, ore 12.30, Stadio Grande Torino)

Come arriva il Torino alla partita contro la Roma

Il Torino di Milan Juric si presenta all’Olimpico dopo la vittoria per 2-1 contro l’Udinese nell’ultimo turno di campionato. I granata al momento occupano l’11esima posizione con 17 punti e un andamento molto ondivago. Nelle ultime 5 sfide, infatti, la squadra del patron Cairo, ha vinto tre partite perdendo le altre due.

Punti di forza e debolezze

Il Torino ha mostrato un’ottima fase difensiva con le sole 13 reti subite, peggio solamente del Napoli capolista con 7. Piccoli problemi in più in fase offensiva dove ha trovato per 17 volte la via del gol. Una situazione dovuta anche ai problemi fisici di Andrea Belotti che ha saltato una buona parte iniziale di stagione.

Leggi anche:
Roma-Zorya: le probabili formazioni

I numeri dei singoli

Il Torino si sta dimostrando una squadra che fa del collettivo il suo punto forte. Il bomber della formazione granata al momento è il croato Brekalo con 3 reti. Solo due reti per Belotti che sta recuperando da un infortunio subito ad inizio stagione. Stessa cifra anche per le altre due punte Sanabria e Pjaca.

Le scelte di Juric in vista della Roma

Classico 3-4-2-1 quello scelto da Juric anche in vista del match contro la Roma. In difesa spazio per Buongiorno insieme a Djidji e Bremer data l’assenza di Rodriguez. A centrocampo mancherà Mandragora, al suo posto ci sarà Lukic che farà coppia con Pobega. Ai lati Singo e Aina. In avanti Belotti con Praet e Brekalo a supportarlo.

La probabile formazione

TORINO (3-4-2-1): 32 Milinkovic-Savic; 26 Djidji, 3 Bremer, 99 Buongiorno; 17 Singo, 10 Lukic, 4 Pobega, 34 Aina; 22 Praet, 14 Brekalo; 9 Belotti.
A disp.: 1 Berisha, 6 Zima, 5 Izzo, 27 Vojvoda, 88 Rincon, 77 Linetty, 8 Baselli, 25 Kone, 11 Pjaca, 19 Sanabria, 7 Zaza, 70 Warming

BALLOTTAGGI: Aina-Vojvoda; Praet-Linetty
IN DUBBIO:
DIFFIDATI:
SQUALIFICATI: –
INDISPONIBILI: Verdi, Rodriguez, Ansaldi, Mandragora, Edera

Giacomo Emanuele Di Giulio

L'articolo Torino, Juric vuole battere Mourinho con Belotti e Brekalo, out Rodriguez sembra essere il primo su Roma news.

Roma-Torino, le probabili formazioni dei quotidiani: Mou rilancia Abraham-Zaniolo, Pérez e Mkhitaryan con Pellegrini

ROMA TORINO PROBABILI FORMAZIONI QUOTIDIANI – Emergenza a centrocampo oggi per la Roma, che alle 18 affronta il Torino. I giallorossi necessitano i tre punti per rimanere in scia quarto posto, e magari guadagnare terreno su qualche diretta concorrente. In porta confermatissimo Rui Patricio, e Mou si affida alla difesa a tre, con la possibilità di rivedere Smalling titolare. In mezzo al campo, con Cristante out per Covid e Veretout per squalifica, posto a uno tra Darboe o Pérez. C’è Mkhitaryan e sarà presente probabilmente anche capitan Pellegrini, sulle fasce Karsdorp ed El Shaarawy. Confermati Abraham e Zaniolo in attacco. Ma non è da escludere l’ipotesi Mancini a centrocampo. Di seguito le probabili formazioni dei quotidiani.

Leggi anche:
Roma-Torino, le probabili formazioni: conferma Zaniolo con Abraham. C’è Pellegrini

Le probabili formazioni dei quotidiani

LA GAZZETTA DELLO SPORT (3-5-2) 

1 Rui Patricio; 23 Mancini, 6 Smalling, 3 Ibanez; 2 Karsdorp, 11 Perez, 7 Pellegrini, 77 Mkhitaryan, 92 El Shaarawy; 22 Zaniolo, 9 Abraham.

CORRIERE DELLO SPORT (3-5-2)

1 Rui Patricio 23 Mancini, 6 Smalling, 3 Ibanez; 2 Karsdorp, 11 Perez, 7 Pellegrini, 77 Mkhitaryan, 92 El Shaarawy; 22 Zaniolo, 9 Abraham.

TUTTOSPORT (3-5-2)

1 Rui Patricio; 23 Mancini, 6 Smalling, 3 Ibanez; 2 Karsdorp, 7 Pellegrini, 77 Mkhitaryan, 11 Pérez, 92 El Shaarawy; 22 Zaniolo, 9 Abraham.

IL MESSAGGERO (3-5-2)

1 Rui Patricio; 23 Mancini, 6 Smalling, 3 Ibanez; 2 Karsdorp, 11 Perez, 7 Pellegrini, 77 Mkhitaryan, 92 El Shaarawy; 22 Zaniolo, 9 Abraham.

CORRIERE DELLA SERA (3-5-2)

1 Rui Patricio; 23 Mancini, 6 Smalling, 3 Ibanez; 2 Karsdorp, 11 Perez, 7 Pellegrini, 77 Mkhitaryan, 92 El Shaarawy; 22 Zaniolo, 9 Abraham.

IL TEMPO (3-5-2)

1 Rui Patricio; 23 Mancini, 6 Smalling, 3 Ibanez; 2 Karsdorp, 7 Pellegrini, 55 Darboe, 77 Mkhitaryan, 92 El Shaarawy; 22 Zaniolo, 9 Abraham. 22 Zaniolo, 9 Abraham.

IL ROMANISTA (3-5-2) 

1 Rui Patricio; 24 Kumbulla, 6 Smalling, 3 Ibanez; 2 Karsdorp, 7 Pellegrini, 23 Mancini, 77 Mkhitaryan, 92 El Shaarawy; 22 Zaniolo, 9 Abraham.

ROMANEWS.EU (3-5-2)

1 Rui Patricio; 23 Mancini, 6 Smalling, 3 Ibanez; 2 Karsdorp, 7 Pellegrini, 55 Darboe, 77 Mkhitaryan, 92 El Shaarawy; 22 Zaniolo, 9 Abraham

L'articolo Roma-Torino, le probabili formazioni dei quotidiani: Mou rilancia Abraham-Zaniolo, Pérez e Mkhitaryan con Pellegrini sembra essere il primo su Roma news.