Social e radio scatenati dopo la Juventus. Anche Mourinho nel mirino delle critiche

ROMA JUVENTUS MOURINHO – Cominciano a formarsi due fazioni tra il tifo giallorosso. Secondo gazzetta.it, c’è la maggioranza dei supporters della Roma che pensa che Mourinho sia l’unica via per uscire dalla mediocrità. Una seconda branca, che è stufa e delusa e che mette dentro anche lo Special One. La squadra di ieri ha creato nell’ambiente un fuoco che brucia soprattutto tra le radio oggi più ascoltate che mai. In molti, continuano a stare con il tecnico soprattutto per la frase detta ieri ai microfoni di DAZN: “Ho detto ai giocatori che devo portare loro al mio livello, non andare io al loro”. L’emozione che mette tutti d’accordo è l’incredulità: il 4 maggio, giorno dell’annuncio di Josè Mourinho, la città era impazzita pensando che la squadra potesse essere stravolta in molto poco tempo. La realtà è molto diversa: in 21 partite ben 9 sconfitte più la bruttissima gita a Bodo. La società finisce sul banco degli imputati anche se meno del solito: tutti i tifosi infatti pensano che questa Roma possa valere più del 7/8 posto.

Leggi anche:
Oliveira sempre più vicino

L'articolo Social e radio scatenati dopo la Juventus. Anche Mourinho nel mirino delle critiche sembra essere il primo su Roma news.

Il Governo vuole fermare il calcio, “no” della Lega Serie A. Ipotesi porte chiuse

SERIE A DRAGHI – Il Covid mette di nuovo in forte difficoltà il calcio. L’ultimo turno di campionato in scena nel giorno dell’Epifania ha mostrato tutte le criticità del sistema: partite non disputate, squadre bloccate dalle Asl regionali, diversa valutazione della medesima situazione, violazione della quarantena da parte dei calciatori. Tutto questo non è piaciuto alla politica, tanto meno al Ministro della Salute.

Il Governo riflette: campionato fermo o porte chiuse. La Lega sulle barricate

La fuga in avanti della Lega Serie A con l’approvazione del nuovo protocollo ha indispettito diversi dirigenti politici. Ieri il premier Mario Draghi ha rivolto un invito al presidente della Federcalcio Gabriele Gravina per fare una riflessione sul prosieguo del campionato di calcio, in un momento che richiede a tutti responsabilità. Come scrive Il Tempo, il Governo vorrebbe fermare il campionato di calcio di Serie A, la Lega Calcio non intende farlo. Al momento non è un braccio di ferro, ma una presa di posizione delle parti che dovrà trovare una soluzione nella riunione già calendarizzata a metà della prossima settimana. La mossa successiva del Governo potrebbe essere quella di chiudere gli stadi, arrecando un danno enorme all’azienda Serie A, ancora in difficoltà dopo la chiusura delle scorse stagioni. Sarebbe un disastro irreversibile, la fine del movimento calcistico, già convalescente dopo le ultime stagioni. Mercoledì la decisione: le polemiche – in un senso o nell’altro – non mancheranno.

L'articolo Il Governo vuole fermare il calcio, “no” della Lega Serie A. Ipotesi porte chiuse sembra essere il primo su Roma news.

Roma-Juventus, l’ultima vittoria dei giallorossi all’Olimpico risale alla stagione 2018/19

ROMA-JUVENTUS Statistiche – Sfida dal sapore d’alta classifica all’Olimpico tra due grandi squadre che per il momento non stanno mantenendo le premesse di inizio stagione. I bianconeri, infatti non occupano attualmente il quarto posto che garantirebbe l’accesso in Champions League, trovandosi in quinta posizione, a tre punti dall’Atalanta. I capitolini invece sono situati in settima posizione, non rispettando i pronostici della vigilia che davano la squadra di Mourinho in una posizione migliore di quella attualmente occupata. Come riporta Tuttomercatoweb l’ultima vittoria della Roma contro la Juventus risale all’annata 2018/19, quando i giallorossi si imposero 2-0 grazie alle firme di Florenzi e Dzeko. Successivamente sono arrivate una sconfitta e un pareggio. Sfida che ultimamente è contraddistinta dai molti calci di rigore assegnati. Basti pensare che nelle ultime due annate sono stati sanzionati quattro calci di rigore. All’andata si impose la Vecchia Signora grazie al gol di Moise Kean, in una gara in cui la Roma sicuramente meritava di più per quello che aveva creato. Il rullino di marcia delle due squadre non è sicuramente lineare, anzi, pieno di alti e bassi. I giallorossi vengono dalla sconfitta di Milano, ricca di errori da parte dei giocatori romanisti che hanno compromesso il match insieme agli errori del VAR. La Juve invece non è andata oltre l’1-1 contro un Napoli più che rimaneggiato. Due squadre in cerca di riscatto, pronti a una sfida che si preannuncia ricca di emozioni. Il risultato è assai incerto, quello che è certo è che i capitolini in casa stanno raccogliendo la maggior parte dei propri punti. Infatti, dei 32 punti conquistati 20 sono stati ottenuti in casa. Dall’altra parte la squadra di Torino può vantare un rullino niente male in trasferta, avendo ottenuto 18 punti dei 35 conquistati in trasferta.

CONFRONTI DIRETTI A ROMA (SERIE A)
87 incontri disputati
32 vittorie Roma
29 pareggi
26 vittorie Juventus
125 gol fatti Roma
102 gol fatti Juventus

PRIMA SFIDA A ROMA (SERIE A)
Roma-Juventus 2-3, 13° giornata 1929/1930

ULTIMA SFIDA A ROMA (SERIE A)
Roma-Juventus 2-2, 2° giornata 2020/2021

L'articolo Roma-Juventus, l’ultima vittoria dei giallorossi all’Olimpico risale alla stagione 2018/19 sembra essere il primo su Roma news.

Milan-Roma, le pagelle dei quotidiani: Rui Patricio e Smalling tengono, Zaniolo è vivo. Male Ibañez e Karsdorp

MILAN ROMA PAGELLE QUOTIDIANI – Luci spente a San Siro. Indigesta l’Epifania per la Roma che cade 3-1 contro il Milan. Dopo pochi minuti i giallorossi sono già sotto di due gol, sia per un dubbio rigore fischiato ad Abraham sia per un’ingenuità di Ibañez che spalanca la porta a Messias. La reazione c’è, la squadra reagisce e trova il gol con l’inglese, ma non basta. Perchè poi arriva il tris di Leao, e l’espulsione di Mancini e Karsdorp. Altro rigore fischiato a favore dei padroni di casa, ma Rui Patricio ipnotizza Ibra ed evita il poker. Il portiere portoghese è giudicato uno tra i migliori dai quotidiani, insieme a Chris Smalling. Ok anche Tammy e Nicolò Zaniolo, che ha provato a dare una scossa alla sua maniera, ci è voluto un miracolo di Maignan a negargli il gol. Male Roger e anche Mancini e Rick. Di seguito le pagelle:

Leggi anche:
PAGELLE di Milan-Roma: Ibanez, nella calza solo carbone. Abraham, il gol non basta

Le pagelle dei quotidiani

LA GAZZETTA DELLO SPORT

Rui Patricio 6; Mancini 4,5, Smalling 5,5, Ibanez 4,5; Karsdorp 4, Mkhitaryan 5,5, Veretout 5, Pellegrini 6, Vina 5 ; Zaniolo 5,5, Abraham 6,5. Subentrati: Cristante 5, El Shaarawy 5, Felix 5, Shomurodov sv, Perez, sv. Allenatore: Mourinho 5,5.

CORRIERE DELLO SPORT

Rui Patricio 6; Mancini 5, Smalling 6, Ibanez 4,5; Karsdorp 4,5, Mkhitaryan 5,5, Veretout 5, Pellegrini 6, Vina 5,5; Zaniolo 5,5, Abraham 6,5. Subentrati: Cristante 5, El Shaarawy 5,5, Felix 5,5, Shomurodov sv, Perez sv. Allenatore: Mourinho 5.

CORRIERE DELLA SERA

Rui Patricio 7; Mancini 4,5, Smalling 6, Ibanez 4 Karsdorp 4, Mkhitaryan 6, Veretout 5, Pellegrini 5,5, Veretout 5; Zaniolo 5,5, Abraham 6,5. Subentrati: Cristante 6, El Shaarawy 5,5, Felix 5,5, Shomurodov sv, Perez sv. Allenatore: Mourinho 5.

IL MESSAGGERO

Rui Patricio 6,5; Mancini 5, Smalling 6, Ibanez 5; Karsdorp 5, Mkhitaryan 5,5, Veretout 5,5, Pellegrini 6, Vina 5,5; Zaniolo 6, Abraham 6. Subentrati: Cristante 5,5, El Shaarawy 5,5, Felix 5,5, Shomurodov 5,5, Perez sv. Allenatore: Mourinho 5.

LA REPUBBLICA

Rui Patricio 6; Mancini 4, Smalling 6, Ibanez 3; Karsdorp 4, Mkhitaryan 5, Veretout 5, Pellegrini 6, Vina 5; Zaniolo 6, Abraham 5,5. Subentrati: Cristante, El Shaarawy, Felix, Felix, Shomurodov. Allenatore: Mourinho 5.

IL TEMPO

Rui Patricio 6; Mancini 4,5, Smalling 6, Ibanez 4; Karsdorp 4,5, Mkhitaryan 5, Veretout, Pellegrini 5, Vina 4,5; Zaniolo 5, Abraham 5. Subentrati: Cristante 5,5 El Shaarawy 5,5, Felix 5,5 Shomurodov sv, Perez sv. Allenatore: Mourinho 4.

ROMANEWS.EU

Rui Patricio 6,5; Mancini 5, Smalling 6, Ibanez 4; Karsdorp 5, Mkhitaryan 5, Veretout 5, Pellegrini 5, Vina 5,5; Zaniolo 6, Abraham 5. Subentrati: Cristante 5 El Shaarawy 5, Felix 5 Shomurodov sv, Perez sv. Allenatore: Mourinho 5,5.

L'articolo Milan-Roma, le pagelle dei quotidiani: Rui Patricio e Smalling tengono, Zaniolo è vivo. Male Ibañez e Karsdorp sembra essere il primo su Roma news.

Mkhitaryan: “Certi errori non possiamo farli, c’è da lavorare. Arbitro? Ci sono momenti poco chiari, Var non uniforme”

MILAN ROMA INTERVISTE – Tutte le dichiarazioni del giallorosso in occasione di Milan-Roma, match valido per la 20esima giornata di Serie A.

Mkhitaryan ai canali della Roma

Che partita è stata?

“Abbiamo iniziato male la partita, però ci sono momenti dell’arbitro poco chiari. A volte il Var entra in gioco, a volte no. Non è per criticare qualcuno, è per parlare, per capire le differenze. Ovviamente dobbiamo migliorare, dobbiamo fare meglio, ma ci sono piccole cose che fanno la differenza”.

Cosa non è andato, in particolare?

“Abbiamo fatto errori che non si possono fare nel calcio. Dobbiamo capire che se dobbiamo vincere contro squadre così non dobbiamo fare questi errori, ogni errore viene punito. Per quello dovremo fare meglio in vista della prossima partita con la Juventus”.

L’occasione di riscatto arriva proprio domenica, contro la Juventus.

“Sarà una bella partita da giocare. Una bella partita in cui possiamo dimostrare di vincere. Una bella partita che giocheremo in casa con i nostri tifosi, sarà dura perché ci mancherà qualche giocatore. Dovremo avere personalità, quelli che giocheranno dovranno far capire al mister che sono pronti per giocare e aiutare la squadra”.

L'articolo Mkhitaryan: “Certi errori non possiamo farli, c’è da lavorare. Arbitro? Ci sono momenti poco chiari, Var non uniforme” sembra essere il primo su Roma news.

Mourinho: “Troppi errori tecnici, ma arbitraggio difficile da accettare. Il Milan? Un piacere tremendo averlo rifiutato”

MILAN ROMA INTERVISTE MOURINHO – Tutte le dichiarazioni del tecnico giallorosso, Josè Mourinho, in occasione di Milan-Roma, match valido per la 20esima giornata di Serie A.

Mourinho a DAZN

Qualche errore di troppo a livello tecnico, è qui che non le sono piaciuti i suoi?
“SI sempre nella partita fino al momento che Karsdorp va nello spogliatoio. Una partita bassa a livello tecnico, abbiamo sbagliato le basi del calcio se tu vedi il secondo gol o l’ultimo rigore sono due esempi di tanti situazioni dove perdiamo palla su passaggi facili. Bassa qualità però siamo stati sempre in partita. Problemi tecnici devo parlare anche dell’arbitro e del Var. Ancora non mi è arrivata immagine o clip dove si vede che è rigore con Tammy che allarga il braccio ma non c’è contatto duro e netto. Aureliano era a casa ma voleva stare qui. Dopo ho parlato con Daniele per una clip per il rigore perchè i miei analisti no la trovano. L’ultimo rigore paragonato a quello di Zaniolo e Ibanez o ne dai 3 o nessuno e lui lo ha dato 1 a una squadra sotto di 3-1 che perde un calciatore contro la Juventus. Vogliamo uniformità di giudizio. Noi livello tecnico basso ma purtroppo a livello arbitrale siamo sempre noi quelli sfortunati”.

Barzagli “Il rigore se fossi dalla parte della Roma dico che non ha cambiato direzione”
“Quando tu sei stato dentro una vita e tu dici che se sono da una parte dico che è rigore e da un’altra parte no è propio li che il Var deve stare zitto. Quando vuole fare il fenomeno chiami Daniele (Chiffi) che va al monitor contro il Milan a San Siro e noi siamo piccoli. Non è una situazione chiara e se uno come Barzagli dice si no no si il Var deve lasciare andare. Ho capito tutto presto ma non voglio nascondere che dal punto di vista tecnico noi abbiamo giocato una partita bassa”

Cosa vi manca per arrivare là?
“Noi siamo dove la nostra qualità più gli episodi arbitrali siamo dove dobbiamo. Siamo una squadra di media qualità e siamo lì. Se guardi il secondo gol e l’ultimo rigore vedi i contrasti con l’avversario. Se vedi la partita ci sono tanti errori facili come quello di Zaniolo. Abbiamo sbagliato tanto dal punto di vista tecnico. Non ho visto problemi tattici ma solo di mancanza di qualità tecnica e di livello di gioco. Non mi piace farlo ma non capisco il lavoro di Chiffi e di Aureliano ufficio (Var)”.

Tra pochi giorni ce n’è un’altra
“Ora dico che ho 0 punti. Ma già dal pullman penso alla prossima che sarà dura. Noi abbiamo difficoltà e proveremo a migliorare già dal mercato. Vediamo se è possibile finire qualcosa prima del match contro la Juventus anche se non possono allenarsi con noi. Dentro a queste difficoltà vediamo cosa succede”

Mourinho in conferenza stampa

Che partita è stata?
“Non mi è piaciuta la mia squadra e l’arbitro. Siamo stati sempre nella partita anche con l’1-0 e di più sul 2-0, ma con un livello tecnico basso; abbiamo perso palle su situazioni di grande facilità. C’è stata una mancanza di qualità tecnica che non ci ha permesso di costruire di più. Il carattere c’è sempre, ma il livello tecnico è stato veramente basso”.

Cosa ne pensa dell’arbitraggio?
“Arbitro e VAR sono difficili da capire, da accettare. Sono alla Roma da 6/7 mesi e mi sto abituando, ma è una cosa a cui non ci si deve abituare. Non ho visto una immagine in cui è davvero rigore quello di Abraham. Non si sa se tocca o meno la palla. Il signore arbitro del Var non può chiamare l’arbitro in una situazione di dubbio tremendo. Ho chiesto al direttore di gara di mandarmi l’immagine a Trigoria perché noi non ne riusciamo a vedere nessuna. Poi il secondo rigore, se tu valuti gli altri episodi come quello su Zaniolo, dove sta la differenza? Gli arbitri mi devono qualche spiegazione, visuale. Devo capire un po’ le sue decisioni. Se mi mandano le immagini sarò il primo a chiedere scusa”.

Che ne pensa dell’accoglienza di San Siro?
“Quando vedo come ha reagito San Siro mi fa un piacere molto grande. Ho avuto tre anni fa la proprietà del Milan che mi voleva a Milano e dopo tre giorni ho deciso di no, mi fa un piacere tremendo aver preso quella decisione. Sono un professionista, ma esiste spazio per avere delle passioni e l’antagonismo a delle passioni. Sono appassionato della Roma, darò tutto alla Roma. Ma tornando indietro, dopo quello che è successo oggi sono doppiamente contento di quello che ho risposto. Loro sono venuti ma ho detto ‘torna a casa, io non vado’.

Mourinho a Sky Sport

“Qualche anno fa i dirigenti del Milan mi volevano a Milano come nuovo allenatore. Mi fa un tremendo piacere non avere accettato l’offerta visto come ha reagito il pubblico”. 

L'articolo Mourinho: “Troppi errori tecnici, ma arbitraggio difficile da accettare. Il Milan? Un piacere tremendo averlo rifiutato” sembra essere il primo su Roma news.

Pellegrini: “Come mi è mancato il campo, ora sto bene. Nuovo modulo? Ci sentiamo a nostro agio”

MILAN ROMA INTERVISTE – Tutte le dichiarazioni del giallorosso in occasione di Milan-Roma, match valido per la 20esima giornata di Serie A.

Pellegrini a DAZN nel pre-partita

Come stai?
“Sto bene molto bene. Ho recuperato nel miglior modo possibile proprio per queste partite importanti. Mi sento bene ma mi è mancato giocare però voglio fare bene.”

Avevi inaugurato il nuovo percorso di Mourinho, come ti vedi in questo nuovo modulo?
“Diciamo che mi vedo bene perchè è quello che ho sempre fatto. Tutti siamo a nostro agio e facciamo quello che ci chiede il mister”

L'articolo Pellegrini: “Come mi è mancato il campo, ora sto bene. Nuovo modulo? Ci sentiamo a nostro agio” sembra essere il primo su Roma news.

Pellegrini: “Come mi è mancato il campo, ora sto bene. Nuovo modulo? Ci sentiamo a nostro agio”

MILAN ROMA INTERVISTE – Tutte le dichiarazioni del giallorosso in occasione di Milan-Roma, match valido per la 20esima giornata di Serie A.

Pellegrini a DAZN nel pre-partita

Come stai?
“Sto bene molto bene. Ho recuperato nel miglior modo possibile proprio per queste partite importanti. Mi sento bene ma mi è mancato giocare però voglio fare bene.”

Avevi inaugurato il nuovo percorso di Mourinho, come ti vedi in questo nuovo modulo?
“Diciamo che mi vedo bene perchè è quello che ho sempre fatto. Tutti siamo a nostro agio e facciamo quello che ci chiede il mister”

L'articolo Pellegrini: “Come mi è mancato il campo, ora sto bene. Nuovo modulo? Ci sentiamo a nostro agio” sembra essere il primo su Roma news.

Roma, Tiago Pinto: “Maitland-Niles vicino, di Oliveira non parlo. Serie A? Giusto andare avanti “

MILAN ROMA INTERVISTE – Tutte le dichiarazioni del giallorosso in occasione di Milan-Roma, match valido per la 20esima giornata di Serie A.

Tiago Pinto a DAZN

Quanto manca per Oliveira e per Maitland-Niles?
“Buon anno a tutti. Su Niles posso dire che stiamo parlando con l’Arsenal ma mancano i dettagli però è vicino. Per il resto non parlo perchè non ci sono aggiornamenti sui centrocampisti”

Il campionato ha bisogno di una liena guida?
“Negli ultimi 2 anni abbiamo vissuto questa realtà nel mondo. Dobbiamo capire le regole ma non dobbiamo dimenticare che è un problema di salute pubblica ed è oltre il calcio. Come Roma ci piace essere al centro delle discussioni. Le competizioni sono importanti ma il Covid è oltre”

Condivide la decisione della Lega?
“Come idea personale credo che le regole applicate dalla UEFA ci sono. Se noi le cambiamo per ogni campionato è più difficile. Sono d’accordo con la decisione di ieri”

Per la Roma quanto è importante il match di oggi?
“Un piacere parlare con te (riferito a Borja Valero, ndr). Il match con l’Atalanta è stata fondamentale ma partite come oggi sono il modo migliore per iniziare un anno. Sappiamo le qualità del Milan ma vogliamo vincere e sono fiducioso che possiamo farlo”

L'articolo Roma, Tiago Pinto: “Maitland-Niles vicino, di Oliveira non parlo. Serie A? Giusto andare avanti “ sembra essere il primo su Roma news.

Roma, Tiago Pinto: “Maitland-Niles vicino, di Oliveira non parlo. Serie A? Giusto andare avanti “

MILAN ROMA INTERVISTE – Tutte le dichiarazioni del giallorosso in occasione di Milan-Roma, match valido per la 20esima giornata di Serie A.

Tiago Pinto a DAZN

Quanto manca per Oliveira e per Maitland-Niles?
“Buon anno a tutti. Su Niles posso dire che stiamo parlando con l’Arsenal ma mancano i dettagli però è vicino. Per il resto non parlo perchè non ci sono aggiornamenti sui centrocampisti”

Il campionato ha bisogno di una liena guida?
“Negli ultimi 2 anni abbiamo vissuto questa realtà nel mondo. Dobbiamo capire le regole ma non dobbiamo dimenticare che è un problema di salute pubblica ed è oltre il calcio. Come Roma ci piace essere al centro delle discussioni. Le competizioni sono importanti ma il Covid è oltre”

Condivide la decisione della Lega?
“Come idea personale credo che le regole applicate dalla UEFA ci sono. Se noi le cambiamo per ogni campionato è più difficile. Sono d’accordo con la decisione di ieri”

Per la Roma quanto è importante il match di oggi?
“Un piacere parlare con te (riferito a Borja Valero, ndr). Il match con l’Atalanta è stata fondamentale ma partite come oggi sono il modo migliore per iniziare un anno. Sappiamo le qualità del Milan ma vogliamo vincere e sono fiducioso che possiamo farlo”

L'articolo Roma, Tiago Pinto: “Maitland-Niles vicino, di Oliveira non parlo. Serie A? Giusto andare avanti “ sembra essere il primo su Roma news.