Salernitana, scossa Sabatini: punta De Rossi per la panchina

SALERNITANA DE ROSSI SABATINI – Giornate di rivoluzioni in casa Salernitana: prima l’avvicendamento societario, poi l’insediamento di Walter Sabatini come nuovo DS. L’ex dirigente della Roma è molto attivo in questi giorni di mercato per salvare la stagione dei granata e starebbe guardando anche in ‘casa’ giallorossa per la panchina.

Sabatini ci prova per De Rossi

La panchina di Stefano Colantuono traballa, e, come riportato da Il Quotidiano del Sud, Walter Sabatini starebbe pensando a Daniele De Rossi per il ruolo di tecnico. Dopo l’esperienza con la nazionale Azzurra agli europei della scorsa estate, viene da molti considerato un predestinato come allenatore. Si era fatto il suo nome già questa estate per la Fiorentina, ma rimane ancora in attesa della sua prima esperienza in panchina tra i professionisti: che sia questa la volta buona? O forse solo una suggestione.

L'articolo Salernitana, scossa Sabatini: punta De Rossi per la panchina sembra essere il primo su Roma news.

Salernitana, scossa Sabatini: punta De Rossi per la panchina

SALERNITANA DE ROSSI SABATINI – Giornate di rivoluzioni in casa Salernitana: prima l’avvicendamento societario, poi l’insediamento di Walter Sabatini come nuovo DS. L’ex dirigente della Roma è molto attivo in questi giorni di mercato per salvare la stagione dei granata e starebbe guardando anche in ‘casa’ giallorossa per la panchina.

Sabatini ci prova per De Rossi

La panchina di Stefano Colantuono traballa, e, come riportato da Il Quotidiano del Sud, Walter Sabatini starebbe pensando a Daniele De Rossi per il ruolo di tecnico. Dopo l’esperienza con la nazionale Azzurra agli europei della scorsa estate, viene da molti considerato un predestinato come allenatore. Si era fatto il suo nome già questa estate per la Fiorentina, ma rimane ancora in attesa della sua prima esperienza in panchina tra i professionisti: che sia questa la volta buona? O forse solo una suggestione.

L'articolo Salernitana, scossa Sabatini: punta De Rossi per la panchina sembra essere il primo su Roma news.

Walter Sabatini nuovo ds della Salernitana?

SABATINI SALERNITANA – L’ex ds della Roma, Walter Sabatini, potrebbe presto approdare in una società di Serie A. Secondo Tuttosport, il dirigente sarebbe vicino alla firma con il nuovo presidente della Salernitana Danilo Iervolino. Sabatini è candidato a diventare il nuovo direttore sportivo del club campano, mentre per la panchina il sogno è Gennaro Gattuso, alternativa a Marco Giampaolo.

Roma-Juventus 3-4: dalle stelle alla notte fonda, i giallorossi dilapidano un doppio vantaggio. Zona Champions a distanza siderale

L'articolo Walter Sabatini nuovo ds della Salernitana? sembra essere il primo su Roma news.

Walter Sabatini nuovo ds della Salernitana?

SABATINI SALERNITANA – L’ex ds della Roma, Walter Sabatini, potrebbe presto approdare in una società di Serie A. Secondo Tuttosport, il dirigente sarebbe vicino alla firma con il nuovo presidente della Salernitana Danilo Iervolino. Sabatini è candidato a diventare il nuovo direttore sportivo del club campano, mentre per la panchina il sogno è Gennaro Gattuso, alternativa a Marco Giampaolo.

Roma-Juventus 3-4: dalle stelle alla notte fonda, i giallorossi dilapidano un doppio vantaggio. Zona Champions a distanza siderale

L'articolo Walter Sabatini nuovo ds della Salernitana? sembra essere il primo su Roma news.

Sabatini: “Sono d’accordo con Mou sulla tutela di Zaniolo. I tifosi devono avere pazienza”

ROMA MOURINHO SABATINI – Torna a parlare l’ex direttore sportivo della Roma e attuale consulente del Genoa, Walter Sabatini. Il dirigente calcistico è intervenuto al premio “Fioravante Polito” in provincia di Salerno ed ha risposto alle domande dei cronisti presenti. Tra i tanti temi trattati anche l’attuale situazione giallorossa e il comportamento di Josè Mourinho. Ecco uno stralcio delle sue parole.

Leggi anche:
Oriali: “Mourinho è il solito vecchio volpone”

Le parole di Sabatini su Mourinho

“Mourinho si comporta da Mourinho. Sulla tutela di Zaniolo sarei anche d’accordo. Ha un modo di giocare che porta al contrasto e i grandi talenti andrebbero tutelati. Totti li prendeva i calci ma era un semidio, non apparteneva al genere umano e sapeva come evitare le botte degli uomini”.

La previsione di Roma-Inter

“Roma-Inter? La squadra di Mourinho tirerà fuori tutto il temperamento che ha per restare legata al carro delle prime. Ha bisogno di un grande successo con una grande squadra. Loro lo sanno. Un voto a Mou? Non sono per i voti, quello glielo ha dato tutta la sua vita sportiva e i suoi successi. È la vita che gli ha dato un voto. Se i tifosi giallorossi saranno pazienti? Devono esserlo, a Mou si deve concedere tutto quello che merita per la sua storia. Gode di un grande carisma e non va inficiato. È proprio con il carisma che potrà portare a casa le cose che i tifosi vogliono”.

L'articolo Sabatini: “Sono d’accordo con Mou sulla tutela di Zaniolo. I tifosi devono avere pazienza” sembra essere il primo su Roma news.

Sabatini promuove Felix: “Ha qualità assolute, brava la Roma a prenderlo”

ROMA SABATINI FELIX – “Felix è un giocatore ‘sfacciato’ di grande personalità con qualità assolute. Sa di avere talento e lo vuol mettere in mostra, può arrivare a grandissimi livelli. Se Mourinho lo ha buttato nella mischia a 18 anni vuole dire che vale. Mou è la garanzia migliore sulle qualità di questo ragazzo”. L’ex direttore sportivo della Roma Walter Sabatini all’Adnkronos esalta le qualità di Felix Afena Gyan, 18enne talento ghanese autore di una doppietta alla terza presenza in Serie A. “Era seguito da diverse squadre di Serie A ed è stata brava la Roma a prenderlo”, aggiunge Sabatini.

Leggi anche:
Mourinho mantiene la promessa: regala le Balenciaga a Felix che balla dalla gioia (VIDEO)

L'articolo Sabatini promuove Felix: “Ha qualità assolute, brava la Roma a prenderlo” sembra essere il primo su Roma news.

Sabatini: “So con certezza che Pastore è arrivato a Roma con un serio problema alle anche”

SABATINI PASTORE – L’ex direttore sportivo della Roma Walter Sabatini ha rilasciato una lunga intervista a Radio Mediagol, all’interno della quale si è soffermato anche su alcuni temi riguardanti la società giallorossa. In particolar modo su Javier Pastore, ma ha anche risposto a una domanda su José Mourinho.

Le parole di Walter Sabatini

“Se mi aspettavo qualcosa in più da Pastore? Sì, soprattutto nella sua esperienza romana, ma so con certezza che Pastore è arrivato alla Roma con un serio problema alle anche, che non ha potuto risolvere in fretta. Mi dispiace tanto per Roma e per la Roma, perché comunque ancora oggi in buona condizione fisica sarebbe in grado di offrire spettacoli degni di questo nome. Mi dispiace tanto”.

Che binomio tecnico-dirigenziale sarebbe stato Mourinho-Sabatini?
“Suggestivo (ride, nda), ma improponibile. Nessuno pensa a me alla Roma e sarebbe anche sbagliato forse, Mourinho è un accentratore, non c’è bisogno di un direttore sportivo come me, assolutamente”.

L'articolo Sabatini: “So con certezza che Pastore è arrivato a Roma con un serio problema alle anche” sembra essere il primo su Roma news.

Sabatini: “Roma risicata nei numeri, ma con Spinazzola sarà competitiva”

SABATINI ROMA – A margine dell’evento “Football Summit 2021”, presso lo Stadio Olimpico, è intervenuto Walter Sabatini. Queste le parole dell’ex ds giallorosso sul momento della Roma: “E’ una squadra un po’ risicata nei numeri, ma è una buona squadra. Dà sempre l’impressione di poter vincere le partite, c’è qualche distrazione di troppo ma ci sono anche giocatori forti. Abraham è fortissimo, Shomurodov anche, Mancini e Ibanez sono giocatori forti che hanno bisogno ancora di un po’ di esperienza. Appena recupereranno anche Spinazzola saranno assolutamente competitivi. Zaniolo è il miglior giovane italiano, deve recuperare da un infortunio gravissimo e ha bisogno dei suoi tempi. Facendo anche un’analisi individuale dei calciatori la Roma è destinata a fare bene in futuro. Non bisogna avere una visione manichea delle cose, serve sensibilità umana, la forza e la voglia di fare cose. Oggi però la tecnologia è diventata necessaria soprattutto per gli allenatori, per esaminare i flussi di gioco, la linea difensiva. Tant’è che che ci sono allenatori che non entrano nello spogliatoio all’intervallo senza aver prima consultato i dati della partita. La tecnologia va accolta con benevolenza ed entusiasmo. Serve una sintesi tra una cosa e l’altra, come effettivamente fa Mourinho, che si circonda del match analyst che gli traduce le cose in tempo reale, poi lui con la sua esperienza determina le scelte. Emozioni? Si trasmettono con le parole e le posture, non con le immagini, con cui si trasmettono solo le correzioni. L’emozione è una cosa interiore, bisogna attivare dei meccanismi che sia Mourinho che altri sanno fare”.

L'articolo Sabatini: “Roma risicata nei numeri, ma con Spinazzola sarà competitiva” sembra essere il primo su Roma news.

Sabatini: “Spalletti il più grande. A Mourinho serve un trofeo”

INTERVISTA SABATINI – Torna a parlare Walter Sabatini. L’ex ds della Roma si è concesso per un’intervista al Corriere dello Sport, in cui ha parlato anche della squadra giallorossa e del Napoli di Spalletti. Queste le sue parole: “Quella di Mourinho è una fragorosa vittoria. Ha reso felice una città intera. Io ci vivo a Roma, da anni non vedevo i romanisti così euforici. Spalletti? Lui è il più grande di tutti, la follia lo aiuta. Ha in testa e canta gli inni dei tifosi del Napoli, sta cercando di costruire un sentimento potente che consenta di superare i momenti difficili che comunque ci saranno. Vincerà, anche se tutti a Napoli a cominciare da lui si toccheranno”.

“Alla Roma me ne andai a metà stagione per un dissenso con Pallotta. Spalletti arrivò da solo a 87 punti. Io quella la sentivo come la mia Roma, non persi una partita. Farò così con il mio Bologna e alla fine tireremo le somme“.

Il congedo con Pallotta?
“Con Pallotta almeno ci sentivamo, direttamente o con delle mediazioni. Devo dire che anche io sono insopportabile. Caccio urla, strepiti per niente. Sono il primo censore di me stess”o.

Situazione pericolante, visti anche gli ultimi risultati. Come fare a far durare questo idillio?
“Deve dare lustro alla sua fama. Un trofeo è quello che ci vuole. Mourinho e la Roma ne hanno bisogno. Sarebbe un impulso straordinario. Mi risulta che saranno 40mila domenica all’Olimpico”.

Che cosa hai visto della Roma di giovedì?
“Un incidente frontale. Una squadra pronta per giocare quella partita contro una squadra che non era pronta”.

Tutto qui?
“E ti pare poco? Con quel freddo, quel vento e il campo sintetico. E’ durissima. Loro sapevano che cosa fare, la Roma no. Evidentemente ha preso sottogamba il problema. Non sapevano proprio dove si trovavano”.

Giustifica il 6-1?
“Non lo giustifica, ma lo spiega in parte”.

Indice puntato su Mourinho che ha brutalmente insitito nel sottolineare la pochezza dei non titolari…
“Considero un errore averlo sottolineato così tante volte. Era un messaggio che voleva mandare alla società.

Mourinho contro Spalletti…
“Scontro titanico, anche se i due si rispettano molto. Quello della Roma lo considero solo un incidente di percorso, il rischio è che i giocatori del Napoli credano di poterli sbranare, ma Luciano non glielo permetterà. Se la Roma dovesse andare in vantaggio, loro sono maestri nel difendere e nel ripartire”.

Leggi anche:
Furia Mourinho: “Tra voi c’è gente che non giocherebbe nemmeno in B”

L'articolo Sabatini: “Spalletti il più grande. A Mourinho serve un trofeo” sembra essere il primo su Roma news.

Spalletti: “Sabatini una volta ha detto che sono un po’ pazzo. Juan Jesus è forte e fisicamente integro”

SPALLETTI SABATINI JESUS – Luciano Spalletti torna a parlare prima dell’esordio del suo Napoli in Serie A. La squadra partenopea scenderà in campo domani contro il Venezia alle ore 20.45 allo Stadio Diego Armando Maradona. Il tecnico toscano ha parlato anche di due ex romanisti, Walter Sabatini e Juan Jesus durante la conferenza stampa prepartita. Ecco le sue parole:

Luciano Spalletti e il suo rapporto con Walter Sabatini

“Sabatini? Quel dirigente lì è molto apprezzato nel calcio e da me in particolare. Una volta ha detto che Spalletti è un po’ pazzo, ma sono sempre apprezzate le sue dichiarazioni perché trova sempre qualcosa di particolare. Osimhen è uno che va su ogni pallone, altri che ho avuto si lamentano se gliela dai non precisa. La punta può avere vantaggi da avere altri due che si buttano esternamente, ma lo valuteremo perché dobbiamo fare entrambe le cose, non dimentichiamo i tanti attaccanti esterni”.

L’acquisto di Juan Jesus

“Juan Jesus? Ha la duttilità di fare anche il terzino sinistro. È un giocatore forte fisicamente, veloce, perfettamente integro. Lo hanno accolto nel migliore dei modi, saprà farsi valere”

Leggi anche:
Mourinho: “Florenzi voleva andare al Milan”

L'articolo Spalletti: “Sabatini una volta ha detto che sono un po’ pazzo. Juan Jesus è forte e fisicamente integro” sembra essere il primo su Roma news.