Il Club ed il Museo Italo Foschi

Italo Foschi scritta

Per tutti la Roma è una mamma, una moglie, un’amante. Solo per una persona la Roma è una figlia: Italo Foschi.

Su Roma TV lo speciale AS Roma Story “Papà Roma”. Link

Grazie a Riccardo Zingarelli – pronipote del fondatore della AS Roma, il «primo romanista, senza il quale la nostra squadra non sarebbe esistita», è stato fondato il Roma Club L’Aquila dedicato a suo padre Vittorio Zingarelli. Grazie a Riccardo, aquilano, romanista, ingegnere, ed ex giocatore di rugby, è stato anche allestito un museo dedicato a Italo Foschi. «Un’iniziativa nata grazie alla collaborazione della Roma, che ha svolto una notevole opera di catalogazione».

«Mio padre Vittorio era romano, è nato in via Forlì 16, ha girato e rigirato il mondo, poi negli Anni 60 è venuto a L’Aquila. L’ho voluto ricordare dedicandogli il Roma Club. Amava L’Aquila, era presidente della squadra di rugby. Inoltre ho voluto far conoscere e rivalutare anche per le nuove generazioni la figura del fondatore della Roma».

La Sala Museo Italo Foschi, fu inaugurata a L’Aquila il passato 7 giugno 2016, in occasione dell’89°anniversario della Fondazione della A.S. Roma nei locali attigui alla prima sede del Roma Club L’Aquila Vittorio Zingarelli. Era possibile, così, immergersi nella storia e fare un tuffo nel tempo in quello storico 1927. Ora la Sala museo non è piu’ presente a L’Aquila ed il materiale è stato spostato nella sede della AS Roma perchè, a detta di Riccardo Zingarelli «al di là del fatto che Italo Foschi sia il fratello di mia nonna e che io ne sia il custode, è dei romanisti. Fino ad ora è stato un motivo affinché la gente venisse a L’Aquila, ma nel momento in cui, come mi auguro, ci sarà uno stadio di proprietà, avrà più senso lì».

Anche da Roma si parla del museo. Link

  • Tra le meraviglie dello sconfinato archivio di Italo Foschi…

Italo Foschi

  • 2 marzo 1930: prima dell’amichevole tra Macerata e Roma, i giallorossi posano insieme a Italo Foschi (ultimo a destra) e suo fratello Vittorugo (il primo a sinistra). Tra i volti immortali degli eroi giallorossi si riconoscono: Fasanelli, Carpi, Volk, Bernardini, Degni, D’Aquino (che si sta girando alle sue spalle), Barzan, Ballante e Mattei I. Il rapporto di vicinanza, affetto e profonda fede romanista tra Italo Foschi e la sua Roma continuò anche dopo che il fondatore del Club aveva lasciato la presidenza, fino all’ultimo giorno della sua vita. (Archivio Izzi)

Roma-Macerata

  • Italo Foschi in una straordinaria immagine del 13 Novembre 1927. Dopo pochi minuti, la AS Roma sarebbe scesa in campo per affrontare la Juventus al Motovelodromo Appio. Accanto al presidente giallorosso, da sinistra: Ziroli, Chini Luduena, Rapetti e sulla destra l’inconfondibile sagoma di Mattei I e Cappa.

Roma-Juve con Foschi