Superlega, come cambierebbe la classifica della Serie A: Roma e Lazio in Champions. Sassuolo e Verona in Europa League

SUPERLEGA SERIE A – La Superlega può diventare realtà. E’ la notizia del momento: 12 squadre sono pronte a separarsi dal format classico delle competizioni europee per competere in un nuovo torneo, a partire già dalla prossima stagione. Ecco come cambierebbe la classifica della Serie A, tenendo conto delle adesioni alla Superlega di Juventus, Inter e Milan.

Leggi anche:
ECCO LA SUPERLEGA: LA NUOVA IDEA DELLE BIG D’EUROPA

Come cambia la classifica in Serie A

Con le tre big del calcio italiano out dalla Champions, il loro posto sarebbe preso da Napoli, Atalanta, Roma e Lazio. In Europa League invece andrebbero Sassuolo e Verona, attualmente all’ottavo e nono posto. A giocare la Conference League, a cui è ‘condannata’ la Roma allo stato attuale, sarebbe invece la Sampdoria, decima in campionato.

L'articolo Superlega, come cambierebbe la classifica della Serie A: Roma e Lazio in Champions. Sassuolo e Verona in Europa League sembra essere il primo su Romanews.

Sampdoria, Ranieri lontano dal rinnovo e Ferrero ci prova per Allegri e Sarri

SAMPDORIA ALLEGRI SARRI – La trattativa per il rinnovo di contratto di Claudio Ranieri non decolla e la Sampdoria si guarda intorno per cercare la nuova possibile guida tecnica per la prossima stagione. Secondo quanto scrive calciomercato.it, il presidente blucerchiato Massimo Ferrero avrebbe sondato anche due allenatori accostati alla Roma, come Massimiliano Allegri e Maurizio Sarri, ma i due avrebbero rifiutato declinato l’offerta. Ora la Samp avrebbe virato su un ex del nostro campionato come Dejan Stankovic.

Leggi anche:
Roma, i Friedkin pensano al futuro: Sarri e Allegri in pole per la panchina

L'articolo Sampdoria, Ranieri lontano dal rinnovo e Ferrero ci prova per Allegri e Sarri sembra essere il primo su Romanews.

Primavera, Sampdoria-Roma 1-1: beffa nel finale per i giallorossi, Prelec risponde a Milanese

PRIMAVERA ROMA SAMPDORIA – La Roma Primavera viene fermata a pochi minuti dalla vittoria dalla Sampdoria. I giallorossi di De Rossi passano in vantaggio, dopo un primo tempo equilibrato, al 72′ con un gran gol di Milanese. L’illusione del successo, però, dura poco: a pochi minuti dalla fine trovano il pareggio i blucerchiati con Prelec.

Le formazioni ufficiali

UC SAMPDORIA (3-5-2): Avogadri; Obert, Angileri, Siatounis; Ercolano, Brentan, Gerard Yepes, Trimboli (C), Giordano; Prelec, Yayi Mpie.
A disp.: Zovk, Napoli, Marrale, Paoletti, Sepe, Miceli, Di Stefano Somma, Montevago, Pedicillo, Hermansen, Gaggero.
All.: Cottafava.

A.S. ROMA (3-4-3): Boer; Codou, Morichelli, Vicario; Darboe, Tripi, Milanese; Bove; Podgoreanu, Tall, Ciervo.
A disp.: Megyeri, Mastrantonio, Zajšek, Tomassini, Rocchetti, Tahirovic, Vetkal, Pagano, Bamba, Satriano, Volpato, Cassano, .
All.: Alberto De Rossi.

Arbitro: Sig. Luigi Carella di Bari.
Assistente 1: Sig. Marco Cerilli di Latina.
Assistente 2: Sig. Matteo Pressato di Latina.

La cronaca

Secondo tempo

95‘ – Termina il match.

90′ – Cinque minuti di recupero.

88′ – Pareggio della Sampdoria. Prelec trova il gol con un sinistro al volo che beffa Boer.

84‘ – De Rossi manda in campo Bamba e Satriano.

78′ – Cambio nella Roma: dentro Tomassini, fuori Podgoreanu.

73′ – Primi cambio della partita. La Samp mette in campo Gaggero al posto di Brentan e Di Stefano al posto di Yayi Mpie.

72′ – GOOOOOOOL DELLA ROMAAAA! Rete straordinaria di Milanese, che entra in area palla al piede da destra e con l’esterno trova l’angolo perfetto, battendo Avogadri. Finalmente il vantaggio giallorosso.

66′ – Tall a un passo dal gol. Bove innesca l’attaccante con un passaggio filtrante, ma è bravo Avogadri a chiudere lo specchio sulla conclusione.

55‘ – Ci prova ancora Yepes: stavolta la sua conclusione finisce tra le mani di Boer.

46‘ – Inizia il secondo tempo.

Primo tempo

45’+1 – Termina il primo tempo.

45‘ – Sullo scadere del primo tempo, un brivido per la Roma: serpentina dentro l’area di rigore di Yepes, con il doriano che fa partire un tiro rasoterra che termina di poco fuori. Intanto, viene segnalato un minuto di recupero.

24‘ – ROMA VICINA AL VANTAGGIO! Podgoreanu serve Morichelli che davanti al portiere spara clamorosamente alto.

16′ – Ci prova Ciervo dalla distanza con il sinistro dai 25 metri, ma la sua conclusione è alta.

9′ – Si fa vedere anche la Roma. Vicario di testa su calcio d’angolo, Avogadri para senza difficoltà.

6′ – Sampdoria vicina al gol! Trimboli di testa supera Boer, Morichelli salva in modo provvidenziale sulla linea tenendo il risultato sullo 0-0.

1‘ – Inizia il match.

L'articolo Primavera, Sampdoria-Roma 1-1: beffa nel finale per i giallorossi, Prelec risponde a Milanese sembra essere il primo su Romanews.

Calciomercato Roma, niente da fare per Santon alla Sampdoria

CALCIOMERCATO ROMA SAMPDORIA SANTON – La sessione invernale di calciomercato si chiuderà ufficialmente domani e a quanto pare la Roma non è ancora riuscita a cedere alcuni dei giocatori che non rientrano nel progetto di Fonseca. Tra questi c’è anche Davide Santon, che ha trovato pochissimo spazio in campo in questa stagione. Secondo quanto riportato da Il Tempo, è infatti saltata la trattativa che avrebbe dovuto portarlo alla Sampdoria. Per il momento non farà quindi le valigie.

L'articolo Calciomercato Roma, niente da fare per Santon alla Sampdoria sembra essere il primo su Romanews.

Calciomercato, non solo la Samp su Santon: ci prova il Fenerbahce

CALCIOMERCATO ROMA SANTON – Non solo la Sampdoria su Davide Santon, ma sul terzino c’è da registrare anche l’interesse del Fenerbahce, già accostato al giallorosso nella scorsa finestra di mercato. Stando a quanto riporta Il Corriere dello Sport, il club turco ha presentato un’offerta di prestito con obbligo di riscatto. L’ex Inter, però, preferisce restare in giallorosso.

L'articolo Calciomercato, non solo la Samp su Santon: ci prova il Fenerbahce sembra essere il primo su Romanews.

Inter, escluse lesioni muscolari per Lukaku: ci sarà con la Roma

ROMA INTER LUKAKU – L’Inter può tirare un sospiro di sollievo: gli esami svolti da Lukaku hanno escluso lesioni. L’attaccante dei nerazzurri, infatti, al 64′ della sfida contro il Crotone ha lasciato il campo per un fastidio muscolare. Come afferma Sky Sport, non è da escludere che il belga possa essere convocato domani con la Sampdoria, per poi decidere se utilizzarlo dal primo minuto oppure farlo partire in panchina, in modo da averlo nelle condizioni ideali per le partite contro Roma e Juventus.

L'articolo Inter, escluse lesioni muscolari per Lukaku: ci sarà con la Roma sembra essere il primo su Romanews.

Inter, escluse lesioni muscolari per Lukaku: ci sarà con la Roma

ROMA INTER LUKAKU – L’Inter può tirare un sospiro di sollievo: gli esami svolti da Lukaku hanno escluso lesioni. L’attaccante dei nerazzurri, infatti, al 64′ della sfida contro il Crotone ha lasciato il campo per un fastidio muscolare. Come afferma Sky Sport, non è da escludere che il belga possa essere convocato domani con la Sampdoria, per poi decidere se utilizzarlo dal primo minuto oppure farlo partire in panchina, in modo da averlo nelle condizioni ideali per le partite contro Roma e Juventus.

L'articolo Inter, escluse lesioni muscolari per Lukaku: ci sarà con la Roma sembra essere il primo su Romanews.

Roma-Samp, le pagelle dei quotidiani: Karsdorp migliore in campo, Miki sempre presente

ROMA SAMPDORIA PAGELLE QUOTIDIANI – La Roma inizia il 2021 così come aveva finito il 2020: con una vittoria. Fa strano dirlo, perché le prime partite del nuovo anno sono sempre state le più complicate per i giallorossi e Fonseca lo sa bene. Proprio a gennaio della scorsa stagione è iniziato il periodo nero dei capitolini, interrotto solo a ridosso del lockdown. Nonostante un Olimpico sotto il diluvio, e un campo che nel secondo tempo dava segni di resa, il solito Dzeko ha deciso di regalare la prima gioia del nuovo anno a discapito della Sampdoria. Bene comunque tutta la squadra, che ha fatto vedere la terstardaggine giusta da grande gruppo. Karsdorp uno dei migliori in campo, anche se non fa notizia viste le belle prestazioni a cui ci ha abituato in queste ultime partite. Spaziale, come sempre, Mkhitaryan, capace di creare pericolosità in campo in ogni momento. Bene anche Dzeko, che si fa trovare nel momento più importante della partita e regala così i primi tre punti del 2021. Di seguito le pagelle dei quotidiani:

Le pagelle dei quotidiani

LA GAZZETTA DELLO SPORT 
Pau Lopez 6,5; Mancini 6,5, Smalling 6,5, Ibanez 6,5; Karsdorp 7, Villar 6 (23′ st Cristante 6,5), Veretout 6,5, Bruno Peres 6,5; Pellegrini 6,5 (37′ st Perez n.g.), Mkhitaryan 7; Dzeko 7 (42′ st Mayoral n.g.). All.: Fonseca 6,5.

CORRIERE DELLO SPORT
Pau Lopez 6,5; Mancini 6,5, Smalling 6,5, Ibanez 6; Karsdorp 7, Villar 6 (23′ st Cristante 6,5), Veretout 6, Bruno Peres 6,5; Pellegrini 7 (37′ st Perez n.g.), Mkhitaryan 7; Dzeko 7 (42′ st Mayoral n.g.). All.: Fonseca 6,5.

CORRIERE DELLA SERA 
Pau Lopez 6,5; Mancini 6,5, Smalling 6,5, Ibanez 6,5; Karsdorp 7, Villar 6,5 (23′ st Cristante 6,5), Veretout 6, Bruno Peres 6; Pellegrini 6,5 (37′ st Perez n.g.), Mkhitaryan 7; Dzeko 7 (42′ st Mayoral n.g.). All.: Fonseca 7.

IL MESSAGGERO 
Pau Lopez 6; Mancini 6,5, Smalling 6,5, Ibanez 6,5; Karsdorp 7, Villar 6 (23′ st Cristante 6,5), Veretout 6, Bruno Peres 6; Pellegrini 7 (37′ st Perez n.g.), Mkhitaryan 7; Dzeko 7,5 (42′ st Mayoral n.g.). All.: Fonseca 7.

IL TEMPO
Pau Lopez 6,5; Mancini 6,5, Smalling 7, Ibanez 6,5; Karsdorp 7, Villar 7 (23′ st Cristante 6,5), Veretout 6,5, Bruno Peres 6,5; Pellegrini 6,5 (37′ st Perez 5,5), Mkhitaryan 7; Dzeko 7 (42′ st Mayoral n.g.). All.: Fonseca 7.

LA REPUBBLICA 
Pau Lopez 5,5; Mancini 6,5, Smalling 6, Ibanez 6,5; Karsdorp 7, Villar 6,5 (23′ st Cristante 6), Veretout 6, Bruno Peres 6; Pellegrini 6 (37′ st Perez 4,5), Mkhitaryan 7; Dzeko 7 (42′ st Mayoral n.g.). All.: Fonseca 7.

TUTTOSPORT 
Pau Lopez 6,5; Mancini 6,5, Smalling 6,5, Ibanez 6; Karsdorp 7, Villar 6 (23′ st Cristante 6), Veretout 6, Bruno Peres 6; Pellegrini 7 (37′ st Perez n.g.), Mkhitaryan 6,5; Dzeko 7 (42′ st Mayoral n.g.). All.: Fonseca 7.

ROMANEWS.EU
Pau Lopez 6,5; Mancini 6,5, Smalling 6,5, Ibanez 6; Karsdorp 7, Villar 6,5 (23′ st Cristante 6,5), Veretout 6, Bruno Peres 5,5; Pellegrini 7 (37′ st Perez 5), Mkhitaryan 6,5; Dzeko 7 (42′ st Mayoral n.g.). All.: Fonseca 6,5.

L'articolo Roma-Samp, le pagelle dei quotidiani: Karsdorp migliore in campo, Miki sempre presente sembra essere il primo su Romanews.

PRUZZO: “Veretout e Mkhitaryan indispensabili”, ORSI: “Terzo posto meritato”

SENTI CHI PARLA ALLE RADIO – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Luigi Ferrajolo a Radio Radio Pomeriggio: “Ieri la prestazione è stata ottima, una partita difficilissima contro una Samp che ha messo in campo il catenaccio. Il campo era pesante, non ha perso brillantezza e ha addirittura chiuso la gara in crescendo. E poi la prodezza di Dzeko, un gol non semplice che ha dato alla Roma tre punti meritati. Con tutte le sue lacune si vede un gioco da squadra. Villar gioca benissimo, non lo toglierei mai dai titolari“.

Guido D’Ubaldo a Radio Radio Pomeriggio: “La Roma ieri ha vinto giocando bene e alla fine mancava anche Pedro, che non sta attraversando un gran momento di forma ma è un titolare. Nel mercato di gennaio dello scorso anno alla fine la squadra è stata rinforzata, considerando soprattutto Villar e Ibanez“.

Alessandro Vocalelli a Radio Radio Pomeriggio: “Non vedo troppo scetticismo intorno alla Roma, anzi. Forse sta facendo qualcosa in più rispetto a quanto ci si immaginava e per questo c’è il dubbio che possa calare. A questa squadra serve un altro attaccante vero: c’è solo Dzeko e Mayoral mi sembra molto acerbo. Se la società facesse uno sforzo per Milik riuscirebbe a fare un grande salto di qualità“.

Franco Melli a Radio Radio Pomeriggio: “C’è molto scetticismo verso la Roma, forse perché ha incassato sconfitte pesanti contro le big della classifica. Sono convinto però che sia il Napoli sia l’Atalanta siano più forti“.

Francesco Balzani a Centro Suono Sport: “Quello che sta accadendo è tutto a discapito di Zaniolo, credo che la cosa migliore sia sempre lavarsi in casa i panni sporchi. Gli darei un consiglio spassionato da fratello maggiore, ovvero quello di concentrarsi solo sul campo. Ha bisogno di una persona che lo aiuti, magari una figura tipo quello che è stato Vito Scala per Totti“.

Antonio Felici a Centro Suono Sport: “Zaniolo ha una situazione difficile da gestire, soprattutto perché parliamo di un ragazzo giovane e non di un uomo fatto e finito“.

Ubaldo Righetti a Tele Radio Stereo: “Parto dai 10 minuti finali della Samp, tanta fuffa. La preoccupazione era più nostra, di chi guardava, piuttosto che quella dei giocatori in campo. Io ieri mi sono emozionato. Per me è stata una delle più belle partite della Roma. C’è stata intelligenza, accelerazione, strategie, prove. Abbiamo aggiunto qualcosa di più nel secondo tempo che ha cambiato. La Roma si sta comportando bene, esprima il più bel calcio del campionato italiano, con idee chiare. E’ bello, piacevole e coinvolgente. Non ha solo un tipo di percorso o una strategia. Adesso hai un’infinità di varianti, anche con i due trequartisti e la spinta sulle corsie esterne dove comincia a mettersi in mostra Karsdorp che gioca in maniera intelligente. Gioca 90′ perché spreca meno energie, prima andava sempre senza palla chiedendo il pallone ma non veniva mai servito perché andava sempre fuori tempo e doveva rientrare spendendo energia. Ora sa quando attaccare”.

Jacopo Palizzi a Tele Radio Stereo: “Sono contento che sia stato menzionato il punticino con il Verona, dopo che il collegio di garanzia del CONI ha concesso di rigiocare Juve-Napoli non vedo perché no la Roma. Archiviata la partita con la Samp, mi prendo tutta la prestazione di ieri perché su un campo difficilissimo hanno continuato a giocare e ogni volta che si provava a far male agli avversari ha sempre giocato a calcio. Meritatamente si porta a casa i 3 punti. Decontestualizzata, vista in un calendario di anni fa, era la classica gara da Roma che dopo la ripresa dalle vacanze, con quel campo, non avrebbe mai vinto”.

Tony Damascelli a Radio Radio Mattino: “Ricordando i risultati ottenuti nelle due sconfitte e due pareggi contro le big, bisogna che la Roma vinca una partita contro una delle prime 5 in classifica. Deve battere l’Inter, almeno una vittoria la deve fare con le prime 5. Ha il potenziale per essere costante, ribadire il terzo posto fino alla fine, ma è capace anche di smarrirsi. Fonseca non è uno che spaccia calcio come Gattuso, non vanno in televisione a parlare del loro calcio”.

Stefano Agresti a Radio Radio Mattino: “Credo che la Roma sia oltre le aspettative, se a inizio campionato ci avessero detto che dopo tutte queste partite la Roma era terza ci saremmo stupiti. Un buon primo tempo ieri e un buonissimo secondo tempo. Ha preso la partita come fanno le squadre vere, visto che era una sfida complicata per il campo perché poi quando non segni ti interstardisci o innervosirti. Ora la Roma va a Crotone e se vinci quella poi ha lo scontro con l’Inter che dirà tanto. La Roma di qualcosa avrebbe bisogno di rinforzi ma non ha esigenze assolute. La vedo più scoperta sulla sinistra che sulla destra perché quando viene meno Spinazzola poi ha Calafiori”.

Furio Focolari a Radio Radio Mattino: “La classifica non dice mai bugie se non dopo le prime 3 partite, non dopo 15. Se la Roma è lì, ricordiamo sempre il punto in meno, merita. Non è una squadra che ruba l’occhio, la Roma ha giocato un cattivo primo tempo ma un ottimo secondo tempo. Sembra che ha cambiato passo rispetto l’anno scorso, che ha fatto pochissimi punti a gennaio. Probabilmente la Roma ha preso il posto della Lazio in campionato. Rinforzi? Qualcosa servirebbe a chiunque. La crescita di Karsdorp se confermata andrebbe a mettere a posto un ruolo in cui era carente. Sono già due o tre partite che Karsdorp fa bene, ieri addirittura benissimo. Se vedi le pagelle dei giornali è stato il migliore. Così sarebbe coperta in tutti i reparti e ha anche i ricambi”.

Ilario Di Giovambattista a Radio Radio Mattino: “Terzo posto che ormai è conquistato, è chiaro che i tre punti con la Samp erano attesi ma comunque sta vincendo. E’ stata una partita difficile. Gran gol di Dzeko e buona Roma. Ieri la prima all’Olimpico per Scalera che si occuperà del dossier dello stadio, in bocca al lupo. Ora aspettiamo anche Pinto. Quelle che deve vincere la Roma le vince tutte, facendo così va in Champions. La Roma ha perso solo due partite, con due sveglie grosse, ma ha pareggiato con Milan e Juve e con le piccole le ha vinte quasi tutte. Mi pare stia rispondendo bene”.

Roberto Pruzzo a Radio Radio Mattino: “E’ stata una partita molto dura con la Sampdoria, il mio voto è un sufficiente. Il primo tempo la Samp ha tenuto botta e le è mancato qualcuno davanti. Nel secondo tempo la Roma ha spinto tanto, ha dei giocatori in forma e ha meritato la vittoria. E’ stata una bella partita. Ci sono due giocatori utilissimi: uno è Veretout e l’altro è Mkhitaryan, hanno una continuità di manovra impressionante. Nel secondo tempo non calano mai di ritmo, danno sempre l’idea di poter essere pericolosi. Karsdorp non è uno che ti dà continuità totale di manovra nei 90′ ma ieri in un terreno così molto bene, ha recuperato anche molte situazioni. La Roma con questo tipo di squadre le vince più o meno tutte, ci sarà bisogno di verifica nel momento in cui trova una squadra del suo livello quindi aspettiamo il prossimo scontro diretto. Dzeko si è fatto trovare nel momento decisivo. Davanti qualcosa in più potresti avere certo. L’impressione è che serva una seconda punta”.

Nando Orsi a Radio Radio Mattino: “La Roma vince con le squadre che deve vincere, vuol dire che c’è e che il terzo posto è meritato. Secondo me la Roma non deve fare mercato, sta bene così. Per arrivare nelle prime quattro questo è l’organico giusto. A gennaio chi vai a prendere che sia funzionale ad ora? E’ un mercato che è fatto di scambi, quando è così anche l’altra squadra vuole privarsi di un giocatore che non le serve”.

L'articolo PRUZZO: “Veretout e Mkhitaryan indispensabili”, ORSI: “Terzo posto meritato” sembra essere il primo su Romanews.

Dopo tre anni ecco il vero Karsdorp: difensore re degli assist

ROMA KARSDORP – Ci sono voluti tre anni, ma finalmente Karsdorp sta facendo vedere il suo valore. Il terzino è stato acquistato nel 2017 da Monchi e, dopo infortuni e un prestito, ora ha la sua occasione alla Roma.

Re degli assist

Ieri ha effettuato il passaggio decisivo per la rete della vittoria di Dzeko, e ora Karsdorp è a quota 4 assist in campionato. Come scrive il Corriere dello Sport, nessuno in Serie A ha fatto meglio. L’olandese ora è il terzino perfetto per il modulo messo in campo da Fonseca: attacca bene e difende. In estate era a un passo dall’Atalanta, ma l’allenatore portoghese, dopo averlo visto a lavoro nelle prime amichevoli, l’ha subito levato dal mercato. E ora il numero 2 giallorosso viene schierato ogni volta che può e, a parte una distrazione con l’Atalanta, nelle ultime partite ha sbagliato veramente poco.

L'articolo Dopo tre anni ecco il vero Karsdorp: difensore re degli assist sembra essere il primo su Romanews.