Dalla Spagna: Zakaria rifiuta la Roma, dietro c’è il Barcellona

CALCIOMERCATO ROMA ZAKARIA – Denis Zakaria rifiuta la Roma e aspetta il Barcellona. Questa l’indiscrezione che arriva dalla Spagna, in particolare secondo il quotidiano Sport, lo svizzero seguito da tempo dai capitolini, ma anche dalla Juventus, avrebbe rifiutato un’offerta già arrivata dai giallorossi. Secondo i media spagnoli il classe ’96 del Gladbach sarebbe in attesa di capire la fattibilità di un accordo con il Barcellona dopo la scadenza del suo contratto, ovvero il 30 giugno 2022.

Leggi anche:
Abraham sorride, ma la Juventus si allontana

L'articolo Dalla Spagna: Zakaria rifiuta la Roma, dietro c’è il Barcellona sembra essere il primo su Roma news.

Nations League, Italia-Spagna 2-1: segna Pellegrini, ma in finale vanno le Furie Rosse

ITALIA SPAGNA NATIONS LEAGUE – L’Italia perde a San Siro con lo Spagna nella semifinale di Nations League. Due a uno il risultato finale per gli uomini di Luis Enrique già sul doppio vantaggio al termine del primo tempo grazie alla doppietta di Ferran Torres e con un uomo in più dal 41′ per l’espulsione di Bonucci. Pellegrini e Cristante hanno cominciato dalla panchina, con il capitano giallorosso in campo al 63′ al posto di Jorginho e autore del gol dell’Italia all’82’ al termine di una discesa solitaria di Chiesa. La Spagna, in finale di Nations League, affronterà la vincente della sfida Belgio-Francia in programma domani, per l’Italia la finale del terzo e quarto posto domenica a Torino.

Leggi anche:
Nations League, per Italia-Spagna bookie puntano su gol Pellegrini

LIVE

Italia-Spagna 1-2* (17′, 45’+2 Ferran Torres, 82′ Pellegrini)

*in corso

Le formazioni ufficiali

Italia (4-3-3): Donnarumma, Di Lorenzo, Bonucci, Chiellini, Emerson; Barella, Jorginho, Verratti; Chiesa, Insigne, Bernardeschi.
A disp: Meret, Sirigu, Acerbi, A. Bastoni, Di Lorenzo, Calabria, Cristante, Locatelli, Dimarco, Berardi, Pellegrini, Kean, Raspadori.
All.: Roberto Mancini


Spagna (4-3-3): Unai Simon; Azpilicueta, Laporte, Pau Torres, Marcos Alonso; Koke, Busquets, Gavi; Oyarzabal, Ferran Torres, Sarabia
A disp: De Gea, Sánchez, Porro Eric Garcia, Martinez, Alonso, Rodri, Pedri, Llorente, Yeremi Pino, Fornals.
All.: Luis Enrique

Arbitro: Karasev (RUS)

L'articolo Nations League, Italia-Spagna 2-1: segna Pellegrini, ma in finale vanno le Furie Rosse sembra essere il primo su Roma news.

Nations League, per Italia-Spagna bookie puntano su gol Pellegrini

ITALIA PELLEGRINI – In forma smagliante con la Roma, Lorenzo Pellegrini sale alla ribalta anche per la Nations League. Il capitano giallorosso è in prima fila per una maglia da titolare contro la Spagna, a formare un tridente inedito con Insigne e Chiesa, e in quota parte la caccia al terzo gol con la Nazionale, a un anno di distanza dalla rete realizzata contro l’Olanda proprio in Nations League. Il gol di Pellegrini è dato a 5,50 su Planetwin365, proprio alle spalle dei due possibili partner d’attacco, Chiesa (già a segno con la Spagna a Euro 2020 e ora a 3,75) e Insigne (3,50). L’assenza di Immobile e Belotti potrebbe dare spazio anche a Raspadori, il cui gol pagherebbe 3,85. L’Italia, intanto, conquista una larga fetta di preferenze per la semifinale in programma domani a San Siro: il successo contro la Spagna ha ottenuto il 42% delle scommesse totali, a quota 2,27. La rivincita di Luis Enrique pagherebbe 3,48 (con il 27% delle scelte), mentre il pareggio al 90° è a 3,10 (31%).

L'articolo Nations League, per Italia-Spagna bookie puntano su gol Pellegrini sembra essere il primo su Roma news.

Italia-Spagna, Luis Enrique perde Pedri per la Nations League

ITALIA SPAGNA PEDRI – Mercoledì alle 20.45 andrà in scena la semifinale di Nations League tra Italia e Spagna a San Siro (a Torino l’altra semifinale sarà Francia contro Belgio). Come gli Azzurri, anche le ‘Furie Rosse’ hanno da poco diramato al lista dei convocati per gli impegni, ma Luis Enrique deve fare a meno di Pedri, vittima di un infortunio. L’ex allenatore giallorosso ha quindi dovuto operare un cambio, inserendo al suo posto Brais Méndez, classe ’97 del Celta Vigo. A proposti del club di Trigoria, risponderanno presenti per questo match Lorenzo Pellegrini e Bryan Cristante, mentre rimarranno nella Capitale Nicolò Zaniolo, Gianluca Mancini e Stephan El Shaarawy.

Leggi anche:
Nations League, il ct Azzurro Mancini spiega l’esclusione di Zaniolo: “Non è stato il gesto nel derby”

L'articolo Italia-Spagna, Luis Enrique perde Pedri per la Nations League sembra essere il primo su Roma news.

Roma da oggi in Spagna. De Sanctis firma per altri due anni

RITIRO ROMA – La Roma affronta gli ultimi giorni di lavoro all’estero prima del rientro nella Capitale che culmineranno con l’amichevole di domani alle ore 22 contro il Betis in Spagna.

Leggi anche:
Roma, c’è il piano B: Pellegrini regista e Micki fantasista

Oggi l’arrivo in Spagna, De Sanctis rinnova

Oggi, dopo la seduta mattutina, la Roma lascerà il Portogallo per recarsi a Siviglia, dove domani sera (ore 22) affronterà il Betis nell’ottava amichevole della sua stagione. Come scrive La Gazzetta dello Sport, subito dopo la partita ci sarà il ritorno della squadra nella capitale. Nel frattempo oggi dovrebbe anche arrivare l’attesa ufficialità di Matias Vina, il terzino sinistro che non dovrà far rimpiangere Spinazzola. Infine Morgan De Sanctis (il vice d.s.) ha rinnovato per altri due anni il suo contratto con la Roma.

L'articolo Roma da oggi in Spagna. De Sanctis firma per altri due anni sembra essere il primo su Roma news.

Spagna, Dani Olmo avvisa gli Azzurri: “Italia fortissima, ma siamo pronti e vogliamo il massimo”

ITALIA SPAGNA OLMO – Dani Olmo è rapidamente diventato uno dei pilasti della nuova Spagna dell’ex giallorosso Luis Enrique, prossimo avversario dell’Italia nella semifinale di Euro2020 in programma domani a Wembley. Il calciatore iberico ha parlato degli Azzurri al quotidiano spagnolo Marca. Queste le sue dichiarazioni:

Leggi anche:
Italia-Spagna, le probabili formazioni

Dani Olmo parla dell’Italia

Un mese fa avrei creduto ad una Spagna in semifinale?
 Probabilmente no. Ma siamo qua con merito e ora ci aspetta una grande sfida contro l’Italia”.

Il gruppo la forza della Spagna? 
“Sì, abbiamo creato un gruppo incredibile. Siamo arrivati lontano ma ora manca la parte più importante, ma siamo fiduciosi e vogliamo ottenere il massimo”.

Lo scenario di Wembley? 
“Una grande palcoscenico per una partita di grande livello. Dovremo esserne all’altezza. E’ uno stadio da grandi momenti, giocarci una fase finale è un sogno”.

Cosa penso dell’Italia? 
“Li conosciamo bene. Barella, Chiesa… L’Italia è molto forte e lo ha dimostrato, ma noi siamo pronti. E’ una squadra completa, che sta giocando a buon livello dal primo giorno. Noi però siamo cresciuti tanto, sia individualmente che come squadra”.

L'articolo Spagna, Dani Olmo avvisa gli Azzurri: “Italia fortissima, ma siamo pronti e vogliamo il massimo” sembra essere il primo su Roma news.

Italia-Spagna, Bonucci: “Vogliamo vincere per Spinazzola”

ITALIA SPAGNA BONUCCI SPINAZZOLA – Alla vigilia delle semifinali di Euro2020, che vedrà l’Italia di Roberto Mancini sfidare la Spagna di Luis Enrique per un posto in finale, Leonardo Bonucci interviene in conferenza stampa. Il difensore azzurro ha avuto anche modo di dedicare un pensiero speciale a Leonardo Spinazzola, che questa mattina si è sottoposto a un delicato intervento (perfettamente riuscito) al tendine d’Achille a seguito dell’infortunio riportato durante Italia-Belgio. Queste le sue parole. “Abbiamo, come già detto anche da altri, intrapreso un’idea di gioco preciso. Vogliamo condurre la partita, poi non puoi farlo per 90 minuti, gli altri possono metterti in difficoltà ma la nostra tradizione è saper reagire e mettere in difficoltà gli avversari. Domani sera altrettanto ci sono momenti dove dovremo fare una grossa fase difensiva per non farci mettere in difficoltà dalla Spagna. Però ora vogliamo dare tutto per rendere orgogliosi gli italiani della Nazionale e vogliamo dedicare la finale a Leonardo Spinazzola: perderlo è stato un colpo duro ma anche stamattina ci ha dato forza. Glielo dobbiamo.”

Leggi anche:
Spinazzola, operazione e poi Londra? Gli azzurri lo chiamano: “Vieni con noi a Wembley”

L'articolo Italia-Spagna, Bonucci: “Vogliamo vincere per Spinazzola” sembra essere il primo su Roma news.

Italia, Mancini: “Luis Enrique grande allenatore, anche a Roma. Sarà una bella partita”

ITALIA SPAGNA CONFERENZA MANCINI – Domani l’Italia giocherà alle 21 la semifinale di Euro 2020 e lo farà contro la Spagna di Luis Enrique. A presentarla, dalla sala stampa di Wembley, Londra, è il ct azzurro, Roberto Mancini. Queste le sue parole.

Leggi anche:
Italia-Spagna, le probabili formazioni

Sull’Italia versione ‘Sampdoria’

“Quando c’è un buon rapporto tra tutti, quando ci sono le condizioni ottimali, il rapporto che si è crea è ottimo. Dovremo fare una grande partita domani per stare qui fino alla fine”.

Italia-Spagna, Mancini in conferenza sulla tensione

“Ce l’ho anche io quando si avvicina la partita, prima bisogna esser freddi per fare meno errori possibili. Poi è il bello di queste partite”.
Sulla Spagna “Sarà difficile, anche se la Spagna è diversa dal Belgio. Non sarà una gara come quella ma con tante difficoltà. Con l’Austria è stata difficile perché era la prima a eliminazione diretta ma anche per la loro aggressività. Domani lo sarà ugualmente ma sarà difficile, la Spagna è straordinaria da anni anche se adesso c’è stato un ricambio e son più giovani. Hanno un tecnico bravo e giocatori bravissimi”.

Su Vialli

“Siamo cresciuti insieme, c’è un rapporto che va oltre all’amicizia. E’ come avere un fratello qui, accade con tutti quelli che hanno giocato in quella Sampdoria, il rapporto è ottimo tra noi e i giocatori. Luca è anche un po’ anziano, lo ascoltiamo volentieri quando parla…”.

Su Luis Enrique

“E’ un tecnico bravissimo, ha vinto Coppe dei Campioni col Barcellona ma non solo. Anche a Roma ha fatto un bel gioco, se un tecnico riesce a far giocare le sue squadre bene, al netto della vittoria, è importante e dimostra le sue capacità”.
Sulla critica italiana che si sente già in finale “Spero che per una volta ci azzecchiate… Non sarà così semplice: dovremo fare una grande partita, la Spagna è una grande squadra. Siamo in semifinale, è dura trovare gare semplici”.

Italia-Spagna, Mancini in conferenza su Wembley pieno

“E’ ingiusto che non ci siano tifosi da Italia e Spagna. Però è chiaro sia meglio giocare davanti al pubblico che davanti a poche persone, è il bello dello sport. Però trovo ingiusto che non ci siano metà italiani e metà spagnoli”.

Sulla Spagna

“Negli ultimi vent’anni hanno dominato il calcio nel mondo, non cambieranno adesso. Luis Enrique è un grande allenatore per quel che ha dimostrato: De Rossi non ci ha detto grandi cose, il mister avrà cambiato anche modo e tipo di allenare, sarà anche differente. Se noi e Spagna siamo arrivati qui è con merito, le percentuali sono a metà”.

Su Immobile

“Immobile è la Scarpa d’Oro, è tra chi ha segnato di più negli ultimi anni. E in un Mondiale o in un Europeo il più criticato spesso risolve partita e torneo…”.

Sul gioco

“Sarà una bella partita: loro hanno giocatori di talento, noi anche, alla fine ne verrà fuori una bella gara”.

Su Belotti e Toloi

“Belotti aveva preso un colpo col Belgio, ieri non lo abbiamo rischiato. Rafael in allenamento ma saranno a posto per domani”.

Su Chiellini

“Da tanti anni dicono che lui e Bonucci sono i migliori ma vogliono dimostrare ogni volta di esserlo. Se riuscirà a giocare tre gare di fila? Spero di sì, non dovesse farcela, ci sono Acerbi e Bastoni che sono in grande forma”.

Sul Tiki Taka

“E’ un calcio spagnolo, inventato da loro, che li ha portati a successi straordinari e continuano a farlo bene. Il nostro sarà leggermente differente, siamo italiani e non possiamo diventare spagnoli all’improvviso. Cercheremo di fare la nostra partita”.

Sull’Italbasket

“Siamo tutti appassionati, l’abbiamo vista e abbiamo esultato con loro. Sono stati straordinari, non è facile vincere in casa dei serbi. E’ stata una gara memorabile e lo sarà per molti anni”.

L'articolo Italia, Mancini: “Luis Enrique grande allenatore, anche a Roma. Sarà una bella partita” sembra essere il primo su Roma news.

Spagna, Luis Enrique: “A Roma esperienza bellissima. Contro l’Italia partita divertente e intensa”

SPAGNA INTERVISTA LUIS ENRIQUE – “Adesso è sempre più difficile, incontreremo un’Italia divertente, che fa un bel calcio e palleggia bene in attacco e un difesa. E’ una squadra molto difficile, sarà partita una molto divertente e intensa, con due squadre che fanno gioco”. A presentare la semifinale di Euro2020 tra Italia e Spagna, ai microfoni di Sky Sport, è il ct degli iberici, Luis Enrique. Nel corso dell’intervista, l’ex Roma e Barcellona è tornato a parlare anche della famosa gomitata rifilatagli da Tassotti ai Mondiali di Usa 1994. “Fa parte della mia storia sportiva – spiega il 51enne ex centrocampista, in passato sulle panchine di Roma e Barcellona – Ho avuta la fortuna di conoscere Tassotti, una bravissima persona, e non ho alcuna rivincita. Amo l’Italia, mi piace Roma, una città incredibile dove ho vissuto un’esperienza bellissima, seppure per un solo anno. Per me è un piacere giocare contro l’Italia, lo rifaremo anche a novembre in Nations League”.

Leggi anche:
La Roma, i successi col Barcellona e il dramma famigliare: Luis Enrique ritrova l’Italia

L'articolo Spagna, Luis Enrique: “A Roma esperienza bellissima. Contro l’Italia partita divertente e intensa” sembra essere il primo su Roma news.

Spagna, Luis Enrique: “A Roma esperienza bellissima. Contro l’Italia partita divertente e intensa”

SPAGNA INTERVISTA LUIS ENRIQUE – “Adesso è sempre più difficile, incontreremo un’Italia divertente, che fa un bel calcio e palleggia bene in attacco e un difesa. E’ una squadra molto difficile, sarà partita una molto divertente e intensa, con due squadre che fanno gioco”. A presentare la semifinale di Euro2020 tra Italia e Spagna, ai microfoni di Sky Sport, è il ct degli iberici, Luis Enrique. Nel corso dell’intervista, l’ex Roma e Barcellona è tornato a parlare anche della famosa gomitata rifilatagli da Tassotti ai Mondiali di Usa 1994. “Fa parte della mia storia sportiva – spiega il 51enne ex centrocampista, in passato sulle panchine di Roma e Barcellona – Ho avuta la fortuna di conoscere Tassotti, una bravissima persona, e non ho alcuna rivincita. Amo l’Italia, mi piace Roma, una città incredibile dove ho vissuto un’esperienza bellissima, seppure per un solo anno. Per me è un piacere giocare contro l’Italia, lo rifaremo anche a novembre in Nations League”.

Leggi anche:
La Roma, i successi col Barcellona e il dramma famigliare: Luis Enrique ritrova l’Italia

L'articolo Spagna, Luis Enrique: “A Roma esperienza bellissima. Contro l’Italia partita divertente e intensa” sembra essere il primo su Roma news.